L’Aviation Club de France

L'Aviation Club de France

L’Aviation Club de France

Lei, l’austriaca (il popolo soleva chiamarla così per disprezzo), amava intrattenersi per ore alla roulette, dilapidando parte del patrimonio reale francese.
Maria Antonietta, che al giorno d’oggi sarebbe rientrata nel profilo della cosiddetta bad girl, adorava gli spassosi divertimenti che la corte di Francia poteva offrirle: la moda ricercata, i cibi prelibati e il gioco d’azzardo.
Non va poi dimenticato, a sua discolpa, che anche se siamo stati noi italiani ad inventare “la girella” è proprio in Francia che sembra avere inizio la storia della roulette e che su di lei, andata in sposa a Luigi XV solo dodicenne, quella “moderna” diavoleria non poteva che esercitare un fascino straordinario.

Sono passati secoli eppure ancora oggi la roulette sembra essere un passatempo d`élite a Parigi dove potrete giocarvici solo percorrendo i sentieri misteriosi di una vita altolocata. Cercare un casinò nella capitale non porterà molti frutti, nonostante il turismo sul gioco sia in continuo aumento negli ultimi anni.
Lo sa bene lo stesso governo francese che ha investito ben 50 milioni di euro per fare di Marsiglia la nuova Montecarlo.
Allo stesso tempo Madrid risponde con L`Eurovegas, un progetto colossale che punta a sottrarre lo scettro di “mecca” del gioco alla Sin City newyorkese.
Londra da anni compete con oltre 25 casinò attivi, tra cui il rinomato Victoria. L`Italia, sempre in ritardo, solo di recente ha visto una concreta proposta per l`apertura di un casinò a Taormina, il primo del sud Italia.
In tutto questo, sorprendentemente, Parigi resta a guardare e il Casino de Paris rimane un luogo prestigioso di ricercati spettacoli teatrali e di danza.

Così se vi trovate nella capitale e volete tentare la fortuna vale davvero la pena fare un salto all’Aviation Club de France. Attraversati gli Champs-Elysée, proprio vicino all’Arco di Trionfo, non potrete che fermarvi in quello che è uno dei circoli più popolari di Parigi, dove è possibile giocare a baccarat, alla roulette, a bridge. Un’esperienza, come all’epoca dell’austriaca, vagamente aristocratica che vi condurrà in un mondo diverso da quello quotidiano, poiché l’Aviation Club, aperto nei primi del Novecento e in origine riservato ai soli aviatori, ha attraversato un secolo di storia parigina.
Ricordate, tuttavia, che non potrete entrarvi senza essere segnalati da un socio, così che è necessario vestirsi in maniera appropriata: scarpe da tennis e t-shirt sono assolutamente bandite.
Se poi non siete appassionati del gioco, varrà ad ogni modo la pena cenare nello storico ristorante al suo interno, dove cinque rinomati chef faranno la felicità delle vostre papille gustative.

4 Risposte

  1. E dire che ho passato un anno a chiedermi se fosse veramente un club degli aviatori o cos’altro! Certo prima mettessero questo “manifesto” a copertura dei lavori (immagino sia piuttosto recente) del “locale” si poteva apprezzare solo un anonimo aspetto elitario!
    Ma quindi sei riuscito ad entrare?

  2. Io ne avevo sentito parlare, ma non credevo fosse un circolo privato legato al gioco d`azzardo!

  3. Bellissimo articolo

    lavorando nel mondo del poker e avendo fatto l’erasmus a parigi nel 2009 non potevo mancare l’appuntamento con l’Aviation….

    L’entrata è moto chic-parigina, i buttafuori non sono proprio la massima espressione della gentilezza e devi essere vestito bene per entrare. Non sempre giacca e cravatta, ma almen la camicia e scarpe non sneakers o “da ginnastica”. Viene fatta qualche eccezione per i tornei di poker internazionali, che spesso vengono invasi da giovani anche americani che non vedono l’eleganza come una priorità nella loro vita….
    L’entrata, e qui ti devo correggere🙂, è aperta a tutti, previo pagamento di una quota sociale di 150 euro. Prima era aperto 24 ore su 24, ore fanno dalle 14 alle 6 di mattina (che sia la crisi anche qui?).
    i locali del circolo sono al primo piano: passi una doppia porta blindata, messa nel 2005 in seguito a una rapina a mano armata durante una tappa del World Poker Tour, dove c’è la “reception” e devi passare la tua tessera personale e mettere l indice per il riconoscimento delle impronte digitali….
    Una volta entrati si può andare a sinistra, e si avrà una piccola saletta con divani e tavolini per relax, lettura giornali e consumazioni del bar. Piu avanti si trovano due sale da gioco tradizionali: in una ci sono tavoli di black jack, punto e banco (sempre pieno di giocatori cinesi che bombardano senza paura) e il poker caraibico. Nell’altra invece un tavolone grande per il gioco dello chemin de fer: x le regole vi rimando a wikipedia. E’ un gioco altamente d’azzardo (tipo la carta più alta) e dove vi possono partecipare una 15ina di persone sedute e tutti quelli che vogliono in piedi da fuori. Incredibilmente (e sono rimaso veramente sorpreso da ciò) non c’è neanche una

    Tornando alla reception, andando a destra si apre il mondo del poker: uno stretto corridoio e si vedono i primi tavoli sulla destra. in fondo si aprono due stanze piene di tavoli: sulla sinistra ce ne sono 4 ed è dove si giocano i limiti più alti, mentre sulla destra ce ne sono di piu (e piu stretti) che vengono destinati ai vari tornei giornalieri.
    In fondo si trova” la gabbia” della cassa e l’angolo del Tournament Director.

    Non vorrei dilungarmi troppo sui tipi di gioco del poker, quindi dico solo che si gioca veramente di tutti, dai limiti piu bassi a partite veramente “inarrivabili”. Basta solo pensare che una volta si è sentito un gran casino e tutti sono andati a guardare. Si era appena giocato un piatto in 3 giocatori al Pot Limit Omaha a 5 carte che superava i 20 mila euro….

    COnfermo per il ristorante: sempre con il mio lavoro nel poker mi è capitato di prendere parte a una giuria per dei premi speciali sul poker, con conseguente serata di premiazione con cena nel ristorante. Eccellente!

    Se qualcuno è interessato a saperne di piu, me lo dica che rispondo…

    • Wow, io a poker ci gioco tra amici soltanto quindi non mi arrischierei ad entrare in un luogo cosi esclusivo…anche se la curiosita` c`e`! Grazie tante cmq per l`articolo molto interessante e grazie a niiick per tutti i dettagli che ci ha fornito!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: