Tour de France 2016: c’est parti!

tour-de-france

La magia del Tour de France

La centotreesima edizione del Tour de France comincerà sabato 2 luglio dal Mont Saint Michel.
L’edizione 2016 prevede 3519 chilometri, 21 tappe  e varie salite destinate agli scalatori più abili.
Da un lato i bookmakers fanno i nomi di Contador, Froome e Quintana, dall’altro i francesi hanno già assegnato la maglia gialla al loro campioncino Thibault Pinot.
Noi italiani abbiamo ancora vivo il ricordo emozionante della vittoria di due anni fa di Vincenzo Nibali che ha dominato il Tour dall’inizio alla fine e ha trionfato il 27 luglio 2014 facendo sventolare la bandiera italiana.
Vincenzo è in forma e saprà regalarci un’altra grande prestazione anche quest’anno.
La Grande Boucle, così viene soprannominato il Tour in Francia, si concluderà domenica 24 luglio lungo l’avenue degli Champs Elysées di Parigi.

Ecco il calendario completo delle 21 tappe del del Tour de France 2016:

02 luglio: 1 tappa Mont Saint-Michel – Utah Beach 188km
03 luglio: 2 tappa Saint-Lô – Cherbourg-Octeville 182km
04 luglio: 3 tappa Granville – Angers 222km
05 luglio: 4 tappa Saumur – Limoges 232km
06 luglio: 5 tappa Limoges – Le Lioran 216km
07 luglio: 6 tappa Arpajon sur Cère – Montauban 187km
08 luglio: 7 tappa L’isle Jourdain – Lac de Payolle 162km
09 luglio: 8 tappa Pau – Bagnères de Luchon 183km
10 luglio: 9 tappa Val d’Aran – Andorre-Arcalis 184km
11 luglio: giornata di riposo in Andorra
12 luglio: 10 tappa Escaldes-Engordany – Revel 198km
13 luglio: 11 tappa Carcassonne – Montpellier 164km
14 luglio: 12 tappa Montpellier – Mont-Ventoux 185km
15 luglio: 13 tappa Bourg Saint-Andéol – La Caverne du Pont-d’Arc CLM 37km
16 luglio: 14 tappa Montélimar – Villars les Dombes 208km
17 luglio: 15 tappa Bourg en Bresse – Culoz 159km
18 luglio: 16 tappa Moirans en Montagne – Berne 206km
19 luglio: journée de repos en Suisse
20 luglio: 17 tappa : Berne – Finhaut-Emosson 184km
21 luglio: 18 tappa Sallanches -Megève CLM 17km
22 luglio: 19 tappa Albertville – Saint Gervais  146km
23 luglio: 20 tappa Megève – Morzine 146km
24 luglio: 21 tappa Chantilly – Paris 113km

Forza Vincenzo!

Euro 2016: un campionato ad alto rischio

euro 2016 hooligans marseille

Hooligans scatenati a Marsiglia

L’Europeo di calcio 2016, da poco cominciato, si presenta come un evento ad alto rischio per la Francia e la sua sicurezza.
Il clima, già tesissimo per le proteste contro la legge sul lavoro El-Khomri e il rischio di nuovi attentati a opera di estremisti islamici, è stato ulteriormente inasprito dall’esplosione di violenza legata al campionato di calcio europeo.
Ieri sera, poco prima della partita Inghilterra-Russia, bande di hooligans scatenati hanno messo a ferro e fuoco Marsiglia: tifosi russi e inglesi si sono affrontati lanciando sedie, bottiglie e distruggendo i ristoranti e gli elementi urbani della città.
I sanguinosi episodi hanno tristemente ricordato i drammatici scontri del 1998 in occasione della partita della coppa del mondo Inghilterra-Tunisia.
Scene di guerriglia urbana e violente risse si sono susseguite prima e dopo la partita e un tifoso inglese versa ancora in gravissime condizioni lottando tra la vita e la morte.

Le forze dell’ordine erano consapevoli del rischio che incombeva su questa partita, avente un livello di rischio 3 su 4, ma non hanno potuto contenere la violenza dilagante dei gruppi di facinorosi.
In virtù di conflitti geopolitici, rivalità storiche e discriminazioni religiose e razziali, altre quattro partite presentano un alto rischio di scontri e violenze legate all’hooliganismo: Turchia-Croazia, Germania-Polonia, Inghilterra-Galles e Ucraina-Polonia.
Il governo francese ha cominciato a riflettere a nuove efficaci misure per contenere la violenza, come il divieto di vendere alcolici o la chiusura delle Fan-zone durante le partite a rischio.
Il ministro dell’interno, Bernard Cazeneuve, ha duramente condannato il comportamento deplorevole di questi pseudo-tifosi e ha assicurato che la situazione è sotto controllo.
Tuttavia non bisogna dimenticare che, poco prima dell’inizio dell’Euro 2016, un uomo intenzionato a compiere attentati sul territorio francese è stato arrestato, in Ucraina, con 125 chili di TNT e un vero e proprio arsenale di armi.

Colpo di fumine a Parigi

parc monceau

L’ingresso del Parc Monceau

Lo scorso 28 maggio, otto bambini e tre adulti sono stati colpiti da un fumine mentre festeggiavano un compleanno al Parc Monceau, nell’VIII arrondissement di Parigi.
Un fenomeno simile si era verificato in Germania, qualche ora prima lo stesso giorno, in uno stadio di calcio dove trentacinque persone erano state fulminate.
Una tempesta particolarmente violenta si è abbattuta sul parco parigino con conseguenze drammatiche: la scarica elettrica del fulmine ha raggiunto il gruppo che si riparava sotto un albero.
La festa di compleanno si è trasformata in tragedia.
Il comandante dei pompieri, Pascal Gremillet, che fortunatamente si trovava nel parco è intervenuto immediatamente alla vista di quel gruppo di persone allungate per terra e ha praticato un massaggio cardiaco e la respirazione bocca-bocca a un bambino in arresto cardiaco.
Dopo l’incidente, il bambino versa ancora in gravi condizioni mentre gli altri si sono ripresi e sono stati dimessi dall’ospedale.
Per proteggersi dai fulmini quando ci si trova all’esterno bisogna evitare di ripararsi sotto gli alberi, allontanarsi dalle linee elettriche e telefoniche e non indossare o toccare oggetti metallici.

 

Iovine’s: una pizza imbattibile

iovines paris

Iovine’s: la pizza più buona di Parigi

Il tempo è nuvoloso oggi a Parigi e per ritrovare un pò di sole ho fatto un salto a Napoli, durante la pausa pranzo, concedendomi una deliziosa pizza da Iovine’s.
Situata a pochi passi dalla Borsa, dal Louvre e dal Palais Royal, la pizzeria contemporanea Iovine’s porta l’arte della pizza napoletana nel cuore di Parigi.
Il forno a legna di Nicola Iovine sforna autentici capolavori dalla pasta friabile e riccamente farciti di ingredienti genuini.
Le mie papille gustative sono andate in estasi davanti a una pizza Iovine copiosamente guarnita: mozzarella di bufala, pomodoro datterino, prosciutto di Parma, rucola scaglie di parmigiano e olio d’oliva ed  ho finalmente trovato una risposta all’eterna domanda “Dove mangiare la pizza più buona di Parigi?”

La pizza preparata e servita da Iovine’s non è un semplice impasto di acqua, lievito e farina ma un prodotto raffinato, curato nei dettagli,  foriero di una tradizione centenaria, una creazione personale, il frutto di una ricerca attenta e minuziosa.
Dall’amore per la buona gastronomia, la passione, la ricerca, il rispetto della tradizione napoletana nasce una pizza squisita e facilmente digeribile.
L’inconfondibile pizza di Nicola Iovine ha una pasta leggera realizzata con farina biologica italiana e una lunga lievitazione, fonde in bocca ed è sublimata da accompagnamenti gustosi e freschissimi.
Secondo me, la più buona di tutta Parigi.

Iovine’s
7 Rue du Colonel Driant
75001 Paris

9 maggio 2016: Peppino è vivo!

peppino

Peppino Impastato è vivo!

Ecco il programma degli eventi previsti a Cinisi, dal 6 al 10 maggio, per commemorare l’anniversario della morte di Peppino Impastato.

VENERDI 6 MAGGIO

ore 16,30 presso la sala civica del comune di Cinisi Convegno Antiracket Il coraggio di dire NO organizzato dai giovani Democratici. Interverranno: Elena Ferraro, imprenditrice antiracket di Castelvetrano; Gianluca Calì, imprenditore antiracket di Altavilla, Santi Paslazzolo, imprenditore antiracket di Cinisi; Salvo Ruffino (Moderatore).
ore 18,30 presso la sala civica del comune di Cinisi vi sarà la presentazione del libro Insieme a Felicia – Il coraggio nella voce delle donne di Gabriella Ebano, Navarra editore.
Interverranno: Franca Imbergamo (magistrato), Cristina Cucinella (Casa Memoria), Felicia Vitale (familiare di Felicia Bartolotta), Anna Puglisi (C.S.D.G.I.), Lucia Sardo (attrice), Gabriella Ebano (autrice), Ottavio Navarra (editore), Silvana Polizzi (moderatrice).

SABATO 7 MAGGIO

ore 10,00 presso la sala civica del comune di Cinisi a cura dell’Associazione Peppino Impastato Cinisi: dibattito e presentazione documentaria sul nostro territorio ed in particolare sull’ambiente marino costiero del golfo di Castellammare da Cinisi a San Vito Lo Capo e proposte di risanamento e recupero di alcuni siti tra cui Spiaggia San Cataldo. E’ previsto l’intervento di esperti (tecno-scientifico, legale, politico) e a seguire un dibattito per le proposte di recupero.
ore 16,00 presso Casa Memoria si terrà la Premiazione II° Memorial Peppino Impastato Torneo di Calcio organizzato dalla scuola calcio Acd Città di Cinisi
Ore 17:30 Presso la sala civica del comune di Cinisi, l’Associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato Onlus affronterà un tema storico di notevole importanza legato al delitto Moro e all’omicidio di Impastato. Nel convegno intitolato “9 maggio 1978 – Una tragedia italiana”, verranno trattati, per la prima volta dopo 38 anni, due avvenimenti tragici accaduti nello stesso giorno in un momento difficile per la storia del nostro Paese. Saranno presenti: Agnese Moro, figlia di Aldo Moro; Giovanni Impastato, fratello di Peppino; la giornalista-scrittrice Rita Di Giovacchino; Gianfranco Donadio, commissione parlamentare Moro- Impastato, Giovanni Russo Spena, presidente del comitato parlamentare 1998 presso la Commissione antimafia, e Umberto Santino, presidente del Centro Siciliano di Documentazione G. Impastato. Coordinerà l’incontro il giornalista Francesco La Licata.
A seguire un dibattito sulla storia e la memoria di Peppino Impastato a cura dell’ Associazione Peppino Impastato.

DOMENICA 8 MAGGIO

Ore:10,00 Tappa della terza edizione della “Moto Passeggiata alla Memoria”, intitolata quest’anno “Io sono Impastato di Legalità”, organizzata dal Moto Club Polizia di Stato delegazione di Palermo “Ruote libere”, che unisce simbolicamente il 9 maggio 1978, morte di Peppino, all’eccidio di Portella della Ginestra dell’1 maggio 1947. Per l’occasione sarà depositata sul luogo dell’omicidio una corona di fiori in memoria di Peppino.
Ore 10:30 presso la sala civica del Comune di Cinisi – Conferenza “Diritti umani e legalità -Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi a cura di Casa Memoria e AfrikaSì Onlus.
I relatori saranno i responsabili di Casa Memoria, AfrikaSì Onlus e rappresentanti di associazioni che si occupano di migranti  e diritto alla casa. Saranno proiettati due brevi video.
– Giovanni Impastato – Casa Memoria
– Alessandra Tiengo – Presid. AfrikaSì Onlus
– Fulvio Vassallo Paleologo – Ass. Diritti e frontiere
– Nino Rocca – Comitato di lotta per la casa 12 Luglio
Coordinerà l’incontro la giornalista e scrittrice Mimma Scigliano.
Ore 13,00 presso Pizzeria Impastato SS.113 contrada Valle Cera Pranzo per raccolta fondi a sostegno del progetto “La memoria e il presente” con Casa Memoria Impastato e Ass. Officina Rigenerazione (Per info: 3209434963)
Ore 16,00 presso la sala civica del comune di Cinisi Seminario su Mafia e Antimafia dal maxi processo ad oggi, organizzato dal Centro Siciliano di documentazione G.Impastato di Palermo.Introduce e coordina: Umberto Santino Presidente del C.S.D.G..
Interverranno: il presidente di Corte d’Assise Angelo Pellino, la docente di Sociologia Alessandra Dino, il presidente di Libero Futuro Enrico Colajanni, il  vicepresidente del Centro Impastato Ferdinando Siringo, che parlerà del progetto del Memoriale.
Ore 17,30 Seconda Premiazione II° Memorial Peppino Impastato presso Casa Memoria
Ore 21,00 presso l’Atrio comunale del comune di Cinisi saranno protagonisti la musica di Federico Cimini e il teatro di Giulio Cavalli.

LUNEDI 9 MAGGIO

Ore: 10,30 presso il casolare in via Sandro Pertini, vicolo 9 Maggio 1978, Presidio di protesta per l’esproprio del casolare dove fu assassinato Peppino Impastato. Ci saranno degli interventi da parte delle associazione che sostengono la nostra causa e delle  performance con interventi teatrali e musicali da parte degli attori del teatro Proskenion di Reggio Calabria e dell’attore Ludovico Caldarera e del musicista Michele Piccione con letture di poesia di Ignazio Buttitta e della leggenda di Colapesce.
Ore 17,00 Corteo storico del 9 maggio da Radio Aut di Terrasini a Casa Memoria Cinisi con interventi conclusivi.
Il CNCA, con il presidente Armando Zappolini, in occasione dell’assemblea nazionale che si svolgerà a Cinisi nei giorni 9 e 10 maggio 2016, parteciperà al corteo in memoria di Peppino. Gli attori del teatro Proskenion di Reggio Calabria saranno presenti anche al corteo con attività di coinvolgimento e di animazione per le strade di Cinisi  riprendendo le esperienze del’76.
Ore 21.00 presso l’Atrio comunale del Comune di Cinisi, VI° edizione del premio “Musica e Cultura”. Saranno presenti la Comunità San Benedetto al Porto di Genova fondata da Don Andrea Gallo e il vignettista Vauro ai quali verrà assegnato il premio che ritireranno nella stessa serata.
La serata si concluderà con una performance dell’artista Annalisa Insardà.

MARTEDI 10 MAGGIO
Ore 21,00: su Rai1 verrà trasmesso il film “Felicia Impastato” di Gianfranco Albano, con Lunetta Savino che interpreta Felicia Bartolotta.
Siamo contenti di comunicare che la Rai ha accettato la nostra proposta di trasmettere in prima visione nazionale il film su mamma Felicia in questo giorno, in continuità con le iniziative del “9 Maggio in memoria di Peppino Impastato”.

Eventi sportivi

Tanti anche gli eventi sportivi tra i quali, la biciclettata organizzata dalla cooperativa Libera-Mente, che gestisce il bene confiscato “Fiori di Campo” a Marina di Cinisi e dall’Associazione Margi Biker, e il campionato di calcio per i bambini II° Memorial Peppino ImpastatoTorneo di Calcio organizzatodalla scuola calcio Acd Città di Cinisi

Mostre che saranno aperte al pubblico dal 6 al 15 Maggio 2016:

Il filo rosso della memoria- Racconto artistico dedicato a Felicia e Peppino Impastato. Mostra pittorica di Pino Manzella. La mostra itinerante organizzata da Cgil Ravenna, Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Cgil Forlì, Coordinamento Libera Ravenna, Presidio Giuseppe Letizia Libera Forlimpopoli, Presidio Libera Forlì e Anpi Bagnacavallo, dopo aver percorso l’Emilia Romagna arriva a Cinisi. Presso sala Civica Comunale
“Ciao Guido – I viaggi” Foto di Guido Orlando. L’ Ass. AsaDin, l’Ass.Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, l’Ass.ne Peppino Impastato e La famiglia Orlando presentano una interessante esposizione di scatti fotografici di Guido Orlando fotografo professionista, compagno di Peppino e cofondatore di Casa Memoria, scomparso qualche anno fa, che raccontano l’anima, la quotidianità, la storia dei luoghi visitati, le emozioni, i sorrisi, la gente.
“LIFE IN THE SLUM” Through our eyes– Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi. Life in the slum è il frutto del percorso di studio e di lavoro di ragazze e ragazzi che vivono negli Slum (baraccopoli) di Nairobi. Imparare a fotografare nel cuore delle baraccopoli. E’ qui  che AfrikaSì Onlus ha accolto la richiesta di alcuni giovani che, incuriositi dalla macchina fotografica, hanno espresso la volontà di avvicinarsi al mondo della fotografia.
Io non ritratto”- Peppino Impastato una storia collettiva. Compagne, compagni,amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dall’Associazione AsaDin. Presso Sala Civica Comune di Cinisi

Dal 6 al 9 maggio il Camper di Radio 100 Passi sosterà di fronte l`ex casa Badalamenti, intervisterà alla radio gli ospiti presenti per le iniziative e trasmetterà in diretta web il discorso conclusivo del corteo e i concerti con una postazione in piazza Vittorio Emanuele Orlando di Cinisi.

C’era una volta il Concorde

concorde

Il Concorde del Musée Delta di Athis Mont

Poco lontano dall’aeroporto di Orly, il museo Delta di Athis Mont  offre la possibilità di ammirare da vicino un Concorde.
Nato dalla passione dell’ingegnere aeronautico Nicolas Roland Payen, il museo è aperto tutti i mercoledi e venerdi, dalle 14h alle 18h, per accompagnare i visitatori alla scoperta dei progressi tecnologici dell’aeronautica e svelare i segreti dei voli transoceanici: il muro del suono, le apparecchiature di bordo e le fasi di progettazione di un aereo.
Il Concorde 02 F-WTSA esposto effettuò il suo primo volo transatlantico nel 1973 e cessò di volare nel 1976.
L’interno dell’aereo e la cabina di pilotaggio sono stati ricreati rispettando le caratteristiche originarie dell’epoca e la diffusione in diretta della frequenza radio della torre dell’aeroporto di Orly ricorda il tempo in cui l’aereo volava.
La gloria di questo gioiello tecnologico è alimentata ancora oggi dagli amanti dell’aeronautica e dai collezionisti: il mito del Concorde resta vivo a distanza di parecchi anni dalla data di interruzione dei voli commerciali.
Se vi risulta difficile recarvi a Athis Mont per visitare il Concorde, potete scoprire l’aereo supersonico virtualmente accedendo a questa pagina.

Il progetto di costruire un aereo civile supersonico risale alla fine degli anni 1950.
Il Concorde, nato dalla collaborazione tra l’Aérospatiale e la British Aerospace, poteva raggiungere una velocità di crociera di Mach 2 (2179 km/h) a un’altitudine di 15.650 metri e attraversare l’oceano Atlantico in meno di quattro ore.
Naturalmente i prezzi dei biglietti non erano accessibili a tutti: un volo d’andata e ritorno Parigi-New York costava circa 9000€!
L’assemblaggio finale del prototipo Concorde 001 avvenne a Tolosa nell’aprile del 1966 e il primo volo il 2 marzo del 1969 con André Turcat ai comandi, assistito da Jacques Guignard, Henri Perrier e Michel Retif.

In seguito al tragico incidente del 25 luglio 2000, a Gonesse, vicino l’aeroporto Charles de Gaulle, British Airways e Air France decisero di non proseguire i voli commerciali del Concorde segnando la fine di una leggenda.

Musée Delta
40 Avenue Jean-Pierre Bénard
91200 Athis-Mons

 

Max Gazzé torna a Parigi

Max Gazzé

Max Gazzé

Il grande Max Gazzé torna a Parigi  nell’ambito del suo tour europeo per presentare l’album Maximilian che contiene dieci nuove canzoni scritte in collaborazione con il fratello Francesco Gazzé, Francis Gaharwar e altri artisti.
Il cantante romano, di origini siciliane, definisce Maximilian come “un uomo né del passato né del futuro, ma di un presente diverso, di un’altra dimensione”.
Il primo singolo dell’album, La vita com’è, è uscito lo scorso ottobre e ha riscontrato un enorme successo di pubblico con più di due milioni di visualizzazioni su Youtube.
Il bassista-compositore calcherà nuovamente la scena della Bellevilloise che l’anno scorso ha ospitato la superband Fabi-Gazzé-Silvestri.
Max si esibirà in concerto in Francia, Inghilterra, Irlanda, Germania, Belgio, Olanda, Lussemburgo e Svizzera, dal 5 al 21 maggio 2016.
Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale o la pagina Facebook di Max Gazzé.

La Bellevilloise
9 Maggio 2016 alle 21h
19-21 Rue Boyer
75020 Paris
M° Gambetta

Monumenta 2016: Empires

Monumenta 2016

Empires

Organizzata dal ministero della cultura dal 2007 nel maestoso contesto del Grand Palais, la mostra Monumenta offre ogni anno a un artista di fama internazionale la possibilità di rivisitare questa enorme superficie di circa 13.500 metri quadrati surmontata da una splendida cupola vetrata.
Dopo il tedesco Anselm Kiefer, l’americano Richard Serra, il francese Christian Boltanski, il britannico Anish Kapoor, il francese Daniel Buren e i coniugi russi Ilya et Emilia Kabokov,  tocca al cinese Huang Yong Ping lasciare la propria personale impronta sotto la navata del Grand Palais.

Huang Yong Ping, considerato l’ideatore dell’arte contemporanea in Cina, ha già stupito il pubblico francese con opere monumentali e sorprendenti: un serpente lungo 130 metri installato nell’estuario di Saint Nazaire, una piovra gigante che allunga i tentacoli consumati dall’inquinamento nel museo de l’Hospice-Comtesse di Lille, un elefante a grandezza naturale nell’Istituto Bernard Maigrez di Bordeaux.
Per questa settima edizione Monumenta accoglie Empires, un percorso immaginato per far riflettere lo spettatore sulle trasformazioni del nostro mondo e sul concetto di potenza.

Un’immensa installazione formata da otto isolotti, racchiusi in una struttura, proietta la sua ombra sulla navata del Grand Palais simboleggiando il mondo economico odierno.
La società appare divisa in otto sfere d’influenza che si confrontano tra loro come degli Imperi: Strategia, Tattica, Politica, Arte, Arte della guerra, Voglia di potere e ricchezza, Rovina, Nascita o Rinascita della società.
Impregnato di cultura dadaista e filosofia taoista, Huang Yong Ping enfatizza i cambiamenti del mondo puntando l’obiettivo sui disastri ecologici.

Monumenta
Dal l’8 maggio al 18 giugno 2016
Grand Palais
3 Avenue du Général Eisenhower
75008 Paris

Racina : la Sicilia conquista la rue Mouffetard

Racina

Racina

Situata lungo la rue Descartes a due passi dal Panthéon, dalla romantica Place de la Contrescarpe e dal’animata rue Mouffetard,  Racina propone ai parigini i sapori autentici della cucina siciliana.
Vari amici mi avevano elogiato le qualità di questo ristorantino incastonato nel cuore del quartiere latino e decido finalmente di assaggiare le sue specialità.
Mi reco da Racina un lunedi, durante la pausa pranzo al lavoro, e mi entusiasmo molto percorrendo la rue du Cardinal Lemoine: quel quartiere ricco di storia e cultura che ha accolto tra le sue mura scrittori e umanisti del calibro di Rabelais, Hemingway, Joyce, Orwell e Verlaine, ha ospitato anche un nuddu miscatu cu nenti chiamato Gaspare Impastato.
Ho abitato per quasi cinque anni in un appartamentino situato lungo la rue Blainville, una stradina che incrocia la Place de la Contrescarpe, e ricordo con grande nostalgia le giornate trascorse tra le strade e i vicoli di questo quartiere magico: la Musette danzante della domenica mattina di fronte alla chiesa Saint Médard, l’albero blu che osserva i passanti, i pomeriggi spensierati al Bowling, i deliziosi piatti del Petit Prince e del Pot de Terre e un’atmosfera unica, impregnata di storia e tradizioni, che pochi quartieri di Parigi possiedono.
Superata la tempesta emozionale dovuta ai ricordi, arrivo davanti la porta di Racina e mi metto in fila per accedere al locale.

Racina (termine siciliano per designare l’uva, molto vicino foneticamente alla parola francese raisin) è un ottimo indirizzo per i siciliani a Parigi e, più in generale, per gli amanti della buona tavola.
Gli ingredienti essenziali che fanno di Racina una perla rara nell’universo gastronomico parigino sono l’autentica sicilianità, i sapori genuini, e la squisita gentilezza dei proprietari.
Mi delizio gustando una pizza vegetariana appena sfornata e sublimo il mio pasto con un cannolo sicilano: un vero cannolo farcito con ricotta di pecora proveniente direttamente dalla Trinacria.
Da Racina potrete assaporare le mitiche arancine siciliane, panzerotti, rollò con wustel, deliziose cassatine e bere un ottimo caffé.
Che aspettate per farvi un salto?

Racina
43 rue Descartes
75005 Paris

Rusidda: una rosa siciliana

Rusidda

Rusidda

Una rosa fresca e profumata è da poco sbocciata nel cuore di Parigi: Rusidda, una frizzante épicerie siciliana.
I parigini amanti della cucina mediterranea e i siciliani residenti a Parigi diventeranno clienti affezionati di questo ristorantino situato lungo la rue Borda, a due passi dal Musée des Arts et Métiers.
In questa caverna di Ali Babà, dedicata agli amanti della gastronomia italiana e dei prodotti della tradizione culinaria siciliana, i palati più raffinati avranno l’imbarazzo della scelta: parmigiano reggiano, pecorino pepato, crema di zucchine, paté di capperi, pasta trafilata al bronzo, ricotta di pecora, gorgonzola, burrata, prosciutto dei Nebrodi, bresaola, salsa di pomodori ciliegino, olio d’oliva, pesto al pistacchio di Bronte, miele millefiori e tanto altro ancora.

Un tipico carretto siciliano è utilizzato per presentare elagantemente una sapiente selezione di vini tra cui il Nero d’Avola e il Rocamora.
Il modo migliore per assaporare tutta la bontà di Rusidda è un pranzo o una cena in quest’angolo di Sicilia a Parigi: potrete gustare un vassoio di salumi e formaggi,  la pasta del giorno (busiate, caserecce, trofie, maccheroncini), uno squisito pizzolo (un gustosissimo incrocio tra un panino e una pizza) e concludere il vostro viaggio gastronomico con un cannolo, una panna cotta o un tiramisù.
Amélie, Giulia et GianMarco vi aspettano per deliziare le vostre papille gustative.

Rusidda
1 Rue Borda
75003 Paris
09 86 47 54 74