Paris-Bruxelles in Velib’

paris-bruxelles-velib

Paris-Bruxelles in Velib’

Qualche anno fa, tra lo stupore generale, un Velib’ parigino fu ritrovato in una stazione di Velo’v a Lione.
L’insolita presenza del Velib’ era il frutto della geniale trovata pubblicitaria e umoristica dello Studio Bagel.
L’inconfondibile bicicletta parigina è arrivata stavolta a Bruxelles.
In questo caso non si tratta di una pubblicità umoristica ma della sfida sportiva di Capitan Rémi, un giovane amante delle due ruote che ha percorso i 300 chilometri che separano le due capitali europee in meno di cinque giorni.
Rémi ha lasciato il Velib’ a Bruxelles, in una stazione di Villo che si è rivelata compatibile con la bicicletta parigina: il coraggioso  ciclista ha dovuto rinunciare alle 150€ di cauzione pagate per la locazione del Velib’ ma ha assaporato il gusto frizzante di un’impresa irripetibile. Chapeau!

Annunci

Rosa Park: il più grande graffito parigino

rosa parks mur paris

Rosa Parks: viva la street art

Il muro che costeggia i binari della futura stazione dell’RER Rosa Parks, nel XIX arrondissement,  è stato trasformato in una gigantesca opera d’arte a cielo aperto grazie alla collaborazione di cinque giovani street-artist.
Bastardilla, Tatyana Fazlizade, Kashink, Katjastrophe e Zepha  hanno decorato i 400 metri del muro situato in rue d’Aubervilliers con originali raffigurazioni e colorati disegni che inneggiano alla libertà e alla solidarietà.
Il progetto Rosa Parks fait le mur ha dato vita al più grande graffito parigino che sarà visibile fino a giugno al fine di creare uno spazio di discussione, creazione e partecipazione.
I variopinti disegni sublimano l’originalità della street art che con la sua presenza insolita e inaspettata interpella i passanti sul valore dello spazio urbano.
La street art si appropria dello spazio pubblico per rivisitarlo, rivalorizzarlo e sottolineare che appartiene a tutti proprio come Rosa Parks, nel dicembre 1955, occupò un posto in un autobus riservato ai passegeri bianchi per denunciare il razzismo delle leggi americane.
Il suo gesto di ribellione, supportato dall’intervento di Martin Luther King, segnò la fine delle leggi di segregazione razziale.

Solarwind colora il périphérique parigino

solarwind paris

Solarwind colora il périphérique parigino

Solarwind, una monumentale installazione artistica, è stata inaugurata lo scorso gennaio lungo il périphérique parigino, tra la porte d’Ivry et la porte de Bercy.
L’opera è stata ideata dall’artista francese Laurent Grasso che ha utilizzato le pareti dei due silos dell’azienda Ciments Calcia per realizzare la sua creazione luminosa.
Le migliaia di automobilisti che quotidianamente percorrono il périphérique potranno contemplare le sfumature soffuse e i giochi di luce di Solarwind: un’ottima trovata per calmare la tensione dei parigini bloccati nel traffico.
Solarwind, vera e propria prodezza teconologica, è stata realizzata in collaborazione con l’Osservatorio del Centro Nazionale di Studi Spaziali per riprodurre in tempo reale i movimenti cosmici delle tempeste solari e i passaggi degli asteroidi.

Grasso, specialista in arti plastiche, ha concepito una creazione poetica che accarezza l’immaginario collettivo e gioca con le fobie dell’umanità: Solarwind evoca la bellezza delle esplosioni solari e la paura dell’ignoto per i possibili effetti devastanti sulla Terra.
Una serie di pannelli, ricoperti di lampadine LED, situati ai piedi dei due cilindri di cemento, traducono i movimenti magnetici in sfumature di colore.
Al calar della sera, se vi trovate a passare dal périphérique, fermatevi a contemplare quest’immenso barometro dell’attività solare che passando dal rosa vivo al verde mela richiama la fragilità della nostra esistenza.

Gallerie Lafayette: un albero di Natale cosmico

sapinnoel

L’albero di Natale cosmico delle gallerie Lafayette

Come ogni anno, l’albero di Natale delle Gallerie Lafayette si distingue per la sua bellezza, la grandiosità e la decorazione originale.
Dopo lo scintillante albero di tre anni fa, sponsorizzato dalla gioielleria Swarovsky, il colorato albero della Swatch di due anni fa e l’albero capovolto dell’anno scorso, quest’anno le gallerie Lafayette hanno deciso di stupire i parigini con un albero di Natale cosmico!
Sotto una nuvola galttica, appare un albero di Natale gigantesco formato da meteoriti dorate e argentate e da una pioggia di stelle che rischiara la cupola.
L’enorme albero di 25 metri, situato sotto la magnifica cupola delle Gallerie Lafayette, sarà visibile fino al 5 gennaio 2016.

Nuotare come Adamo ed Eva a Parigi

La piscina Roger le Gall a Parigi

Una città come Parigi offre infinite possibilità e permette a tutti di praticare le proprie passioni preferite.
Anche i naturisti possono praticare le loro attività nudiste in tutta tranquillità grazie alla presenza di numerosi centri e associazioni che lo consentono.
L’ANP (Association des Naturistes de Paris) privatizza due volte a settimana una piscina parigina per praticare numerose attività all’insegna del nudismo.
Si tratta della piscina Roger le Gall, situata nel XII arrondissement, dove vestiti come mamma vi ha fatto, potrete nuotare, fare ginnastica, seguire corsi di nuoto o di aquagym e accedere alla sauna.
Se siete tentati da quest’esperienza atipica e particolare e se siete pronti ad infrangere i tanti tabù legati alla pratica del nudismo, l’ANP vi offre gratuitamente il primo ingresso in piscina.
Dal 1950, data di creazione della federazione francese di naturismo a opera di Albert Lecocq, il numero di appassionati e amanti di questa pratica non ha cessato di crescere.
Bisogna pur ammettere che spesso il grande pubblico, soprattutto per mancanza d’informazione, tende a giudicare i naturisti come esibizionisti o addirittura perversi; c’è addirittura chi arriva a considerare la pratica nudista come un pretesto per lo scambismo e il libertinaggio sessuale.
In realtà i naturisti fanno della nudità una filosofia di vita: a differenza dei nudisti che si scoprono occasionalmente sulle spiagge, i naturisti vedono la nudità come un’arte di vivere che si basa sul rispetto della natura, di se stessi e degli altri.
Se la filosofia naturista vi tenta potete avventurarvi senza problemi nella piscina Roger le Gall.

Piscine Roger le Gall
34 Boulevard Carnot
75012 Paris
Metro : Porte de Vincennes / Saint-Mandé, Tourelle

Bibliambule:  una biblioteca ambulante a Parigi

Bibliambule:  una biblioteca ambulante a Parigi

Bibliambule:  una biblioteca ambulante a Parigi

La Bibliambule, un innovante prototipo di biblioteca ambulante, ha iniziato a solcare le strade parigine dallo scorso mese di Giugno.
Sviluppata attraverso una campagna di finanziamento partecipativo (crowdfunding), la Bibliambule è formata da un un triciclo elettrico e una piattaforma con sette amache integrate per permettere ai lettori di installarsi comodamente e assaporare il piacere della lettura.
La giovane creatrice di questo nuovo concetto, Amandine Legut, ha creato la Bibliambule per fare uscire i libri dalle biblioteche e dalle librerie e metterli in valore negli spazi pubblici.
Destinata ai comuni, alle mediateche, alle associazioni culturali e agli uffici di turismo, la Bibliambule ha esordito a Parigi l’11 giugno 2015 sulla place Sante Catherine, nel IV arrondissement, e ha riscontrato un ottimo successo.

Green River: una crociera per pochi

Green River: una crociera privata sulla Senna

Green River: una crociera privata sulla Senna

Green River propone una serie di battelli privatizzabili per festeggiare eventi, concedersi una cena romantica sulla Senna, trascorrere un momento indimenticabile e riscoprire Parigi da una prospettiva diversa.
Potrete scoprire la bellezza della Senna e di Parigi in compagnia dei vostri amici, lontano dai percorsi battuti dai turisti, e assaporare un aperitivo a bordo del battello.
Green River Cruises offre crociere insolite a numero ridotto (la capacità massima è di 11 persone)
a bordo di comode e lussuose imbarcazioni: un modo intimo e originale per carpire il fascino della ville lumière.

Per maggiori informazioni
Visitate il sito di Green River Cruises