Un italiano al Kremlino

Le Kremlin Bicêtre

Le Kremlin Bicêtre

In seguito al mio recente trasloco, il blog potrebbe essere ribattezzato “un Italiano al Kremlino”.
No, non ho lasciato la Francia per trasferirmi in Russia.
Ho semplicemente traslocato al Kremlin Bicêtre, una cittadina situata alle porte di Parigi.
Dopo essere stato un cristolien (abitante di Creteil), un montreuillois (abitante di Montreuil), un courbevoisien (abitante di Courbevoie) e un parigino (con residenza nei seguenti arrondissement: IX°, XV°, V°e XI°), sono da poco diventato un kremlinois, ovvero un abitante del Kremlin Bicêtre.

Il Kremlin-Bicêtre è stato creato nel 1836 riunendo due antichi quartieri della città: il Kremlin e Bicêtre.
La storia del comune e l’origine del suo nome insolito affondano le radici agli inizi del XIII secolo, quando Luigi VIII offrì un appezzamento di terra al responsabile delle cucine reali che vi costruì un edificio.
Jean Ogier, l’erede del cuoco, cedette nel 1286 l’edificio e le terre attinenti a Jean de Pontoise, vescovo di Winchester, che fece costruire sulle rovine dell’antico edificio il castello di Winchester.
Il termine Winchester ha subito varie metamorfosi fonetiche nel corso del tempo diventando prima Vincestre, Bichestre, Bicestre e, infine, Bicêtre.

Alla fine del XIV° secolo, il castello di Winchester, ormai in rovina, passò nelle mani del duca di Berry che lo fece ricostruire con grande magnificenza.
Prima della morte, il duca di Berry lasciò il castello ai vescovi della chiesa di Notre Dame des Champs.
Tuttavia l’usura del tempo e gli scontri tra Bourguignons e Armagnacs trasformarono il castello in una costruzione fatiscente e malfamata, frequentata da mendicanti e delinquenti.
Nel 1632 Richelieu decise di raderla al suolo per erigere un ospedale che accogliesse i veterani di guerra.
Dopo la campagna fallimentare di Napoleone in Russia e la conseguente ritirata da Mosca nel 1812, numerosi veterani di guerra vennero accolti nell’ospedale di Bicêtre.
Un furbo cabarettista aprì un locale, molto frequentato, chiamandolo Au Sergent du Kremlin, in ricordo della campagna napoleonica e della fortezza moscovita.
Il quartiere cominciò a essere conosciuto come Le Kremlin.

Adesso sapete perché la città dove abito adesso, Le Kremlin Bicêtre, si chiama in questo modo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: