Parigi-Barcellona in TGV

Parigi-Barcellona in TGV

Parigi-Barcellona in TGV

Stanchi del grigiore parigino ? Avete voglia di un pomeriggio di sole ? Di assaporare deliziose tapas? Di osservare Messi al Camp Nou che salta avversari come se fossero birilli ?
Dal 15 dicembre scorso è attivo il TGV che collega Parigi a Barcellona in sole 6 ore e 20 minuti.
Due tragitti quotidiani (andata-ritorno) collegano la capitale francese con la città spagnola famosa per la movida e le splendide realizzazioni architettoniche di Gaudì.
Il capo del governo spagnolo, Mariano Rajoy, ha affermato che la messa in servizio di questa linea di treni a grande velocità contribuirà a sormontare le barriere e le frontiere tra i Paesi europei.
Se volete qualche consiglio per godervi Barcellona, potete leggere il racconto di viaggio di “un italiano a Parigi”.

Annunci

Il Pass Navigo…da casa

Il lettore USB di PASS Navigo

Il lettore USB di PASS Navigo

Siete stanchi di aspettare davanti interminabili file d’attesa per caricare il vostro Pass Navigo?
Per evitare le lunghe code che si creano ogni primo del mese, la RATP in collaborazione con la SNCF e Optile propone un nuovo sistema di ricarica della scheda magnetica direttamente dal proprio domicilio.
Dal 4 febbraio 2013 è possibile ricaricare il Pass Navigo utilizzando una connessione internet e un apposito lettore USB.
Se desiderate beneficiare di questo comodo servizio, potete acquistare il lettore USB (al costo di 7€) in una delle tante boutique RATP presenti nelle principali stazioni della metropolitana parigina.
La ricarica si effettua collegandosi al sito Navigo.fr e seguendo passo passo le istruzioni del servizio.

La prima centrale fotovoltaica

La prima centrale fotovoltaica

La prima centrale fotovoltaica di Parigi è stata recentemente istallata e messa in servizio sul tetto di un edificio nel XVII arrondissement della capitale francese.
Nel cuore del quartiere Clichy-Batignolles, la centrale è stata realizzata dalla società Solarvip utilizzando lo spazio messo a disposizione da una comproprietà costruita da Nexity.
La centrale occupa una superficie di 600 m² e possiede una capacità di produzione d’elettricità di 96 kilowatt-picco (kwp).
I pannelli della centrale sono stati disposti considerando le specificità del contesto parigino e studiando attentamente l’esposizione e gli eventuali filtri urbani.
All’inizio del 2013 un’altra centrale fotovoltaica dovrebbe vedere la luce nel quartiere di la Chapelle, nel XVIII arrondissement.
Installata sul tetto della hall Pajol, questa nuova centrale sarà dotata di una potenza di 465 kwp.
Parigi si rivela ancora una volta una capitale eco-sostenibile attenta al rispetto dell’ambiente e allo sviluppo di fonti alternative di energia.

Disoccupazione in aumento

Disoccupazione in aumento

La Francia ha reagito mediamente bene alla crisi e il solido sistema economico dei cugini transalpini ha evitato l’incubo della recessione.
Tuttavia il numero dei disoccupati che risiedono in Francia aumenta in maniera esponenziale.
Il ministro del lavoro Michel Sapin ha recentemente annunciato che il numero dei francesi alla ricerca di un impiego supera la soglia dei tre milioni.
Dal 1999 il numero dei disoccupati non era mai stato così elevato in Francia.
Il governo di François Hollande, già impegnato a fare i conti con il malcontento popolare per le misure d’austerità, ha promesso di mettere in atto tutti i mezzi a sua disposizione per diminuire il tasso di disoccupazione.
Ma come funziona il sistema dello chomage (disoccupazione) in Francia? Come ci si inscrive all’agenzia di collocamento e quale retribuzione spetta ai disoccupati?
Le indennità di disoccupazione ARE (allocation de retour à l’emploi) spettano a tutti quei lavoratori che sono stati privati del proprio lavoro (licenziamento o rupture conventionnelle) e che hanno cumulato i diritti necessari in una o più aziende.

La prima tappa per beneficiare dell’ARE è l’iscrizione a Pole Emploi, l’agenzia di collocamento francese.
L’ex lavoratore che desidera iscriversi come disoccupato e percepire le relative indennità deve prendere un appuntamento utilizzando il sito internet di Pole Emploi o chiamando il numero 3949 (chiamata gratuita da un telefono fisso).
In occasione del suo primo appuntamento lo chomeur (disoccupato) deve presentare un dossier d’iscrizione che riassume la sua vita lavorativa e i seguenti documenti:
– un documento d’identità valido
– un’attestazione vitale rilasciata dalla sécurité sociale o una copia della carte vitale
– un RIB (ovvero i dati del conto bancario)
– l’attestazione destinata a Pole Emploi, rilasciata dall’ex datore di lavoro

Effettuata l’iscrizione, il disoccupato riceve una attestazione che certifica il suo stato di demandeur d’emploi (alla ricerca di un lavoro) e una lettera informativa che riassume la sua nuova situazione nei confronti dello Stato francese.
Conservate gelosamente l’attestazione rilasciata da Pole Emploi se volete beneficiare di alcuni vantaggi sociali destinati ai disoccupati.

Ecco i principali:
–  La maggior parte dei musei sono gratuiti per i disoccupati (Louvre e museo d’Orsay inclusi)
– Le principali catene di cinema francesi (MK2, Pathé, Gaumont) propongono interessanti riduzioni, dal lunedì al venerdì, sui prezzi dei biglietti.
– Se siete disoccupati, tutte le piscine parigine vi aprono le porte gratuitamente.
– I principali operatori telefonici (Orange, SFR, Bouygues) propongono interessanti offerte, a partire da 10€ al mese, dedicate a chi cerca un lavoro.
– Per quanto riguarda i trasporti, la SNCF (ferrovie dello stato) offre uno sconto del 25% per viaggiare in Francia.

Pole Emploi vi comunicherà per posta la somma delle indennità che percepirete ogni mese, il cosiddetto ARE (allocation de retour à l’emploi).
La durata del versamento di queste indennità dipende dalla durata del lavoro che il disoccupato aveva prima della sua iscrizione a Pole Emploi.
Il periodo d’indennizzo equivale ai diritti che il disoccupato ha cumulato nei 28 mesi (per chi ha meno di 50 anni) precedenti alla perdita del lavoro.
Bisogna aver lavorato almeno 122 giorni (610 ore) per beneficiare dell’ARE e la durata dell’indennizzo non può essere nè inferiore a 4 mesi nè superiore a 2 anni (i disoccupati che hanno più di 50 anni possono ricevere l’indennizzo fino a 3 anni).
La somma versata mensilmente omprende una parte fissa e una parte variabile che viene calcolata in funzione dei salari percepiti nel precedente lavoro.
La parte fissa è uguale a 11.57€ mentre la parte variabile equivale al 40.4% del salario giornaliero di riferimento (SJR).
La somma totale percepita dal disoccupato non può essere inferiore al 57.4% ne superiore al 75% del SJR.

Il disoccupato che si iscrive a Pole Emploi non viene retribuito immediatamente.
Bisogna rispettare, infatti, un periodo di attesa (carence) che viene calcolato in base a:
– i congedi rimanenti alla data del licenziamento
– le somme percepite in seguito alla rottura del contratto
– 7 giorni applicati sistematicamente
Il periodo di attesa non può superare i 75 giorni.

Completate le procedure d’iscrizione e trascorso il periodo di attesa, Pole Emploi verserà ogni mese il montante della vostra indennità ARE.
Il versamento si basa sulla dichiarazione di ricerca di lavoro che il disoccupato effettua ogni mese via internet, telefonicamente o recandosi in un’agenzia Pole Emploi.
Questa formalità è indispensabile per il pagamento dell’indennizzo di disoccupazione.

Per beneficiare del pagamento dell’ARE, il disoccupato deve inoltre:
– Giustificare una ricerca attiva di lavoro
– Risiedere nel territorio francese
– Presentarsi fisicamente agli appuntamenti fissati da Pole Emploi

Cercare lavoro a Parigi

Trovare lavoro a Parigi

Ricevo tantissime email da italiani che mi chiedono informazioni su come trovare lavoro a Parigi.
Eccovi tre consigli veloci per iniziare la ricerca della vostra futura occupazione nella ville lumière:

1) Scaricate e leggete attentamente la guida Travailler à Paris realizzata dalla Mairie de Paris.
La guida illustra in maniera chiara e completa le operazioni essenziali da effettuare per trovare lavoro, gli interlocutori da contattare e gli aiuti sociali disponibili.
Potete ritirare la versione cartacea di questo utilissimo opuscoletto presso il municipio del vostro arrondissement.

2) Partecipate al forum Paris pour l’emploi che si terrà il prossimo 4 e 5 ottobre 2012 a Place de la Concorde.
Passeggiando tra i circa 500 stands presenti, avrete la possibilità di conoscere persone interessanti dal punto di vista professionale.
Non dimenticate di portare con voi una copia del vostro curriculum: il forum potrebbe essere l’occasione giusta per firmare il vostro primo contratto di lavoro.

3) Date un’occhiata a un post che avevo scritto qualche tempo fa che rissume le tappe fondamentali della ricerca di un lavoro a Parigi.

In bocca al lupo a tutti!

Parigi senza glutine

Un campo di grano

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, e in particolare ad alcune sue componenti proteiche chiamate gliadine, che interessa tantissime persone (in Italia le statistiche parlano di un italiano su cento).
Chi soffre di questa intolleranza alimentare non può consumare pane, pasta, biscotti, pizza e tutti quegli alimenti a base di frumento, segale, orzo, avena e triticale.
Se siete celiachi o celiache e vi apprestate a trascorrere le vostre vacanze a Parigi, potete dare un’occhiata a questo interessante sito che racchiude una lista di indirizzi di ristoranti che propongono menu senza glutine.

Comprare casa a Parigi

Comprare casa a Parigi

Avete deciso di acquistare casa a Parigi? Siete pronti per il grande passo e vi ponete mille domande?
Luciano ha la risposta a tutto e vi guiderà nel delicato percorso che terminerà con l’acquisto della vostra casa.
Comprare casa è una tappa fondamentale nella vita di una famiglia e spesso si diffida delle agenzie e degli interlocutori che si incontrano.
Ecco perché Luciano Benedetti, un italiano al servizio degli italiani, ha pensato di aiutarvi attraverso le sue capacità e le sue conoscenze.
Dal vostro primo contatto in poi, questo esperto conoscitore del mercato immobiliare parigino vi accompagnerà, passo dopo passo, nella ricerca dell’appartamento ideale e sarà il vostro punto di riferimento e di collegamento con l’agenzia, i proprietari del bene, i notai e le istituzioni.
In partenariato con un’agenzia che lavora da oltre vent’anni a Parigi, e in collaborazione con numerose altre agenzie situate in diversi quartieri della capitale, Luciano sarà presente per coadiuvarvi in tutte le fasi amministrative e burocratiche necessarie all’acquisto.
Il lavoro di ricerca e di consulenza di Luciano non vi costerà assolutamente nulla, sarà l’agenzia con la quale collabora a versargli una commissione.
Se l’idea di affidarvi a un italiano per l’acquisto della vostra casa vi rassicura, potete contattare Luciano inviandogli un email e visitare il suo sito internet.