Calogero: un talento franco-siciliano

Calogero si esibirà in uno spettacolare concerto il 22 novembre 2014 a Bercy.

E’ verso la fine degli anni 80 che apparve il gruppo Les Charts: due fratelli (Charly alias Calogero e Jacky) e un amico (Francis) compongono il gruppo.
I tre, d’origine siciliana, crescono a Echirolles, vicino Grenobles.
Agli inizi degli anni 90, pubblicano il loro primo album, L’Océan sans Fond, che ottiene un discreto successo e nel 1991 Notre Monde à nous, il secondo album, che è stato due volte disco d’oro. Il pezzo Aime-moi encore si piazza in testa della classifica francese e il gruppo affronta la prima tournée in tutta la Francia.
Nel 1994 è la volta di Hannibal, la loro terza opera. Poi il doppio album dal vivo Act 1 pubblicato nel 1995 e il quinto Changer del 1997.
Il passaggio di millennio spinge Charly a lanciarsi verso una carriera da solista sotto il suo vero nome: Calogero.
Il suo primo album intitolato Au milieu des autres pubblicato nel 2000 presenta come prima traccia Prendre l’air.

Questa prima opera è realizzata da Pascal Obispo con i testi di Zazie, Christine Lidon, Alana Filippi, Julie d’Aimé, Lionel Florence, Michel Garamon e Didier Golemanas.
Per Calogero la musica è una vera e propria passione e comporre è un bisogno essenziale. Allora, in parallelo alla propria carriera, Calogero scrive per gli altri: Pascal Obispo, Florent Pagny, Châtelet les Halles, Patrick Fiori, “Tout le monde peut parler d’amour”, o ancora Hélène Segara .
Nel 2002 Calogero pubblica il suo secondo album che presenta testi di Lionel Florence, Patrice Guirao e Françoise Hardy; sette delle melodie dell’album vedono la collaborazione di suo fratello Gioacchino.
Durante il diciannovesimo festival Victoires de la Musique, Calogero riceve il premio come miglior interprete dell’anno e l’anno dopo con il pezzo Si seulement je pouvais lui manquer, riceve il premio per la canzone più originale.
Nel 2007, Calogero torna conl’album Pomme C, scritto interamente da Zazie, e nel 2009 ci propone l’album Embellie.

22 novembre 2014
Palais Omnisport de Bercy
8 boulevard de Bercy
75012 Paris
www.bercy.fr

Annunci

Lady Gaga allo Zenith di Parigi

L'eccentrica Lady Gaga
Lady Gaga sarà in concerto allo Zenith di Parigi il 30 e il 31 ottobre 2014.

La cantante americana, numero uno delle classifiche mondiali, si produrrà in una delle più rinomate sale di concerto parigine.
Pose lascive, trucco eccessivo e coreografie originali, sono questi gli ingredienti che hanno rapidamente lanciato Stefania Gabriella Germanotta in testa a tutte le classifiche europee.
La giovane cantante italo-americana ha raggiunto la fama nel 2008 grazie ai singoli Just Dance e Poker face.
Lady Gaga, già autrice di pezzi per le Pussycat Dolls e Britney Spears, di certo non pensava poter raggiungere un tale successo.
I brani dell’eccentrica artista hanno immediatamente invaso le radio e le trasmissioni musicali di mezzo mondo e i paragoni con Madonna e Gwen Stefani non hanno tardato a venir fuori da parte della critica.
L’immagine di Lady Gaga è altamente mediatizzata al pari delle altre icone moderne quali  Britney Spears, Pete Doherty, Amy Winehouse…
Tuttavia i media insistono piú sul suo look porno chic che sulla musica enfatizzando piú le sue movenze scatenate e le sue folli invenzioni che le sue melodie.
Lady Gaga continua a cavalcare l’onda del successo e le sue hit non conoscono rivali nelle classifiche mondiali: Just dance, in duo con Colby O’Donis, Poker FaceEh, Eh (Nothing Else I Can Say), Paparazzi, la complicità artistica di Beyoncé nel pezzo Telephone e il famoso brano Bad Romance.
Lady GaGa è una fan sfegatata dei Queen da cui deriva il suo nome ricavato dalla canzone Radio Ga Ga.

30 e 31 ottobre 2014
Zenith
211 Avenue Jean Jaures
75019 Paris

I Linkin Park a Bercy

I Linkin Park

I Linkin Park si esibiranno a Bercy il 16 novembre 2014.
La storia dei Linkin Park comicia nel 1996, in California, dall’incontro di due liceali Brad Nelson e Mike Shinoda.
Appassionati di crossover, i due amici decidono di creare un gruppo che mescoli il rap e il metal.
Quando Rob Bourbon, un amico di Brad, si unisce al gruppo, la giovane formazione musicale prende il nome di Xero.
Dopo il liceo, Mike parte per studiare presso l’università di Pasadena dove incontrerà Joseph Hahn che diventerà il DJ del gruppo.
David Farrell (piú conosciuto con lo pseudonimo di Phoenix) e Mark Wakefield, rispettivamente al basso e alla voce, completano la formazione.
Successivamente il gruppo cambia nome per diventare Hybrid Theory.
La giovane formazione californiana inizia a farsi conoscere e nel 1999 ottiene un contratto con la Warner Bros.

Dato che esistevano già altri gruppi che possedevano il nome di Hybrid Theory, il gruppo decide di prendere il nome di Lincoln Park divenuto, poi, Linkin Park.
L’idea del nome è venuta a Chester mentre si trovava a passare dal parco Lincoln a Santa Monica.
Nella primavera del 2000, il gruppo registra il suo primo album “Hybrid Theory” sotto l’occhio attento di Don Gilmore (Pearl Jam, Apex Theory, Sugar ray).
L’album esce nell’agosto del 2000 e raggiunge un successo incredibile.
Nel 2002, il gruppo divenuto rapidamente famosissimo, esce un secondo album composto da remix: “Reanimation” rivisita alla maniera hip hop i successi di “Hybrid Theory” grazie alla collaborazione di artisti del calibro di Johathan Davis (Korn), Stephen Carpenter (Deftones), Jay Gordon (Orgy) e Aaron Lewis (Staind).
Nel marzo 2003 il gruppo presenta “Meteora”, un album che conoscerà un successo pari a quello del primo album grazie a pezzi come “Somewhere I belong”, “Faint”, “Numb” et “Breaking the habit”.
Nell’estate del 2003, Linkin Park si esibisce nel “Summer Sanitarium” insieme ai Metallica e ai Limp Bizkit.
Nel 2004, il gruppo prosegue la sua ascesa trionfale pubblicando un secondo album di remix, questa volta con la collaborazione di Jay-Z.

16 novembre 2014
Palais Omnisport de Bercy
8 boulevard de Bercy
75012 Paris

La notte bianca 2014

La notte bianca di Parigi

Si tratta di un percorso artistico notturno dedicato all’arte contemporanea. Rendere l’arte accessibile a tutti, valorizzare lo spazio urbano attraverso la creazione moderna, realizzare un momento di convivialità: questi sono gli scopi della manifestazione.
Ogni anno, dal 2002, la notte bianca illumina, dalle 19h alle 7h, la capitale francese con la sua luce artistica.
Un modo veramente originale e insolito per scoprire luoghi sconosciuti e lasciarsi guidare, per una sera, dalle sirene dell’Arte in tutte le sue forme.
Manifestazione culturale gratuita e aperta a tutti, inizialmente ideata dal sindaco della città Bertrand Delanoë, rappresenta un’occasione unica per apprezzare l’arte in un luogo atipico o in un edificio prestigioso; scopo ultimo dell’iniziativa é quello d’avvicinare la gente all’arte proponendone una visione generosa e accessibile.
L’arte contemporanea si mescola alla città creando uno spazio-tempo particolare che permette di riscoprire il quotidiano o esplorare luoghi segreti.
Dal 2002, la ville lumière s’infiamma regolarmente ogni primo week-end d’ottobre.
L’iniziativa si è andata modellando e perfezionando nel corso degli anni ed è stata rapidamente accolta dal resto della Francia e delle principali capitali mondiali.
Momento d’incontro comunitario, la Nuit Blanche permette, nell’arco di poche ore, di scoprire la città sotto una luce diversa, una luce magica che avvolge i monumenti e i luoghi più conosciuti e quelli più insoliti.
Liberi dallo stress e dai problemi diurni, la gente si lascia andare a un momento di divagazione e distrazione.
L’edizione del 2014 sarà la tredicesima e sarà diretta da José-Manuel Goncalves che ha immaginato un percorso artistico atttraverso i principali quartieri di Parigi:

Hôtel de Ville/ BHV (4e) :
Les futurs composés

Panthéon/ Université Paris I/ Bibliothèque Sainte-Geneviève (5e) :
Ceux que nous sommes

Montsouris (14e) :
A la lumière des arbres

Gare d’Austerlitz/ Cité de la Mode et du Design (13e) :
Open musée street art contemporain

Petite Ceinture/ Parc André Citroën (15e) :
Je perf’, ils perfs’,… Nous dansons

Tour Montparnasse/ Hôpital Necker (15e et 17e) :
Ascensions magnétiques

Trovate il programma completo sul sito ufficiale della Notte Bianca di Parigi

Sabato 4 ottobre 2014
http://nuitblanche.paris.fr/