Frankenstein – Mary Shelley

Frankenstein

Il romanzo capolavoro di Mary Shelley può essere catalogato tra i grandi romanzi horror dell’epoca come Dracula e Dr Jeckyl e Mr Hyde.
In realtà il romanzo è disseminato di simboli e significati nascosti che lasciano intendere come Shelly abbia denunciato con un secolo d’anticipo i rischi delle manipolazioni genetiche e delle folli ambizioni dell’uomo nei confronti della natura.
Un romanzo horror e filosofico al tempo stesso che trabocca di spunti di riflessione.

Victor Frankenstein, uno studente brillante, corona il suo sogno di dar vita a una creatura dalle sembianze umane.
Il giovane studente rimpiange rapidamente la sua iniziativa quando si rende conto che la sua creatura tende a seminare morte e disgrazie.
Attraverso questo romanzo Mary Shelley s’interroga sull’origine della crudeltà umana.
Il mostro creato da Frankenstein che cerca soltanto d’instaurare un rapporto con gli esseri umani viene respinto e disprezzato da tutti.
Esasperato dalla cattiveria della gente, la creatura si vendica dell’odio ricevuto sulle persone che incontra.
L’autore si chiede se la crudeltà propria di alcune persone è innata o se deriva dalla cattiveria che hanno ricevuto.
La narrazione è dotata di molteplici dimensioni: il rapporto con l’Altro, la relazione tra il mostro e il suo creatore, i rischi della scienza, la bellezza e la potenza della natura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: