La messa degli animali

La messa degli animali

La prima domenica di novembre e maggio, presso la chiesa Santa Rita nel XV arrondissement ha luogo una messa particolarissima e altamente folkloristica: la messa degli animali.
Sotto l’egida della Santa, protettrice delle prostitute, delle cause perse e dei ladri, una folla composta da animali di tutte le razze e taglie accompagnata dai rispettivi padroni si accalca per ricevere la benedizione.
In questa chiesa, situata poco lontano dalla sede dell’Unesco, in occasione della festa di San Francesco d’Assisi, si può osservare un viavai incessante di zebre, dromedari, lama, cani, gatti, pesci, conigli e pappagalli che si ritrovano a celebrare una messa esclusivamente dedicata a loro.
Molte delle persone presenti tengono un cane al guinzaglio, altri badano a più di un animale, altri ancora hanno portato una fotografia del loro animale.
Un grande camion fa scendere gli animali da circo che vengono lasciati davanti la chiesa trasformandola in una grande arca di Noè.
La messa viene recitata in latino secondo il rito di Pio V, la cerimonia dura circa due ore e l’omelia verte sui temi legati al mondo animale.
La messa termina con la tanto attesa benedizione “Soyez bénie, petite créature de Dieu. Que Dieu, la Vierge sainte Rita vous aient dans leur sainte garde et qu’ils vous accordent longue vie auprès de vos maîtres!
Finita la cerimonia, bestie e umani tornano a casa felici di aver preso parte a questo rito che esiste dal 1993.

Eglise Catholique
Sainte Rita
27 Rue Francois Bonvin
75015 Paris

Annunci

L’Embacle di Place du Québec

La fontana di Place du Quebec

Questa particolarissima fontana caratterizza la Place du Québec, nel quartiere Saint germain des Prés.
Fu nel 1980 che la piccola piazzetta situata all’incrocio tra la rue de Rennes e la Rue Bonaparte, prese il nome della più grande provincia del Canada, in onore della fontana offerta nel 1894 dal governo canadese.
La fontana realizzata da Gindre e Dodelin prende il nome di Embacle e sembra sollevare il marciapiede con la sua forza.
Le placche di bronzo che formano la scultura sono situate in continuità del marciapiede dando l’impressione che sia stato sollevato dal getto d’acqua.

Place du Québec
75006 Paris

Fiat 500 by Diesel: un’auto in vetrina

La Fiat 500 by Diesel...in bilico

I pubblicitari parigini sanno sempre stupire per la loro originalità e forza creativa.
Sarà capitato anche a voi di sostare nel bel mezzo di un avenue o di un boulevard per contemplare un cartellone pubblicitario e cercare di carpirne il significato nascosto.
Spesso le trovate pubblicitarie diventano delle vere e proprie attrazioni urbane come nel caso di questa Fiat 500 incastrata al primo piano di un negozio Diesel della rue Etienne Marcel.
L’idea innovativa vuole pubblicizzare la Fiat 500 by Diesel nata dalla collaborazione tra la famosa marca automobilistica italiana e l’altrettanto famosa marca d’abbigliamento creata da Renzo Rosso.
Nicolas Ullman e Gunther Love hanno voluto tentare un’acrobazia al volante della Fiat 500 by Diesel: i due spericolati pubblicitari si proponevano di saltare una fila di carrelli da spesa grazie alla spinta di un’elastico e un trampolino.
Tuttavia il loro improbabile salto è fallito e la macchina si è ritrovata incastrata al primo piano del negozio Diesel del I arrondissement.
Il video mostra il fallito tentativo dei due pubblicitari e il momento in cui la Fiat 500 s’incastra nella vetrina del negozio.

Diesel
35, rue Etienne Marcel
75001 Paris
www.500bydiesel.com

Delizie a stelle e strisce

Una torta americana

La pasticceria francese si distingue per la sua indiscussa qualità e per la grande creatività offrendo una scelta diversificata e variegata di dolci, pasticcini e torte: i famosi macarons, profiterols, éclairs, tartes aux citrons, millefeuilles, fraisiers, tartes tatin, crèmes brulées, mousses e la lista potrebbe continuare ancora a lungo.
Se tuttavia siete stanchi dei pur buonissimi dolciumi francesi, potete provate la pasticceria americana.
Da Sugarplum, nel cuore del quartiere latino, potrete assaporare le più ghiotte specialità a stelle e strisce.
Laurel, Taylor e Krista, sono venute direttamente dagli Stati Uniti e dal Canada per ammaliare le vostre papille gustative con le loro golosità.
Le tre ragazze si propongono di farvi scoprire l’arte che si mangia attraverso muffins dai gusti più improbabili, deliziose cheesecake e mitiche torte alle carote.
I capolavori commestibili del trio americano sono realizzati interamente a mano con ingredienti freschi e genuini.
La specialità di Sugarplum sono le decorazioni sulle torte: disegni floreali rifiniti finemente petalo a petalo, arcobaleni, personaggi dei cartoni animati, fotografie o disegni.
Tutto realizzato interamente con zucchero, cioccolato e altri dolci ingredienti.
Anche le forme delle torte, oltre alle decorazioni, variano in base alle vostre esigenze e la varietà dei gusti saprà saziare la vostra golosità.

Sugarplum Cake Shop
68 rue du Cardinal Lemoine
75005 Paris
Chiuso il lunedì

Bottoni in mostra

Bottoni in mostra

A Parigi tutto si espone e tutto si mette in mostra, anche i bottoni.
Si è da poco conclusa una singolare mostra volta a mettere in risalto il valore storico-culturale di questi minuscoli accessori.
Il Paris Cultural Center della Fondazione Mona Bismarck ha presentato, per la prima volta in Europa, un’esposizione internazionale interamente dedicata ai bottoni considerati come espressione e realizzazione artistica, storica e culturale.
Piccoli, strani, colorati, luccicanti, apparentemente insignificanti, i bottoni, come affermava l’artista dadaista Jasper Johns sono delle “cose che il nostro spirito già conosce”, dei veri e propri microcosmi evocatori.
I bottoni commemorano eventi significativi della storia e riflettono la cultura e la sensibilità artistica del loro tempo.
Il minuzioso lavoro con cui questi piccoli frammenti di storia sono stati realizzati può talvolta sbalordire.

Collezionare bottoni rappresenta la volontà dell’uomo di cristallizzare e immortalare lo straordinario attraverso il banale.
Famosi uomini del passato hanno nutrito una forte passione verso questi piccoli elementi decorativi: Charles de Gaulle collezionava bottoni d’uniformi militari francesi e Jacqueline Kennedy Onassis ricercava rari bottoni smaltati.
Il materiale storico presentato alla mostra è costituito da circa 1500 preziosi esemplari provenienti dalla collezione Loïc Allio, considerata una delle più affascinanti del mondo.
L’esposizione ha presentato, inoltre, numerose creazioni di artisti contemporanei che hanno utilizzato i bottoni come supporto creativo: Clare Graham, artista americano, ha realizzato varie opere utilizzando bottoni usati che ha recuperato nei mercatini californiani; Lisa Kokin, artista di San Francisco, ha creato stupendi quadri tessendo su una tela vari bottoni di forme e colori differenti; Amalia Amaki, artista e storica dell’arte, ha concepito ventagli e custodie finemente decorati con bottoni; Penelope Leaver Green ha esplorato la parte oscura dei bottoni ed in particolare la fobia dei bottoni.

www.monabismarck.org

Exercise Tower: un omaggio ai pompieri parigini

Exercise Tower

Questa particolarissima scultura è situata nel XVII arrondissement.
L’opera è stata realizzata dall’artista cinese Wang Du, che ha vissuto in Francia per ben 20 anni, e al quale era stata commissionata una creazione artistica da dedicare ai pompieri di Parigi.
L’originale torre, alta 11 metri e realizzata in acciaio, prende il nome di Exercise Tower e si trova di fronte una delle più grandi caserme dei pompieri di Parigi.

Romolo e Remo a Parigi

La lupa romana…a Parigi

Ogni giardino di Parigi nasconde molteplici segreti e incarna secoli di storia. Passeggiando tra i giardini parigini vi potrà capitare d’imbattervi in statue insolite e particolari che costellano la capitale e rendono i suoi spazi verdi unici.
Per un italiano a Parigi, turista o residente, scovare una riproduzione della Lupa che allattò Romolo e Remo rappresenta un momento emozionantissimo.
Ricordo che la visione di quella statua mimetizzata nello Square Paul Painlevé, nel cuore del quartiere latino, mi fece emozionare particolarmente.
Lontano dall’Italia e circondato da emblemi e simboli francesi, quella Lupa ha materializzato davanti i miei occhi la nostalgia per il mio Paese.
La Lupa romana situata nel giardino parigino, poco lontano dal Pantheon e da Saint Michel, rappresenta la leggendaria nascita della capitale italiana e fu offerta dalla stessa Roma nel 1962 in virtù del gemellaggio che lega le due città.

Square Paul Painlevé
75005 Paris