Disoccupazione in aumento

Disoccupazione in aumento

La Francia ha reagito mediamente bene alla crisi e il solido sistema economico dei cugini transalpini ha evitato l’incubo della recessione.
Tuttavia il numero dei disoccupati che risiedono in Francia aumenta in maniera esponenziale.
Il ministro del lavoro Michel Sapin ha recentemente annunciato che il numero dei francesi alla ricerca di un impiego supera la soglia dei tre milioni.
Dal 1999 il numero dei disoccupati non era mai stato così elevato in Francia.
Il governo di François Hollande, già impegnato a fare i conti con il malcontento popolare per le misure d’austerità, ha promesso di mettere in atto tutti i mezzi a sua disposizione per diminuire il tasso di disoccupazione.
Ma come funziona il sistema dello chomage (disoccupazione) in Francia? Come ci si inscrive all’agenzia di collocamento e quale retribuzione spetta ai disoccupati?
Le indennità di disoccupazione ARE (allocation de retour à l’emploi) spettano a tutti quei lavoratori che sono stati privati del proprio lavoro (licenziamento o rupture conventionnelle) e che hanno cumulato i diritti necessari in una o più aziende.

La prima tappa per beneficiare dell’ARE è l’iscrizione a Pole Emploi, l’agenzia di collocamento francese.
L’ex lavoratore che desidera iscriversi come disoccupato e percepire le relative indennità deve prendere un appuntamento utilizzando il sito internet di Pole Emploi o chiamando il numero 3949 (chiamata gratuita da un telefono fisso).
In occasione del suo primo appuntamento lo chomeur (disoccupato) deve presentare un dossier d’iscrizione che riassume la sua vita lavorativa e i seguenti documenti:
– un documento d’identità valido
– un’attestazione vitale rilasciata dalla sécurité sociale o una copia della carte vitale
– un RIB (ovvero i dati del conto bancario)
– l’attestazione destinata a Pole Emploi, rilasciata dall’ex datore di lavoro

Effettuata l’iscrizione, il disoccupato riceve una attestazione che certifica il suo stato di demandeur d’emploi (alla ricerca di un lavoro) e una lettera informativa che riassume la sua nuova situazione nei confronti dello Stato francese.
Conservate gelosamente l’attestazione rilasciata da Pole Emploi se volete beneficiare di alcuni vantaggi sociali destinati ai disoccupati.

Ecco i principali:
–  La maggior parte dei musei sono gratuiti per i disoccupati (Louvre e museo d’Orsay inclusi)
– Le principali catene di cinema francesi (MK2, Pathé, Gaumont) propongono interessanti riduzioni, dal lunedì al venerdì, sui prezzi dei biglietti.
– Se siete disoccupati, tutte le piscine parigine vi aprono le porte gratuitamente.
– I principali operatori telefonici (Orange, SFR, Bouygues) propongono interessanti offerte, a partire da 10€ al mese, dedicate a chi cerca un lavoro.
– Per quanto riguarda i trasporti, la SNCF (ferrovie dello stato) offre uno sconto del 25% per viaggiare in Francia.

Pole Emploi vi comunicherà per posta la somma delle indennità che percepirete ogni mese, il cosiddetto ARE (allocation de retour à l’emploi).
La durata del versamento di queste indennità dipende dalla durata del lavoro che il disoccupato aveva prima della sua iscrizione a Pole Emploi.
Il periodo d’indennizzo equivale ai diritti che il disoccupato ha cumulato nei 28 mesi (per chi ha meno di 50 anni) precedenti alla perdita del lavoro.
Bisogna aver lavorato almeno 122 giorni (610 ore) per beneficiare dell’ARE e la durata dell’indennizzo non può essere nè inferiore a 4 mesi nè superiore a 2 anni (i disoccupati che hanno più di 50 anni possono ricevere l’indennizzo fino a 3 anni).
La somma versata mensilmente omprende una parte fissa e una parte variabile che viene calcolata in funzione dei salari percepiti nel precedente lavoro.
La parte fissa è uguale a 11.57€ mentre la parte variabile equivale al 40.4% del salario giornaliero di riferimento (SJR).
La somma totale percepita dal disoccupato non può essere inferiore al 57.4% ne superiore al 75% del SJR.

Il disoccupato che si iscrive a Pole Emploi non viene retribuito immediatamente.
Bisogna rispettare, infatti, un periodo di attesa (carence) che viene calcolato in base a:
– i congedi rimanenti alla data del licenziamento
– le somme percepite in seguito alla rottura del contratto
– 7 giorni applicati sistematicamente
Il periodo di attesa non può superare i 75 giorni.

Completate le procedure d’iscrizione e trascorso il periodo di attesa, Pole Emploi verserà ogni mese il montante della vostra indennità ARE.
Il versamento si basa sulla dichiarazione di ricerca di lavoro che il disoccupato effettua ogni mese via internet, telefonicamente o recandosi in un’agenzia Pole Emploi.
Questa formalità è indispensabile per il pagamento dell’indennizzo di disoccupazione.

Per beneficiare del pagamento dell’ARE, il disoccupato deve inoltre:
– Giustificare una ricerca attiva di lavoro
– Risiedere nel territorio francese
– Presentarsi fisicamente agli appuntamenti fissati da Pole Emploi

Annunci

18 Risposte

  1. Da gennaio del nuovo io e la mia famiglia ci trasferiremo a Parigi.

    Speriamo di riuscire a trovare un lavoro al più presto

    • Ve lo auguro di cuore. In bocca al lupo!

      • Ciao non so se è il posto giusto per chiederlo: come fare per conoscere italiani che vivono a Parigi? Esiste qualche sito / forum?

        Mi piacerebbe fare amicizie in loco per non rimanere spaesato.

        Grazie

  2. […] in ambito lavorativo, la varie forme di interruzione di un contratto  e i dati relativi alla disoccupazione francese. Proprio perchè l’argomento lavoro sembra essere quello che più vi interessa, ho deciso […]

  3. Ciao, grazie mille per queste preziose informazioni. Anch’io sto meditando di emigrare dalla Sicilia vs quelle parti. Volevo chiederti se per l’iscrizione degli stranieri comunitari al Pole Emploi è necessario esibire un documento attestante la residenza in Francia o è sufficiente la carta d’identità italiana. Se fosse necessaria questa attestazione, che tipo di documento richiedono? Forse l’iscrizione all’Aire? In Spagna ad es era sufficiente l’iscrizione al Registro Spagnolo degli stranieri residenti in Spagna, che prescindeva dall’Aire. Il solo pensiero di dover subito prendere appuntamento al Consolato Italiano mi fa venire i brividi. In passato ho avuto pessime esperienze….
    Grazie!!

  4. Buongiorno! che sollievo trovare un blog che parli in modo così accurato di questioni inerenti agli italiani all’estero. Grazie per le tue preziose informazioni! Ti volevo porre una domanda per quanto riguarda lo chomage. Io ho appena effettuato una Rupture conventionnelle con il mio datore di lavoro, dopo aver lavorato ininterrottamente per un anno e mezzo in CDI. Mi sono iscritta per la prima volta a pole emploi ed ho portato i documenti richiesti. Ora ho un dubbio che nemmeno il consolato italiano sa risolvere….Non sono iscritta all’aire, ma vivo qui da 1 anno e mezzo. Quando dici che bisogna “risiedere” in francia, intendi “vivere” o avere la residenza ufficiale? la mia é in Italia, nonostante io vivi qui. A pole emploi mi hanno parlato di residence 1 ere et 2ere. Chiedendomi semplicemente “lei dove vive?”. La risposta é qui! Vorrei sapere con certezza se quando si dice “per ottenere lo chomage si deve risiedere in Francia, significa viverci, o avere la residenza ufficiale, e quindi iscriversi all’Aire”. Grazie mille se potrai dare una risposta a questo mio dubbio, grazie

    V.

    • Ciao Valeska,
      Ti ho inviato un email con la risposta.
      A presto
      G

      • Salve,

        Ho anche io un problema simile. Come posso fare?

        Grazie

      • ciao a tutti,
        grazie mille per le informazioni che date su questo forum…sono davvero utili.

        Le mie domande ed i miei dubbi sono gli stessi di Valeska. A breve avro’ la rupture conventionnelle da CDI ma non sono iscritta all’AIRE, avendo mantenuto la residenza ufficiale in Italia.

        al pôle d’emploi basta il “domicilio” in francia?

        grazie!
        gabriella

      • Ciao Gabriella,
        Basta la residenza in Italia. Non c’è bisogno di iscrizione all’AIRE. Te lo assicuro. Ciao!

      • Ciao,

        Ottimo sito, veramente utile.

        Anche io sono nella stessa condizione.
        Potresti inviarmi la risposta anche a me ?

        Grazie
        V

    • Ciao grazie x queste informazioni…è possibile avere qualche informazioni più inerenti e fare qualche domanda?

  5. buongiorno, ho ricevuto lo chomage per il mese di gennaio, dal 3 febbraio ho ripreso a lavorare. per sospenderlo è sufficiente non attualizzarsi più o si necessita di altro?
    grazie

  6. Buongiorno,io lavoro da un anno e mezzo in francia, ma non ho un conto corrente francese perché mi è sempre stato versato lo stipendio sulla banca italiana, per questo volevo sapere se per la disoccupazione, è necessario avere un conto corrente francese o posso farne a meno?
    Grazie

  7. Avrei una domanda… ora sono in sciomage perché ho lavorato 3 anni a montecarlo… ora dovrei iniziare a lavorare in francia…come funziona in questo caso?se rimango disoccupato lo sciomage mi rimane?

  8. Salve è possibile prendere lo chomage dall’italia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: