Mozart a palla!

Mozart in versione rock

Mozart in versione rock

Un recente articolo apparso su Le Parisien riporta la vicenda di un giovane padre di famiglia che è riuscito a vincere la battaglia contro un gruppo di spacciatori utilizzando un’arma pacifica e atipica: la musica classica!
E’ successo a Montrouge, nel dipartimento 92, dove un giovane inquilino, stanco di subire i loschi commerci di droga nell’androne del condominio e la musica rap a tutto volume, ha installato un sistema di amplificazione sul balcone per diffondere le note soavi di Mozart, Bach e Beethoven.
Il gruppo di giovani ha inizialmente reagito lanciando pietre e insulti, poi ha abbandonato il palazzo per andare a riunirsi più lontano.
Ogni volta che un gruppo di giovani si forma ai piedi del suo palazzo per vendere o fumare hashish e marijuana, il giovane papà inserisce un CD di musica classica e alza il volume in direzione degli ospiti indesiderati.
Un metodo originale ed efficace!

Annunci

Il castello dei sogni alle Tuileries

Il castello dei sogni alle Tuileries

Il castello dei sogni alle Tuileries

Disneyland è il regno della magia e della fantasia, un luogo unico capace di attirare l’immaginazione di grandi e piccini.
Il parco di divertimenti e i personaggi che lo animano inspirano la creatività dei bambini del mondo intero.
Partendo da questa considerazione, Disneyland Paris ha messo a disposizione di tanti piccoli artisti in erba un sito web per inviare il disegno del castello dei loro sogni.
Una giuria artistica ha valutato le migliaia di disegni provenienti da tutta Europa e ha selezionato sedici creazioni per realizzare un castello “reale” pieno di vita e colori.
Il risultato di quest’originale iniziativa è stato visibile ai parigini presso i giardini delle Tuileries, tra l’8 e l’11 maggio, e ha dato vita ai sogni dei più piccini.

Dopo Vélib’ e Autolib’… arriva Scootlib’!

Dopo Vélib’ e Autolib’... arriva Scootlib’!

Dopo Vélib’ e Autolib’… arriva Scootlib’!

E’ il progetto ambizioso del nuovo sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, che propone di realizzare l’anello mancante tra Velibe Autolib’.
Scootlib’ prevede la creazione di un sistema di scooters elettrici, in libero servizio, seguendo lo stesso principio dei suoi predecessori a due e quattro ruote, per fluidificare il traffico e diminuire l’inquinamento.
La Hidalgo ha solamente abbozzato le grandi linee di questo progetto che potrebbe risolvere i problemi di trasporto urbano di tanti parigini che non dispongono di un veicolo a motore.
La tariffa dovrebbe aggirarsi tra i 3 e i 10€ l’ora, gli scooters dovrebbero ricaricarsi in tre ore e disporre di un’autonomia da 40 a 90 chilometri.
Le motociclette saranno geo-localizzabili, e quindi dotate di un ottimo anti-furto, e sarà possibile prenotarle via internet o utilizzando un’applicazione Smartphone.
Varie start-up parigine stanno già lavorando su progetti di prototipi di postazioni innovanti e funzionali per l’arrivo degli Scootlib’.