Criterium sauvage des cascades

Criterium sauvage des cascades

La nona edizione del Criterium sauvage des cascades avrà luogo domenica 23 settembre 2012.
Organizzato dai quartieri di Belleville e Menilmontant, il criterium è una corsa aperta a tutti.
Il punto di partenza della corsa è un café chiamato La Fontaine d’Henri IV sulla rue des cascades. Il regolamento è semplice: non ci sono regole…o quasi.
Possono partecipare tutti i mezzi dotati di ruote o rotelle: biciclette, tricicli, carrelli della spesa, pattini a rotelle, sedie d’ufficio, skateboards e tutto ciò che possieda almeno una ruota.
Per completare la corsa bisogna percorrere dieci volte il tragitto.
Tutte le soste sono autorizzate soprattutto quelle per bere un bicchiere in una brasserie o per discutere con gli spettatori.
Le iscrizioni si faranno il giorno stesso, prima della partenza, davanti al bistrot La Fontaine d’Henri IV.
Se siete interessati a partecipare, trovate il regolamento qui.
Che vinca il migliore!

Annunci

A spasso per Belleville

La stazione di Belleville

Insieme a Saint- Fargeau, Père-Laschaise e Sharonne, il quartiere di Belleville si estende principalmente nel ventesimo arrondissement.
Fu annesso alla Francia con la legge del 16 giugno 1859.
Nato come quartiere principalmente operaio, oggi è considerato uno dei simboli della famigerata multiculturalità che caratterizza Parigi.

Alloggiando in uno degli hotel economici Parigi si può raggiungere il quartiere recandosi nella zona nord-est della città.
Tra le particolari vie di Belleville è possibile visitare gli ateliers che numerosi artisti hanno deciso di aprire approfittando dei prezzi accessibili degli affitti dando così un notevole contributo attrattivo e culturale alla zona.
Si può dire che qui l’arte la fa da padrona!
Durante tutto l’anno, infatti, si può entrare in contatto con le opere delle boutiques anche se il periodo migliore rimane quello relativo alla manifestazione “Porte Aperte”.
In questa occasione oltre 250 artisti aprono, appunto, le porte dei loro laboratori e permettono agli oltre 50.000 visitatori annuali di vivere un’esperienza che non si esaurisce nella passività del semplice guardare.
Dai giochi e gli spettacoli di marionette per i più piccoli alle installazioni partecipative e le serate musicali, la manifestazione coinvolge i visitatori per una quattro giorni tutta da vivere.

Belleville ospita una delle due comunità cinesi di Parigi con ristoranti e negozi tipici ma ha anche forti presenze arabe che contribuiscono a rendere il quartiere
particolare e caratteristico.
Non a caso molte opere letterarie, cinematografiche e musicali l’hanno scelto come teatro delle loro storie come per esempio i racconti del ciclo di Malaussène dello scrittore francese Daniel Pennac oppure il cortometraggio Red Balloon del regista Albert Lamorisse, vincitore di un oscar al festival di Cannes.
Inoltre al numero 72 di rue Boulevard c’è una targa che testimonia la nascita, avvenuta su dei gradini sotto un lampione, di una bambina che si sarebbe poi rivelata una delle più straordinarie voci di sempre, Edith Piaf.

Per una visione mozzafiato di Parigi dall’alto basta raggiungere il Parc de Belleville che, situato tra il Parc des Buttes-Chaumont e il famoso cimitero di Père Lachaise a ben 108 metri d’altezza, è il parco più alto della città.
Con le sue composizioni floreali, vincintrici di numerosi premi in occasione della Summer Floral Decoration Competition, e la Maison de l’Air, un museo dedicato all’educazione ambientale contro l’inquinamento, il parco offre attrattive e relax per visitatori di ogni età!

Senza spendere nemmeno troppo in uno dei Bed & Breakfast a Parigi immergetevi dunque nelle avvolgenti atmosfere del quartiere di Belleville e non ve ne pentirete!

Il punto più alto di Parigi

Il punto più alto di Parigi

L’immaginario collettivo colloca il punto più alto di Parigi nei dintorni della collina di Montmartre.
In realtà il punto  più elevato della ville lumière si trova nel quartiere di Belleville, più precisamente al 40 rue de Télégraphe.
L’altezza record è certificata da una targa che attesta i 128,50 metri di altitudine raggiunti da questo punto della città.

40 rue de Télégraphe
75020 Paris

Diffidate delle parole!

Il faut se mefier des mots

Belleville è senza dubbio uno dei quartieri piú multietnici e popolari di Parigi.
In questo quartiere che ha visto la nascita di Edith Piaf (al 72 rue de Belleville) abitano anche moltissimi artisti che hanno disseminato i segni inequivocabili della loro presenza lungo le strade e le piazze del quartiere.
La piazza Frehel, all’incrocio della rue Belleville e la rue Julien Lacroix, è particolarmente emblematica per la presenza di ben quattro opere d’arte:
– L’originale opera dell’artista Ben 93 che rappresenta un enorme lavagna con la scritta il faut se méfier des mots (bisogna diffidare delle parole) affiancata a due personaggi in 3D
– Un gigantesco affresco che rappresenta un detective alla ricerca d’indizi, opera di Jean Lagac, che scopre questo messaggio : «Habitué au style allusif du peintre, le jeune détective comprit que le message lui indiquait de continuer la poursuite par la rue Julien-Lacroix»
– Un cono luminoso realizzato da Marie Bourget
– Una striscia bianca orizzontale realizzata da Jean Luc Albert

Place Frehel
75020 Paris

La Forge di Belleville

La Forge di Belleville

Gli amanti d’arte contemporanea apprezzeranno particolarmente questa cittadella d’artisti situata nel cuore del XX arrondissement di Parigi in antichi capannoni industriali abbandonati.
L’associazione La Forge de Belleville è nata dall’iniziativa di un gruppo d’artisti in reazione a un progetto comunale che intendeva utilizzare quella vecchia fabbrica per la creazione di un centro commerciale.
Grazie alla mobilitazione degli artisti nel 1991, questa vecchia fabbrica di chiavi, ribatezzata La Forge, ha conosciuto una rinascita.
I locali sono diventati luoghi di creazione artistica e di espressione culturale dove artisti provenienti da tutto il mondo danno sfogo alla loro creativitá.
Un laboratorio di ricerca e comunicazione che permette uno scambio unico tra arte e societá.
Le esposizioni vengono organizzate all’aperto e la maggior parte degli artisti lavora utilizzanto materiali riciclati.

21, rue Ramponeau
75020 Paris
Metro : Belleville