La maledizione di Jacques de Molay

La maledizione di Jacques de Molay

Notre Dame racchiude numerosi segreti che si possono scoprire soltanto penetrando all’interno della cattedrale.
Fu proprio sul sagrato di questa chiesa che Filippo IV il Bello, nella volontà di distruggere l’Ordine dei Templari, fece bruciare al rogo il grande maestro dell’Ordine Jacques de Molay e i 37 cavalieri accusati di eresia.
La pira incendiaria fu eretta sull’ ile aux juifs, nella parte ovest dell’ile de la cité che corrisponde oggi alla parte meridionale dello square du Vert Galant.
Quando il grande Maestro vide il rogo chiese ai suoi giustizieri di essere rivolto verso la cattedrale:
“Vi prego di lasciarmi unire le mani per un’ultima preghiera. Morirò presto e Dio sa che e’ ingiusto. Ma io vi dico che la disgrazia cadrà su coloro che ci condannano ingiustamente.”
E poi rivolgendosi al papa Clemente V e al re Filippo il Bello aggiunse
“Vi affido entrambi al tribunale di Dio, tu Clemente nei prossimi 40 giorni e tu Filippo prima della fine dell’anno”.
La predizione di Jacques de Molay si realizzò poiché papa Clemente V morì un mese dopo e il re Filippo il Bello fu vittima, nello stesso anno, di un incidente di caccia a Fontainebleau.
La maledizione sembra essersi protratta nel corso dei secoli come una vendetta implacabile.
E voi, credete alla maledizion della stirpe dei re di Francia pronunciata, il giorno del rogo, da Jacques de Molay?

Annunci

7 Risposte

  1. inutile dire adesso che papa clemente e’ innocente lui non ha colpa 7 anni rinchiusi in prigione senza che lui fece niente dato che era stato eletto papa con laiuto di filippo tanto che la sede papale volle rimanere a lione sotto la cappella del re filippo li anno lasciati in mano al carnefice sono stati umiliati torturati per farli confessare il falso loro anno dato la vita per la chiesa e il papa complice godeva insieme al re i beni dei templari quello che disse demolay al momento dell’ ingiusto sacrificio che dovevano presentarsi davanti al padre entrambi per scontare le ingiustizie commesse nei loro confronti e cosi e’ stato non mi rasserena meritavano che fossero arsi vivi come loro oppure che fosse una spada templare a trapassare il loro cuore .

    • Condivido in parte il commento di Antonio R. In realtà il Papa non fu complice di Filippo e della sua anima dannata Nogaret. Fu, piuttosto, un debole (anche perché minato dalla malattia che lo condusse alla morte) che non seppe imporre le risultanze delle sue parallele indagini, durante la prigionia di De Molay a Chinon, che scagionavano l’Ordine.
      Grande ed emblematica, in ogni caso, la figura del Gran Maestro che, peraltro, mi risulta essere stata arso vivo sul Pont Neuf!

  2. Reblogged this on BABAJI.

  3. A parer mio sono tutte dicerie popolari che si sono tramandate nel corso dei secoli, come un’altra maledizione di Jacques che il papato terminerà entro 700 anni dalla sua morte ovvero il 18 marzo 2014.Io personalmente non ci credo.

    • Può essere che la maledizione sul termine del papato sia fantasiosa (tra l’altro non ne trovo menzione nei più autorevoli saggi di storia templare); certo è che le prime due (morte di Filippo e di Clemente V) si sono avverate. Tuttavia si tratta di “sciocchezze”. La storia dell’Ordine e della sua influenza sugli avvenimenti della Francia e non solo del XII e XIII Sec. ha connotazioni ed interessi ben più importanti che non la storia, più o meno, fantastica della fine del Gran Maestro, Jacques de Molay!

  4. La pira incendiaria…. non La pila incendiaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: