9 maggio 2016: Peppino è vivo!

peppino

Peppino Impastato è vivo!

Ecco il programma degli eventi previsti a Cinisi, dal 6 al 10 maggio, per commemorare l’anniversario della morte di Peppino Impastato.

VENERDI 6 MAGGIO

ore 16,30 presso la sala civica del comune di Cinisi Convegno Antiracket Il coraggio di dire NO organizzato dai giovani Democratici. Interverranno: Elena Ferraro, imprenditrice antiracket di Castelvetrano; Gianluca Calì, imprenditore antiracket di Altavilla, Santi Paslazzolo, imprenditore antiracket di Cinisi; Salvo Ruffino (Moderatore).
ore 18,30 presso la sala civica del comune di Cinisi vi sarà la presentazione del libro Insieme a Felicia – Il coraggio nella voce delle donne di Gabriella Ebano, Navarra editore.
Interverranno: Franca Imbergamo (magistrato), Cristina Cucinella (Casa Memoria), Felicia Vitale (familiare di Felicia Bartolotta), Anna Puglisi (C.S.D.G.I.), Lucia Sardo (attrice), Gabriella Ebano (autrice), Ottavio Navarra (editore), Silvana Polizzi (moderatrice).

SABATO 7 MAGGIO

ore 10,00 presso la sala civica del comune di Cinisi a cura dell’Associazione Peppino Impastato Cinisi: dibattito e presentazione documentaria sul nostro territorio ed in particolare sull’ambiente marino costiero del golfo di Castellammare da Cinisi a San Vito Lo Capo e proposte di risanamento e recupero di alcuni siti tra cui Spiaggia San Cataldo. E’ previsto l’intervento di esperti (tecno-scientifico, legale, politico) e a seguire un dibattito per le proposte di recupero.
ore 16,00 presso Casa Memoria si terrà la Premiazione II° Memorial Peppino Impastato Torneo di Calcio organizzato dalla scuola calcio Acd Città di Cinisi
Ore 17:30 Presso la sala civica del comune di Cinisi, l’Associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato Onlus affronterà un tema storico di notevole importanza legato al delitto Moro e all’omicidio di Impastato. Nel convegno intitolato “9 maggio 1978 – Una tragedia italiana”, verranno trattati, per la prima volta dopo 38 anni, due avvenimenti tragici accaduti nello stesso giorno in un momento difficile per la storia del nostro Paese. Saranno presenti: Agnese Moro, figlia di Aldo Moro; Giovanni Impastato, fratello di Peppino; la giornalista-scrittrice Rita Di Giovacchino; Gianfranco Donadio, commissione parlamentare Moro- Impastato, Giovanni Russo Spena, presidente del comitato parlamentare 1998 presso la Commissione antimafia, e Umberto Santino, presidente del Centro Siciliano di Documentazione G. Impastato. Coordinerà l’incontro il giornalista Francesco La Licata.
A seguire un dibattito sulla storia e la memoria di Peppino Impastato a cura dell’ Associazione Peppino Impastato.

DOMENICA 8 MAGGIO

Ore:10,00 Tappa della terza edizione della “Moto Passeggiata alla Memoria”, intitolata quest’anno “Io sono Impastato di Legalità”, organizzata dal Moto Club Polizia di Stato delegazione di Palermo “Ruote libere”, che unisce simbolicamente il 9 maggio 1978, morte di Peppino, all’eccidio di Portella della Ginestra dell’1 maggio 1947. Per l’occasione sarà depositata sul luogo dell’omicidio una corona di fiori in memoria di Peppino.
Ore 10:30 presso la sala civica del Comune di Cinisi – Conferenza “Diritti umani e legalità -Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi a cura di Casa Memoria e AfrikaSì Onlus.
I relatori saranno i responsabili di Casa Memoria, AfrikaSì Onlus e rappresentanti di associazioni che si occupano di migranti  e diritto alla casa. Saranno proiettati due brevi video.
– Giovanni Impastato – Casa Memoria
– Alessandra Tiengo – Presid. AfrikaSì Onlus
– Fulvio Vassallo Paleologo – Ass. Diritti e frontiere
– Nino Rocca – Comitato di lotta per la casa 12 Luglio
Coordinerà l’incontro la giornalista e scrittrice Mimma Scigliano.
Ore 13,00 presso Pizzeria Impastato SS.113 contrada Valle Cera Pranzo per raccolta fondi a sostegno del progetto “La memoria e il presente” con Casa Memoria Impastato e Ass. Officina Rigenerazione (Per info: 3209434963)
Ore 16,00 presso la sala civica del comune di Cinisi Seminario su Mafia e Antimafia dal maxi processo ad oggi, organizzato dal Centro Siciliano di documentazione G.Impastato di Palermo.Introduce e coordina: Umberto Santino Presidente del C.S.D.G..
Interverranno: il presidente di Corte d’Assise Angelo Pellino, la docente di Sociologia Alessandra Dino, il presidente di Libero Futuro Enrico Colajanni, il  vicepresidente del Centro Impastato Ferdinando Siringo, che parlerà del progetto del Memoriale.
Ore 17,30 Seconda Premiazione II° Memorial Peppino Impastato presso Casa Memoria
Ore 21,00 presso l’Atrio comunale del comune di Cinisi saranno protagonisti la musica di Federico Cimini e il teatro di Giulio Cavalli.

LUNEDI 9 MAGGIO

Ore: 10,30 presso il casolare in via Sandro Pertini, vicolo 9 Maggio 1978, Presidio di protesta per l’esproprio del casolare dove fu assassinato Peppino Impastato. Ci saranno degli interventi da parte delle associazione che sostengono la nostra causa e delle  performance con interventi teatrali e musicali da parte degli attori del teatro Proskenion di Reggio Calabria e dell’attore Ludovico Caldarera e del musicista Michele Piccione con letture di poesia di Ignazio Buttitta e della leggenda di Colapesce.
Ore 17,00 Corteo storico del 9 maggio da Radio Aut di Terrasini a Casa Memoria Cinisi con interventi conclusivi.
Il CNCA, con il presidente Armando Zappolini, in occasione dell’assemblea nazionale che si svolgerà a Cinisi nei giorni 9 e 10 maggio 2016, parteciperà al corteo in memoria di Peppino. Gli attori del teatro Proskenion di Reggio Calabria saranno presenti anche al corteo con attività di coinvolgimento e di animazione per le strade di Cinisi  riprendendo le esperienze del’76.
Ore 21.00 presso l’Atrio comunale del Comune di Cinisi, VI° edizione del premio “Musica e Cultura”. Saranno presenti la Comunità San Benedetto al Porto di Genova fondata da Don Andrea Gallo e il vignettista Vauro ai quali verrà assegnato il premio che ritireranno nella stessa serata.
La serata si concluderà con una performance dell’artista Annalisa Insardà.

MARTEDI 10 MAGGIO
Ore 21,00: su Rai1 verrà trasmesso il film “Felicia Impastato” di Gianfranco Albano, con Lunetta Savino che interpreta Felicia Bartolotta.
Siamo contenti di comunicare che la Rai ha accettato la nostra proposta di trasmettere in prima visione nazionale il film su mamma Felicia in questo giorno, in continuità con le iniziative del “9 Maggio in memoria di Peppino Impastato”.

Eventi sportivi

Tanti anche gli eventi sportivi tra i quali, la biciclettata organizzata dalla cooperativa Libera-Mente, che gestisce il bene confiscato “Fiori di Campo” a Marina di Cinisi e dall’Associazione Margi Biker, e il campionato di calcio per i bambini II° Memorial Peppino ImpastatoTorneo di Calcio organizzatodalla scuola calcio Acd Città di Cinisi

Mostre che saranno aperte al pubblico dal 6 al 15 Maggio 2016:

Il filo rosso della memoria- Racconto artistico dedicato a Felicia e Peppino Impastato. Mostra pittorica di Pino Manzella. La mostra itinerante organizzata da Cgil Ravenna, Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Cgil Forlì, Coordinamento Libera Ravenna, Presidio Giuseppe Letizia Libera Forlimpopoli, Presidio Libera Forlì e Anpi Bagnacavallo, dopo aver percorso l’Emilia Romagna arriva a Cinisi. Presso sala Civica Comunale
“Ciao Guido – I viaggi” Foto di Guido Orlando. L’ Ass. AsaDin, l’Ass.Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, l’Ass.ne Peppino Impastato e La famiglia Orlando presentano una interessante esposizione di scatti fotografici di Guido Orlando fotografo professionista, compagno di Peppino e cofondatore di Casa Memoria, scomparso qualche anno fa, che raccontano l’anima, la quotidianità, la storia dei luoghi visitati, le emozioni, i sorrisi, la gente.
“LIFE IN THE SLUM” Through our eyes– Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi. Life in the slum è il frutto del percorso di studio e di lavoro di ragazze e ragazzi che vivono negli Slum (baraccopoli) di Nairobi. Imparare a fotografare nel cuore delle baraccopoli. E’ qui  che AfrikaSì Onlus ha accolto la richiesta di alcuni giovani che, incuriositi dalla macchina fotografica, hanno espresso la volontà di avvicinarsi al mondo della fotografia.
Io non ritratto”- Peppino Impastato una storia collettiva. Compagne, compagni,amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dall’Associazione AsaDin. Presso Sala Civica Comune di Cinisi

Dal 6 al 9 maggio il Camper di Radio 100 Passi sosterà di fronte l`ex casa Badalamenti, intervisterà alla radio gli ospiti presenti per le iniziative e trasmetterà in diretta web il discorso conclusivo del corteo e i concerti con una postazione in piazza Vittorio Emanuele Orlando di Cinisi.

Annunci

La Fiamma dell’Alma

La Fiamma dell’Alma

La fiamma della libertà è un monumento situato nell’VIII arrondissement di Parigi, poco lontano dal tristemente conosciuto ponte dell’Alma, dove nel 1997 perse la vita in un incidente stradale Lady Diana.
La fiamma rappresenta una riproduzione a grandezza reale della torcia in mano alla statua della libertà posta all’entrata del porto di New York.
Il monumento, misura 3,5 metri, e si compone di una scultura rappresentante una fiamma in rame dorata riposta su una base di marmo grigio e nero.
La scultura è stata offerta alla Francia dagli Stati Uniti nel 1989 come segno di ringraziamento per il restauro della statua della libertà.
L’operazione di restauro era stata realizzata tre anni prima da due ditte francesi: les Métalliers Champenois per il lavoro sul rame e les ateliers Gohard per la doratura della fiamma.
La fiamma rappresenta un simbolo dell’amicizia che unisce i due paesi come anche la stessa statua della libertá che è stata offerta agli Stati Uniti dalla Francia.
Il monumento doveva inizialmente essere installato sulla place des Etats Unis ma il sindaco di Parigi, allora Jacques Chirac, si oppose e scelse di piazzarlo all’incrocio tra l’avenue di New York e la place de l’Alma, dove si trova attualmente.
La fiamma è stata inaugurata il 10 maggio 1989 da Chirac e una targa commemorativa ne ricorda la storia:
“Donné aux français par des donateurs du monde entier en symbole de l’amitié franco-américaine. À l’occasion du centenaire de l’International Herald Tribune. Paris 1887-1987.”

Il monumento, che era stato dimenticato nel corso degli anni, ha attirato grande attenzione nel 1997 in seguito all’incidente stradale di cui è stata vittima Lady Diana nel sottopassaggio situato sotto al monumento.
La mattina del 31 agosto 1997, quando la morte di Lady D venne annunciata, la fiamma della libertà è stata rapidamente ricoperta da fiori e messaggi lasciati da anonimi ammiratori e turisti.
La fiamma della libertà è diventata rapidamente un altare dedicato alla memoria di Lady Diana e molti visitatori pensano che il monumento sia stata creato appositamente  per commemorare il ricordo della principessa inglese.
Bisogna riconoscere che il simbolo della fiamma richiama la canzone Candle in the Wind che Elton John ha dedicato a Lady D.

Place de l’Alma
75008 Paris
Metro: Alma (linea 9)

Buon compleanno Asterix!

La stele in Place de la ConcordeIn occasione del cinquantesimo anniversario della nascita del celebre personaggio nato dalla fantasia di René Goscinny e Albert Uderzo, un’esposizione è stata allestita nel Museo del Medioevo.
Le opere dedicate ad Asterix e Obelix sono ospitate nel “frigidarium”: si tratta di una trentina di bozze e disegni utilizzati per la realizzazione di fumetti e cartoni animati del famoso e forzuto eroe gallico.
La mostra rappresenta un’occasione unica per scoprire il processo creativo che sta dietro al fumetto, dall’idea alla realizzazione, dalla prima bozza allo scenario definitivo, dallo schizzo a matita alle tavole a colori.
All’esterno del museo, una serie di disegni affissi sulla cancellata, riprendono  in maniera parodistica e ironica tutta una serie di opere classiche famose.

Sempre in occasione del cinquantesimo compleanno di Asterix, un’esposizione urbana dal titolo Les gaulois envahissent Paris è stata allestita in vari posti della città: da non perdere l’opera situata in Place de la Concorde dove, in onore dell’eroe baffuto e del suo inseparabile amico Obelix, e’ stata sistemata una stele.

28 octobre 2009 – 3 janvier 2010
Musée de Cluny, musée national du Moyen Âge
6 Place Paul Painlevé
75005 Paris
Metro: Cluny la Sorbonne (linea 10), Saint-Michel (linea 4 o RER C)