Bel Ami: l’ascesa folgorante di un parigino

Le Bel Ami di Maupassant

Georges Duroy, figlio di un albergatore normanno vive a Parigi in una situazione di grande precarietà.
Per un caso fortuito e fortunato, ritrova il suo compagno d’esercito Forestier divenuto giornalista del quotidiano La vie française.
Forestier propone al suo amico di lavorare con lui al giornale per cercare di risollevarlo dalla difficile situazione in cui si trova.
Inizialmente Duroy si occupa di piccoli lavoretti ma rapidamente verrà invitato a cene nei saloni più prestigiosi della capitale francese realizzando un’ascesa sociale folgorante.
In uno dei tanti saloni parigini nei quali è invitato, Georges Duroy fa la conoscenza di Madame de Marelle che diventerà la sua amante.
La figlia di Madame de Marelle soprannomina il protagonista Bel ami e quest’epiteto relativo alla bella presenza di Duroy l’accompagnerà per tutto il romanzo.

Alla morte del suo amico Forestier, Duroy sposa sua moglie Madeleine alla quale deve buona parte della sua ascesa sociale.
Avido di potere e desideroso di rafforzare la sua posizione, Duroy instaura una relazione con la moglie del suo direttore, Madame Walter, e riuscirà con una strategia studiata a sposarne la figlia.
Bel Ami rappresenta uno spaccato significativo della Parigi d’inizio Novecento: una società corrotta e malsana, cupida e intollerante, che mette in scena tutta una serie di personaggi caricaturali (la donna moderna, l’amante appassionata, il padrone despota, l’anziana donna ferita, l’ingenua sedotta) che gravitano attorno un antieroe senza scrupoli, miserabile e cinico che si innalza in cima a questa torre d’immoralità.

Con Bel Ami, Maupassant ci presenta la figura di un arrivista spietato e deciso a tutto pur di ottenere il suo scopo.
Georges Duroy è un personaggio simpatico all’inizio del romanzo e acquisisce un’accezione negativa e squallida pagina dopo pagina: un uomo gretto e senza coscienza che seduce le donne per assicurarsi l’ascesa sociale, un perfetto egoista disposto a qualunque nefandezza pur di affermarsi in società.
Si tratta di un romanzo pessimista ma molto realistico e crudo.
Maupassant dipinge un mondo corrotto e bacato nel suo interno e, proprio per questo, ancora attuale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: