1000!: Post di ghiaccio

Il post di ghiaccio

Quello che state leggendo è il post numero 1000 di questo blog.
Un obiettivo importante per il sottoscitto se pensate che dietro le pagine virtuali di Italiani a Parigi si nasconde una sola persona (che scrive per passione e svago) e non un’équipe redazionale completa.
Trattandosi di un articolo particolare, ho deciso di celebrare il lieto evento attraverso un post speciale: un post di ghiaccio!
Concretamente questo post blocca il blog a tempo indeterminato.

Il blog rimarrà ghiacciato fino a quando questo stesso post non cumulerà 20 commenti.
Sarete, dunque, voi stessi a togliere lo stato frozen e a permettermi di continuare ad aggiornarvi con curiosità italo-parigine.
In questo modo voi lettori interagirete con il blog e io, in funzione dei commenti, mi renderò conto se i miei articoli vengono letti da qualcuno o se si perdono nell’etereo spazio della Rete senza lasciare alcuna traccia.

I commenti che vi chiedo di lasciare in risposta al post di ghiaccio devono rispondere a queste domande:

Per quale motivo lascereste l’Italia?
Per quale motivo non lascereste mai l’Italia?

Perché lascereste tutto per venire a vivere a Parigi?
Per quale ragione non potreste mai abitare a Parigi?

In alternativa, se non vi va di rispondere a queste domande, potete semplicemente consigliarmi un argomento che vi piacerebbe vedere sviluppato nel blog.
Il blog passa ufficialmente allo stato frozen.
A voi la parola, se volete sboccarlo.
A vous de jouer!

21 Risposte

  1. Per rompere il ghiaccio (scusate il gioco di parole), comincio io.

    Per quale motivo lasceresti l’Italia?Assenza di possibilità e alternative. Faccio parte di una generazione a cui hanno letteralmente tagliato le gambe.

    Per quale motivo non lasceresti mai l’Italia? La giovialità del popolo italiano e l’arte di sapersi sempre arrangiare e uscirsene a testa alta in ogni situazione.

    Perché lasceresti tutto per venire a vivere a Parigi? Parigi è un vulcano culturale che offre infinite possibilità anche a livello professionale. Cosa chiedere di più?!?

    Per quale ragione non potresti mai abitare a Parigi? L’arroganza e lo snobismo dei parigini

  2. E’ un blog che leggo volentieri, quindi….

    Per quale motivo lascereste l’Italia? Perché pochi italiani hanno capito cosa vuol dire abitare in un paese bello come il nostro. E la cultura? Purtroppo è considerato un gioco e non un lavoro. Il distacco tra il paese e la classe dirigente è ormai incolmabile.

    Per quale motivo non lascereste mai l’Italia? Per le persone che invece ancora ci credono, per il cibo, la cortesia tutta italiana, la luce, l’ironia romana.

    Perché lascereste tutto per venire a vivere a Parigi? Mi trasferirò a gennaio grazie ad una borsa di studio. Aspettata per tre anni perché molto pensata. Voglio cambiare aria e ho capito che parigi è quello che mi serve.

    Per quale ragione non potreste mai abitare a Parigi? Spero di non conoscere mai queste ragioni.😀

    Saluti da Betta

  3. Scrivo una risposta unica alle tue domande: non lascerei l’italia a vita, in particolar modo Firenze dove abito, perchè si sta bene come clima, con il cibo e con la spensieratezza della gente. A Parigi, oltre agli odiosi bonjur e pardon che infilano ovunque, ho trovato difficoltà nell’alimentarmi in modo corretto, con cibi sani e a buon prezzo: bibite e alcolici che costano meno di una bottiglia d’acqua e un cappuccino più caro che ad un tavolino in Piazza della Signoria mi sembrano un’esagerazione. Altro problema parigino? Il clima: la prima settimana d’agosto ho alternato mattinate calde a pomeriggi gelidi con acquazzoni; credo di non sopravvivere a lungo ad un meteo così variabile.
    Per il resto ho trovato Parigi una città affascinante, piena di storia e multiculturale.
    Dato che ho usato i tuo blog per avere informazioni sugli eventi di Parigi, ti lascio il link che racconta la mia vacanza di quest’anno http://niccozan88.wordpress.com/2012/08/09/from-paris-with-love/

    Buon proseguimento!

