A spasso per Belleville

La stazione di Belleville

Insieme a Saint- Fargeau, Père-Laschaise e Sharonne, il quartiere di Belleville si estende principalmente nel ventesimo arrondissement.
Fu annesso alla Francia con la legge del 16 giugno 1859.
Nato come quartiere principalmente operaio, oggi è considerato uno dei simboli della famigerata multiculturalità che caratterizza Parigi.

Alloggiando in uno degli hotel economici Parigi si può raggiungere il quartiere recandosi nella zona nord-est della città.
Tra le particolari vie di Belleville è possibile visitare gli ateliers che numerosi artisti hanno deciso di aprire approfittando dei prezzi accessibili degli affitti dando così un notevole contributo attrattivo e culturale alla zona.
Si può dire che qui l’arte la fa da padrona!
Durante tutto l’anno, infatti, si può entrare in contatto con le opere delle boutiques anche se il periodo migliore rimane quello relativo alla manifestazione “Porte Aperte”.
In questa occasione oltre 250 artisti aprono, appunto, le porte dei loro laboratori e permettono agli oltre 50.000 visitatori annuali di vivere un’esperienza che non si esaurisce nella passività del semplice guardare.
Dai giochi e gli spettacoli di marionette per i più piccoli alle installazioni partecipative e le serate musicali, la manifestazione coinvolge i visitatori per una quattro giorni tutta da vivere.

Belleville ospita una delle due comunità cinesi di Parigi con ristoranti e negozi tipici ma ha anche forti presenze arabe che contribuiscono a rendere il quartiere
particolare e caratteristico.
Non a caso molte opere letterarie, cinematografiche e musicali l’hanno scelto come teatro delle loro storie come per esempio i racconti del ciclo di Malaussène dello scrittore francese Daniel Pennac oppure il cortometraggio Red Balloon del regista Albert Lamorisse, vincitore di un oscar al festival di Cannes.
Inoltre al numero 72 di rue Boulevard c’è una targa che testimonia la nascita, avvenuta su dei gradini sotto un lampione, di una bambina che si sarebbe poi rivelata una delle più straordinarie voci di sempre, Edith Piaf.

Per una visione mozzafiato di Parigi dall’alto basta raggiungere il Parc de Belleville che, situato tra il Parc des Buttes-Chaumont e il famoso cimitero di Père Lachaise a ben 108 metri d’altezza, è il parco più alto della città.
Con le sue composizioni floreali, vincintrici di numerosi premi in occasione della Summer Floral Decoration Competition, e la Maison de l’Air, un museo dedicato all’educazione ambientale contro l’inquinamento, il parco offre attrattive e relax per visitatori di ogni età!

Senza spendere nemmeno troppo in uno dei Bed & Breakfast a Parigi immergetevi dunque nelle avvolgenti atmosfere del quartiere di Belleville e non ve ne pentirete!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: