Il Mondiale del Tatuaggio 2017

2017-mondial-tatouage

Mondiale del tatuaggio 2017

Parigi è anche la capitale dei saloni: insoliti, culturali, gastronomici, colorati, irriverenti, bizzarri. Ne esistono tantissimi e per tutti i gusti.
Naturalmente non poteva mancare un evento dedicato a un’arte diffusa e molto amata in tutto il mondo: il tatuaggio.
L’arte di decorare il corpo con disegni indelebili risale addirittura al neolitico; fin da tempi lontanissimi l’uomo ha sentito il bisogno di abbellire o di distinguere il proprio corpo attraverso disegni e simboli.
Le ragioni che spingono gli uomini a farsi tatuare possono essere cosmetiche, religiose e/o sociologiche e ogni individuo attribuisce un particolare significato al tatuaggio che porta sul corpo.

In seguito all’enorme successo riscosso nelle precedenti edizioni, il Mondiale del Tatuaggio ritorna a Parigi quest’anno con tre giornate eccezionali dedicate all’arte di decorare e colorare la pelle.
Una buona notizia per gli amanti dei tatoo che non mancheranno per nulla al mondo l’appuntamento alla Grande Halle de la Villette.
Grazie all’iniziativa del tatuatore parigino Tin-Tin, dopo 13 anni di assenza dalla capitale francese il Mondiale del tatuaggio è tornato a Parigi due anni fa.
Nel 2013 l’evento è stato ospitato al 104 e dalmarzo del 2014 i tatuatori di tutto il mondo hanno incontrato migliaia di visitatori al parco de la Villette beneficiando di uno spazio espositivo più importante e rinnovandosi con nuove attività: concorsi di tatuaggio (miglior tatuatore in bianco e nero, miglior tatuatore a colori), concerti, esposizioni artistiche, invitati d’onore, performance straordinarie, animazioni culturali e creazioni originali.
Tatuatori e tatuati si ritroveranno dal 3 al 5 marzo per celebrare il tatuaggio artistico.
Se, poi, l’idea di farvi tatuare vi tenta potrebbe essere l’occasione giusta per fare il grande passo.

Mondiale del tatuaggio 2017
3-4-5 Marzo 2016
Grande Halle de la Villette
Parc de La Villette
211 Avenue Jean Jaurès
75019 Paris

Harry’s bar: and the winner is…

harry's bar - paris - straw vote

Harry’s bar

Oltre a essere il più antico pub americano della ville lumière, l’Harry’s bar è stato il luogo prediletto da varie star e celebrità: Ernest Hemingway, Jean-Paul Sartre, Antoine Blondin, Bill Tilden, Jacques Prévert, Coco Chanel, Jack Dempsey, Rita Hayworth, Scott e Zelda Fitzgerald, Humphrey Bogart e tanti altri.
Fondato nel 1860, questo luogo leggendario è diventato famoso per il cosiddetto Straw vote, una votazione realizzata in anticipo rispetto a quella ufficiale degli USA per conoscere il nome del nuovo Presidente degli Stati Uniti.

Dal 1924, data in cui lo Straw vote fu indetto per la prima volta all’Harry’s bar, solo due errori sono stati registrati sul pronostico dell’elezione del Presidente: nel 1976 quando i risultati del sondaggio parigino designarono Ford come grande vincitore ma fu Carter che entrò alla Casa Bianca e nel 2004 quando Bush fu eletto per un secondo mandato ribaltando le proiezioni che davano Kerry come vincitore.
Il locale, situato nell’animato quartiere Opéra, può essere considerato un piccolo istituto di sondaggi, un termometro che rivela le intenzioni di voto del popolo americano.
Ogni quattro anni, in occasione delle elezioni presidenziali, grande è il fermento che investe l’Harry’s bar.
A partire da un mese prima la data fatidica, ogni persona detentrice di un passaporto americano può esprimere la propria preferenza di voto inserendo una scheda fittizia nell’urna posta all’ingresso del bar.
Ogni settimana viene eseguto uno spoglio delle schede e il risultato viene affisso su una tabella.

Il prossimo 8 novembre, l’Harry’s bar si prepara a una lunga notte nell’attesa di conoscere il nome del quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d’America.
Hillary Clinton o Donald Trump, chi vincerà ?

Harry’s Bar
5 Rue Daunou
75002 Paris

Le giornate europee del patrimonio

journees-patrimoine2016

Le JEP 2016

Le prossime giornate europee del patrimonio si svolgeranno il 17 e il 18 settembre 2016 intorno al tema Patrimonio  e cittadinanza.
E’ l’occasione unica per scoprire, gratuitamente, quelle meraviglie che sono inaccessibili durante il resto dell’anno.
Bisogna approfittare di quest’evento in cui i grandi edifici istituzionali o privati aprono le loro porte al pubblico due giorni l’anno.
Create nel 1984 dal ministero della cultura, le giornate europee del patrimonio hanno luogo il terzo week-end di Settembre.
E’ un evento culturale di grande portata che manifesta l’interesse dei parigini verso la storia e l’arte.
Il successo della manifestazione risiede nella grande varietà e diversità del patrimonio culturale proposto ai visitatori: contemporaneamente ai capolavori architettonici religiosi e civili, vengono rivalorizzati parchi e giardini, siti archeologici, attività industriali o agricole, il patrimonio letterario, fluviale e militare.
Le Journées européennes du patrimoine sono l’occasione per un grande numero di visitatori di scoprire edifici pubblici (il Palazzo dell’Eliseo, il Senato, numerosi ministeri, ambasciate, prefetture, municipi, teatri, ospedali, scuole) e privati (ville o castelli, fabbriche) che aprono eccezionalmente le loro porte, svelando i retroscena e le collezioni segrete.
Altri monumenti, normalmente aperti al pubblico, propongono per l’occasione manifestazioni originali: visite guidate, concerti, circuiti a tema, rappresentazioni teatrali e tanto altro ancora.

Dal 1995, uno o più temi nazionali permettono di personalizzare l’iniziativa, mettendo in luce uno o più aspetti del patrimonio collettivo e di strutturare la comunicazione dell’evento.
Questi temi permettono di dare delle sfumature particolari alla manifestazione.

1995: Patrimonio e cinema
1996: Patrimonio e letteratura
1997: Patrimonio, feste e giochi e Patrimonio industriale
1998: Mestieri e conoscenza
1999: Patrimonio e cittadinanza europea
2000: Patrimonio del XX secolo
2002: Patrimonio e territorio
2003: Patrimonio spirituale
2004: Patrimonio, scienze e tecniche
2005: Amo il mio patrimonio
2006: Facciamo vivere il nostro patrimonio
2007: I mestieri del patrimonio, uomini e donne al servizio dei beni culturali
2008: Patrimonio e creazione
2009: Un patrimonio accessibile a tutti
2010: I grandi uomini
2011: Viaggio del patrimonio
2012: I patrimoni nascosti
2013: Cento anni di protezione
2014: Patrimonio culturale, patrimonio naturale
2015: Il patrimoinio del XXI secolo, una storia d’avvenire

Le visite dei siti e dei monumenti appartenenti allo Stato sono, in genere, gratuite.
I proprietari privati applicano delle tariffe preferenziali.

Technoparade 2016

La Technoparade

La Technoparade

La diciottesima edizione della Techno Parade di Parigi avrà luogo sabato 17 Settembre 2016.
Il percorso della sfilata cambia ogni anno e assembla migliaia di persone provenienti da tutto il mondo con il solo obiettivo di divertirsi.
Tutti i fanatici di musica elettronica e house si ritroveranno, come ogni anno, per partecipare a quest’enorme festa colorata e bizzarra caratterizzata dalla presenza di numerosi carri, un’atmosfera frizzante spettacoli e balli sfrenati.
La Techno Parade è stata creata nel 1998 dall’associazione Technopol al fine di rivendicare l’esistenza della cultura elettronica.
La manifestazione è sostanzialmente cambiata nel corso degli anni e rappresenta oggi uno spettacolo multiforme e originale.
Piú di 150 DJs si preparano ad accendere la ville lumière grazie alla loro musica che sarà trasmessa dai tanti altoparlanti disseminati lungo tutto il percorso.
Dopo Bob Sinclar nel 2011, Agoria nel 2012, DJ Popof nel 2013 e i Dirtyphonics lo scorso anno, chi sarà il padrino di quest’edizione?
La Techno Parade rappresenta lo spazio d’espressione prediletto dagli amanti dei generi musicali elettronici : Jungle, Hardcore, Trance, House, Electro, Dub, Techno, Experimental… 7 ore di mix in un’atmosfera indiavolata!

Per conoscere la lista dei carri partecipanti, il percorso della sfilata indiavolata e avere maggiori informazioni visitate il sito ufficiale della manifestazione.

Sabato 17 Settembre 2016
www.technoparade.fr

La festa di Ganesh a Parigi

Il tempio di Ganesh

Il tempio di Sri Manicka Vinayakar Alayam, organizza ogni anno dal 1996 la festa di Ganesh.
Questo tempio è l’unico edificio religioso induista di Parigi e rappresenta il solo luogo della capitale francese dove poter conoscere più da vicino questa religione che conta più di ottocento milioni di fedeli nel mondo.
Creato nel 1983 da un tamoul originario dello sri-lanka, il tempio è dedicato a Ganesh, divinitá dalla testa d’elefante.
Figlio di Siva (una delle tre divinitá maggiori dell’induismo) e di Parvati, Ganesh è il dio della saggezza e della prosperitá, uno dei piú rispettati e venerati di tutta l’India.
Di ritorno da un lungo viaggio, Siva scoprì sua moglie in compagnia di un ragazzo sconosciuto e non potendo immaginare che si trattasse di suo figlio, cresciuto durante la sua lunga assenza, lo fece decapitare.
Parvati disperata obbligó Siva a riparare all’errore sostituendo la testa del figlio con quella del primo essere vivente che si presentó ai suoi occhi ovvero un elefante.
Se visiterete questo tempio induista resterete senza dubbio stupiti dalla complessitá delle cerimonie e dalla generositá dei fedeli.
Il sabato e la domenica mattina vengono distribuiti pasti vegetariani gratuiti.

Il prossimo 28 agosto Ganesh, divinità dalle quattro braccia e dalla testa d’elefante, trasformerà il XVIII arrondissement di Parigi in una città indiana.
Le cerimonie religiose inizieranno al tempio alle 9h.
Il corteo partirà dal tempio alle 11h e sfilerà fino alle 15h.

Ecco il percorso della sfilata:

Partenza dal 17, rue Pajol, dalle 11h alle 11h30
– rue Perdonnet
– rue du Faubourg Saint-Denis
– rue Marx Dormoy
– rue Ordener
– boulevard Barbès
– rue Labat
– rue Marcadet
– retour par la rue Ordener
– rue Philippe de Girard
Arrivo al 17, rue Pajol intorno alle 15h

In testa al corteo si troveranno i suonatori di flauto e i ballerini con in testa un recipiente in terracotta dove brucia la canfora.
Le statue di Ganesh e di suo fratello Muruga saranno portate in processione su colorati carri trainiati da donne e uomini vestiti con i tradizionali sari indiani.
Lungo tutto il percorso, decine di noci di cocco saranno aperte e offerte simbolicamente alla divinità, la scorza della noce simboleggia l’illusione del mondo e l’acqua l’ego dell’uomo: rompendo la noce di cocco si offre il proprio cuore a Ganesh e si ottiene la sua protezione.
Nel corso della sfilata bevande, dolci e alimenti benedetti saranno offerti al pubblico nel rispetto dello spirito di condivisione e convivialità tipico della festa induista.

Festa di Ganesh
Domenica 28 agosto 2016

Tempio di Sri Manicka Vinayakar Alayam
17 rue Pajol
75018 Paris

Paris Plage 2016

Paris Plage 2014

Paris Plage 2016

Dal 18 luglio al 21 agosto, le banchine della Senna si transformeranno in una frizzante spiaggia per la gioia dei parigini in cerca di relax.
La celebre iniziativa estiva Paris Plage, giunta alla sua quattordicesima edizione, è oramai divenuta una tradizione ben radicata nello spirito dei parigini.
Paris Plage è una manifestazione estiva ideata e allestita dalla municipalità di Parigi dal 2002.
Ogni anno, nel periodo compreso tra luglio e agosto, per circa 4-5 settimane, su un’estensione di 3 km, le banchine della Senna (rive droite), la piazza dell’ Hôtel de Ville e il bacino della Villette, ospitano attività sportive e ludiche, trasformandosi magicamente in spiagge di sabbia ed erba, con tanto di palme che costeggiano il percorso del fiume.
Un turista, non al corrente della manifestazione, potrebbe pensare a un vero e proprio miraggio vedendo il lungo-Senna ricoperto da cinquemila tonnellate di sabbia.

Un’insolita atmosfera vacanziera s’impossessa delle banchine che vanno dal Pont Henri IV alle Tuileries: piscine, bimbi che giocano coi racchettoni, castelli di sabbia, tornei di beach volley, corsi di danza latino-americana, aquagym e partite a bocce.
Nel corso degli anni, lo spazio destinato alla manifestazione é andato ampliandosi e oggi comprende svariati siti, ognuno dei quali si distingue per attività diverse e peculiarità uniche.
Tante sono le attività che potrete praticare a Paris Plage: da un rilassante massaggio realizzato da mani esperte alle varie attività sportive proposte.
Potrete cimentarvi in stage di pittura, giocare a scacchi, prendere libri in prestito e ballare circondati da un’atmosfera insolita ed esotica.

Gli appassionati di sport acquatici potranno praticare le loro attività preferite, dal kayak al pedalò, presso il bacino della Villette.
Dal punto di vista musicale, Paris Plage organizza l’attesissimo festival FNAC Live che si terrà dal 15 al 18 luglio davanti l’Hotel de Ville e ospiterà cantanti del calibro di Jeanne Added, Ibeyi, Curtis Harding, Dominique A, Etienne de Crécy e Baxter Dury.

Paris Plage 2016
Dal 18 luglio al 23 agosto
– Voies Georges Pompidou
– Hôtel de Ville
– La Villette

Laura Pausini a Bercy

laura pausini paris

Laura Pausini a Parigi

La celebre cantante italiana si esibirà a  Parigi il 12 ottobre 2016  per presentare il suo ultimo album Simili.
Nata il 16 maggio 1974, Laura cresce nel piccolo villaggio di Solarolo dove conosce per la prima volta la musica grazie al padre e ai suoi spettacoli di piano-bar.
Laura Pausini ha assaporato la gioia del successo e della notorietà con la famosa canzone La Solitudine che vinse il festival di Sanremo 1993.
Oggi la Pausini è una star internazionale e rappresenta degnamente la voce italiana nel mondo.
Vera e propria icona in Italia e nei Paesi dell’America latina, Laura ha cantato in italiano, inglese, spagnolo e francese ricevendo 3 Grammy Awards e vendendo più di 70 milioni di album nel mondo.
Tra le tante perle che impreziosiscono la carriera di questa eclettica cantante, bisogna citare gli indimenticabili duetti con Celine Dion, Mariah Carey, Ricky Martin, Hélène Segara e tanti altri artisti internazionali.

12 ottobre 2016
AccorHotels Arena
8 boulevard de Bercy
75012 Paris