  4. Mi sembra giusto a volte credo di approfittare troppo delle tue informazioni autorevoli che spesso mi scordo di ringraziarti.. ed ecco qui il mio commento..( disinteressato )..è ovvio!
    Lascerei l’Italia perchè credo di appartenere al mondo e che il mondo mi appartenga nel rispetto dello stesso ovviamente
    Non esiste un motivo per cui non lascerei l’Italia ( almeno fin ad oggi ), porterei mia figlia con me
    Lascerei tutto perchè quando sono a Paris il mio cuore batte di tutto ciò che mi circonda , dall’aria che respino ai rumori ai silenzi della notte ai colori ai profumi alla gente che corre, ai Cafè ai ristorante nei quali non riesco mai ad entrare, alla vita che pullula di cultura di arte di storia, alle piazze ai giardini alle innumerevoli possibilità di confrontarsi e sapere, alla senna alle luci all’ amore che sento.
    Un argomento che mi piacerebbe approfondire un po sono i Noctilien .
    Ciao Gaspare grazie

  5. Il mio commento non lascerà risposte alle tue domande….ma lasciamelo passare lo stesso!

    Ho scoperto il tuo blog da pochissimo e lo “stato frozen” mi andrebbe decisamente comodo….ho da recuperare i post da settembre 2009….vorrei gustarmeli, farli miei, confrontarli con le mie esperienze di vita in altre grandi città europee!

    Colgo pertanto l’occasione per ringraziarti in anticipo per gli spunti, indicazioni e quant’altro che trarrò dai tuoi articoli come ha giustamente fatto chi mi ha preceduto nel lasciare un commento!

    Come vedi, almeno per quanto mi riguarda, i tuoi articoli presenti e passati non si perderanno nell’etere!

    Buon lavoro

  6. Io leggo volentieri il tuo blog e non lo vorrei congelato. Non lascerei l’Italia per la sua arte, il suo paesaggio et tout le tralalà. La lascerei di corsa perché lo stato funziona troppo male. Lascerei tutto per vivere a Parigi perché mi piace Parig e il francese, non ci andrei mai perché detesto i parigini e i loro snobismi.

  7. Ciao Gaspare, ho scoperto il tuo blog solo qualche settimana fa e lo leggo con piacere, frugando anche tra articoli più vecchi, perchè ci trovo dettagli interessanti ed utili sulla città che mi affascina tanto. Non essendo italiana non posso rispondere alle tue domande così come sono poste – ma posso dirti perchè non lascierei PER SEMPRE la mia città e cioè Praga – semplicemente perchè qui mi trovo a casa mia. La lascerei invece per fare altre esperienze e per imparare cose nuove – per poi magari ritornare di nuovo a Praga. E perchè lascerei Praga per andare a vivere proprio a Parigi? Perchè è la città che fa per me, mi ci trovo bene e sicuramente in una delle mie vite precedenti (anche se non credo alle vite precedenti :-)) ero parigina. E perchè esiterei ad andarci a vivere? L’hai già detto tu…🙂
    Spero proprio che questo tuo blog potrà proseguire al più presto.
    Hana di Praga

  8. Ho 28 anni, sposato e con un figlio piccolo. A Gennaio lascerò l’Italia per trasferirmi a Parigi

    Per quale motivo lasceró l’Italia? Per la politica, gli aiuti sociali inesistenti, integrazione difficile.

    Per quale motivo non avrei voluto lasciare mai l’Italia? Per la gentilezza degli italiani e la sua lingua meravigliosa

    Perché lasceró tutto per venire a vivere a Parigi? Perché ho capito che posso davvero aspirare ad un futuro migliore per la mia famiglia

    Per quale ragione non potreste mai abitare a Parigi? Nessuno…

  9. Siamo ancora ad 8 risposte vale per una risposta in più se lascio un altro commento?
    Un argomento che non ho mai visto trattato sarebbe il matrimonio di Italiani a Parigi
    Io ho un compagno che è già stato sposato e mi piace l’idea per un mio matrimonio con lui di pensare ad un rito civile a Parigi.. pensi che sia possibile? Grazie Lorena

  10. Per quale motivio lascereste l’italia?
    beh sicuramente la speranza di un futuro migliore,in Italia purtroppo non esiste meritocrazia e ogni posto di lavoro è grazie a forti finti di raccomandazione politica..e lo farei anche per amore..quello che sto valutando di fare..

    per qualche motivo non lascereste l’italia?
    per la famiglia,gli amici e gli affetti di una vita,il clima,il cibo,perchè l’italia è un paese meraviglioso da nord a sud..

    Perchè lascereste tutto per vivere a Parigi?
    solo per amore,anche se qui non c’è lavoro ma l’unica cosa che mi spingerebbe davvero a farlo è l’amore!

    Per quale motivo non lascereste mai abitare a parigi?
    sicuramente per il clima, io adoro il caldo, il sole, il mare, le montange, la natura e per i Parigini che di simpatico non hanno proprio nulla!”freddezza assoluta!

  11. Lascerei tutto per venire a Parigi, ma non tutti. E’ una città unica, mi ha fatto innamorare, quando ci sto mi fa sentire viva, vibrante di vita, come non mai. Ma non posso trasferirmici perché gli affetti mi tengono legata a Milano e all’Italia.

  12. continua che sei bravo! ester

  13. Per quale motivo lascereste l’Italia?
    – Principalmente per lavoro e realizzazione personale,nella speranza di una vita migliore e più giusta..

    Per quale motivo non lascereste mai l’Italia?
    – Esclusivamente per la mia Famiglia

    Perché lascereste tutto per venire a vivere a Parigi?
    – Perchè sono un tipo avventuroso che non ha paura delle novità, perchè voglio un posto dove si possa vivere in meritocrazia e dove non tutto è comandato dal “tirare la giacchetta al politico di turno” oppure riservato a “pochi eletti”. Perchè cambiare mi piace moltissimo

    Per quale ragione non potreste mai abitare a Parigi?
    – Non ne vedo una precisa, forse perchè se cammino troppo a piedi mi fa sempre male la schiena?

    Un abbraccio dalla Calabria

  14. Perché non lascerei l’Italia? Perché ne ho talmente tanto le palle piene di sentirmi dire che in Italia tutto va male che vorrei dimostrare che, pur avendo i nostri difetti, abbiamo tante cose per cui siamo superiori (nel senso buono e non razzista del termine ovviamente) ad altri Paesi: la qualità della vita, il cibo, la SANITA’ PUBBLICA, la solidarietà della gente, l’igiene personale (è una dato di fatto che quasi nessun altro Paese abbia il bidet no…?), la cultura (almeno quella passata…)

    Non ci credete? Venite qui a Parigi, dove tutti sputano per terra in continuazione, dove la strada è una campo minato (con cacche invece di mine) dove la gente ti spintona di continuo per passarti “sopra”, dove tutti per arrivare alla metro solo un minuto prima ucciderebbero la propria madre, dove per affittare una casa devi vendere un rene per dimostrare che hai i soldi, dove chi non ha da mangiare o una casa viene lasciato morire ai bordi delle strade.

    Ok, noi italiano siamo “caciarosi” e sempre pronti a tirarcelo nel culo gli uni con gli altri ma sinceramente preferisco questo a tutto quello che vedo qua a Parigi!

  15. Ho lasciato l’Italia per amore, ma l’avrei comunque laciata perché avere un contratto di lavoro vero sembra ormai un’illusione. Sarei voluta restare per il mare della mia Sardegna, la cucina e gli amici…
    Aspettiamo con ansia il prossimo articolo!

  16. io non lascerei mai la sicilia semplicemente perchè siamo siciliani. chi si prenderebbe cura della nostra terra se andassimo via, a chi la lasceremmo? potrei lasciarla solo con la consapevolezza di tornare. Per quanto riguarda Parigi non ci starei perchè non è a misura d’uomo, ci starei volentieri per le mille opportunità che regala.

  17. Lascerei l’Italia per scoprire nuove culture e stili di vita, e per tentare di investire i miei studi in modo più proficuo di quanto non sia consentito nel nostro paese (almeno per il momento). Non la lascerei per stare vicino alla famiglia.
    Sono venuta a Parigi per un\’esperienza di studio, ci vivo e ci vivrei, è una città meravigliosa! Non ci vivrei per il clima molto freddo.
    Complimenti per il blog, spero che si scongeli presto per leggere nuovi post ^.^

  18. Ciao Gaspare,
    ti ho scoperto in questo momento e ti scongelo volentieri!
    Lascerei l’Italia perché mi fa troppo male vedere che il Paese piu’ bello del mondo è schiacciato da clientelarismo e mancanza di meritocrazia in ogni settore;
    non lascerei mai l’Italia perché è il Paese piu’ bello del mondo senza eguali.
    Lascerei tutto per Parigi perché le persone sono piu’ originali e meno omologate che da noi; non ci vivrei mai perché… in tanti anni che ci vengo nessuno ha saputo dirmi perché l’acqua minerale al bar costa così tanto ;))
    Cmq sto di nuovo partento per la Ville Lumière, magari trovero’ altre ragioni,intanto spero di aver contribuito allo smaltimento dell’iceberg,
    a bientot!

    Francesca

  19. Ciao Gaspare…

    Lascerò l’Italia perché la prospettiva di una vita improntata sul continuo arrancare e la mancanza di soddisfazione personale non ha mai fatto parte di me. Perché la realtà che mi circonda mi opprime, soffoca giornalmente il mio essere, non permette l’espressione del mio potenziale, è una realtà alla quale non proverei mai ad adeguarmi perché eccessivamente diversa dalla mia ideale… e provo troppo rispetto nella mia persona per scendere a compromessi.
    Lascerò l’Italia perché ho bisogno incessante di scoprire i miei orizzonti per poi superarli, confrontandomi all’interno di una società che non ponga nessun limite socio-culturale e dove allo stesso tempo siano bene (o quantomeno meglio) definiti quelli del vivere civile.
    Lascerò l’Italia perché ho tremendo bisogno di capire se la persona che amo ogni giorno di più fa lo stesso con me, seguendomi davvero in questa nuova realtà come dice di voler fare.

    Accantonando per qualche minuto il sofferto cinismo che caratterizza questa scelta di vita…
    Non lascerei l’Italia perché, in fondo, vorrei tantissimo che la mia così bella terra natia potesse darmi tutto ciò di cui necessito per la mia realizzazione personale. Soffro tanto a questo pensiero, trovo ingiusto non poter usufruire delle medesime opportunità qui, nella mia cittadina ai piedi dell’Etna, ma non posso permettermi di portare avanti la mia esistenza sorretto da belle speranze che sono destinate a rimanere tali. Gli stravolgimenti politico-socio-culturali sono possibili, ma non penso di riuscire a vivere così a lungo… soprattutto dentro, nell’animo.
    Non lascerei il mio piccolo mondo perché, tra un malcontento e l’altro, anch’io qui ho trovato quanto di più bello possa esistere: la mia famiglia (cani compresi, ne fanno parte anche loro!) ed il mio solo, unico, vero amico Ciccio. Sono molto più che sicuro del fatto che se potessi portare anche loro con me non avrei più bisogno di nulla. Loro, del resto, rappresentano tutto per me.

    Lascerò “il tutto” appena descritto per approdare nella Ville Lumière perché è stato proprio il posto in cui dieci mesi fa, quasi magicamente direi, ho aperto gli occhi realizzando che potevo aspirare a qualcosa di più per il mio futuro. Andrò a Parigi perché ha dimostrato durante i miei 27 giorni di permanenza di essere la città fatta su misura per i miei sogni.

    Motivi per non vivere a Parigi non ne ho ancora trovati. Onestamente, aggiungo, spero di non trovarne mai.

    Ho risposto alle tue domande nel tentativo di contribuire al rapido scongelamento di questo fantastico blog di cui sono accanito lettore… continua così, sei grande!

  20. A me il compito di soffiare l’ultimo spiro di scirocco e scongelare il blog!
    Allora, fuggirei dall’italia per il nepotismo e per la filosofia “la strada dell’illegalità è più conveniente e corta rispetto a quella legale? bene, ben venga l’illegalità!” caratteri tipici, per chi più per chi meno, del dna dell’italiano medio; non partirei mai dal bel paese perchè in nessun altro posto al mondo trovi quello che Lei può offrirti (culturalmente e paesaggisticamente parlando…)
    Partirei alla volta di parigi perchè..perchè…perchè parigi è parigi!! (clichè, me ne rendo conto…) e no, non ci sono motivi per cui non potrei vivere dans la ville. (utopia, mi rendo conto anche di questo)
    ora ti abbiamo scongelato (come un pollo…)e quindi la vacanza è finita: ricomincia a scrivere!
    Marta

  21. Evvai Gaspare,
    il blog è salvo!
    Sono davvero felice, in questi giorni a Parigi ti leggo sempre alla fine delle mie giornate per trovare nuovi stimoli per la giornata successiva e non posso che dirti grazie, non c’e’ stato suggerimento sbagliato!

    E poi vivere la città seguendo il tuo blog (cioe’ da veri parigini) ti fa conoscere un sacco di gente interessante! Non volevo aggiungere altri mess per non falsare il conteggio, ma ora che hai raggiunto il 20mo commento sento di poter scrivere con piu’ libertà: BRAVO’!!
    Spero davvero che ricomincerai a istruirci al piu’ presto🙂
    un abbraccio,

    Francesca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: