Sei diventato parigino se…

Sei diventato parigino se...

Sei diventato parigino se…

Anche se non vuoi ammetterlo a te stesso, ormai sei diventato un parigino DOC.
I sintomi sono evidenti e parlano chiaro:

– Ti sembra normale pagare 800€ al mese per un monolocale minuscolo

– Conosci a memoria le stazioni della tua linea della metropolitana

– Appena un timido raggio di sole accarezza la città, ti precipiti a comprare baguette e formaggio per un pic-nic al Bois de Vincennes

– Consideri tutto ciò che si trova al di là del périphérique come un continente sconosciuto e selvaggio

– Sei diventato un campione dello sport cittadino più diffuso: la gimkana tra gli escrementi dei cani parigini che tappezzano i marciapiedi

– Non vai mai sugli Champs Elysées, a meno che non devi farli visitare a qualcuno

– Hai visto almeno una volta una troupe cinematografica girare un film per le strade della città…e non ti ha scioccato.

– Se hai fame e non hai tempo, compri un grec, non un kebab

– Conosci tutti i colori delle linee della metro

– Non hai paura di prendere il Noctilien

– I 3 animali che odi di più sono il topo, il piccione e…il turista

– Assaggi le cucine di tutto il mondo spostandoti di quartiere

– Incroci la miseria ogni giorno e, purtroppo, non ci fai più caso

– Sai imitare alla perfezione la voce che annuncia le stazioni della metro, soprattutto la versione spagnola della linea 14 a Gare de Lyon

– Nel tuo appartamento ricevi più di venti segnali Wi-fi diversi

– Conosci tutti i quartieri di Parigi ma vai sempre negli stessi posti

– Cerchi sempre di evitare di prendere la corrispondenza a Chatelet e di perderti nei suoi interminabili corridoi

– Anche se il sole splende e il cielo è azzurro, esci da casa con l’ombrello perchè non si sa mai

– Adori Parigi in Agosto quando la città si libera del suo male peggiore (i parigini!)

– Ti metti a sbuffare e a fare smorfiette se, prendendo la scala mobile, qualcuno resta immobile a sinistra e ti blocca il passaggio.

8 Risposte

  1. Secondo me diventi parigino pure quando inizi a parlare quello slang strano della capitale in cui si pronunciano le parole invertendo le sillabe. Me l’ha detto un’ amica ma non ricordo come si chiama…

  2. Dopo 20 anni che vivo qui… beh leggendo questo articolo… mi considero davvero ormai Parigina Doc ! ^____^ Mi ci sono ritrovata al 99% eheheheh…

  3. pero’ ci sono due punti contraddittori, ami la città in agosto perché non ci sono i parigini ma paragoni i turisti a degli animali… purtroppo non si puo’ avere tutta Parigi per se😉

  4. Dopo un mese di Parigi, ho constatato la maggior parte delle cose citate da questo simpatico siciliano.Aggiungo il modo particolare che hanno di salutarti, o di scusarsi, che se in un primo momento sembra cortesia smodata, poi a me fa venire in mente il detto, sul piemontese, cioè falso e cortese cioè sono così.fino a che non ci fai l, abitudine colpisce la grande dei monumenti e boulevard e di questo i partigiani si sentono a dir poco superiori.altre cose le scoprirò col tempo

  5. i parigini dipinti in questo post assomigliano un po’ al cliché dei milanesi😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: