Splendidi fiocchi di magia imbiancano Parigi

Splendidi fiocchi di magia imbiancano parigi

Chi, come me, viene dal Sud e custodisce negli occhi e nel cuore il caldo sole mediterraneo, si stupisce sistematicamente davanti a un’abbondante nevicata che imbianca magicamente il paesaggio.
Ricordo ancora con emozione le sporadiche nevicate alle quali ho assistito in Sicilia: ogni candido fiocco che cadeva dal cielo veniva accompagnato da sospiri di stupore e immortalato da decine di fotografie.
Quelle insolite nevicate che trasformavano poeticamente il paesaggio di Cinisi, il mio paese natale, venivano vissute con grande intensità dalla gente che sembrava celebrare una vera e propria festa.
Dopo aver assistito con il fiato sospeso alla soffice caduta dei fiocchi bianchi, si saliva immediatamente in montagna dove le precipitazioni nevose erano state più intense e abbondanti.
Montagna Longa e il monte Pecoraro, che coronano il paese, si trasformavano surrealmente in due enormi distese bianche che facevano da scenario a divertenti battaglie di neve e improbabili discese in slittino.

Gli scorci paesaggistici più suggestivi venivano immortalati da numerose foto che avrebbero ricordato l’eccezionale evento negli anni a seguire.
Da quando abito a Parigi il mio spirito mediterraneo si è adattato al clima nord-europeo della capitale francese e alle sue temperature che non esitano a scendere sotto lo zero durante la stagione invernale.
Pur essendomi abituato alle rigide temperature della ville lumière, continuo a stupirmi di fronte alle nevicate che ne modificano splendidamente il paesaggio.
Le nevicate parigine sono molto più frequenti di quelle siciliane ma la magia è la stessa!
Intorpiditi dal freddo invernale, i parigini aprono le finestre e vengono avvolti da un silenzio irreale: il paesaggio si trasforma in una romantica cartolina natalizia in cui tutto appare candido e puro.
Parigi indossa una magnifica veste bianca e invita i suoi tantissimi ammiratori a fotografarla e ammirarla: i monumenti e le facciate parigine assumono un fascino particolare e il paesaggio urbano infonde una insolita sensazione di tranquillità.

Annunci

Le dîner en blanc 2014

Le dîner en blanc 2014

Le dîner en blanc 2014

Il famoso diner en blanc ha avuto luogo lo scorso 12 giugno sui più bei ponti di Parigi: il ponte Alexandre III, il pont d’Iéna, la Passerella Solférino, il ponte della Concorde, la passerella Debilly e il Ponte dell’Alma sono stati invasi da una folla festante rigorosamente vestita di bianco.
Giunto alla sua ventiseiesima edizione, questo singolare evento è stato realizzato per la prima volta nel 1988 da François Pasquier che sognava di mangiare all’aria aperta nei più bei posti di Parigi.
Ogni anno, all’inizio del mese di giugno, migliaia di invitati vestiti interamente di bianco invadono un luogo della capitale francese per consumare una cena fuori dal normale.
Il luogo dell’incontro è tenuto segreto fino all’ultimo minuto e ciascuno porta tutto il necessario per organizzare la cena: piatti, tovaglie, sedie pieghevoli, tavoli, candelabri e pietanze prelibate da degustare in compagnia di perfetti sconosciuti vestiti di bianco.
Le scorse edizioni hanno avuto come contesto il porticato del museo del Louvre, il sagrato della cattedrale di Notre Dame e Place des Vosges.
Quest’anno i romantici ponti della ville lumière hanno ospitato l’insolito flash-mob gastronomico.
La convocazione alla cena segreta avviene attraverso un serrato passaparola che a suon di sms, telefonate ed email, trasforma Parigi nel più grande pic-nic del mondo.
I fortunati invitati devono attenersi a poche ma essenziali regole di comportamento: bere solamente vino o champagne (birra e liquori sono vietati) e ripartire dal luogo della cena con i propri rifiuti.

Le diner en blanc 2012

Le diner en blanc 2012

Il famoso Diner en blanc ha avuto luogo ieri a Place des Vosges e di fronte alla cattedrale di Notre Dame.
Giunto alla sua ventiquattresima edizione, questo singolare evento è stato realizzato per la prima volta nel 1988 da François Pasquier che sognava di mangiare all’aria aperta nei più bei posti di Parigi.
Ogni anno, all’inizio del mese di giugno, migliaia di invitati vestiti interamente di bianco invadono un luogo della capitale francese per consumare una cena fuori dal normale.
Il luogo dell’incontro è tenuto segreto fino all’ultimo minuto e ciascuno porta tutto il necessario per organizzare la cena: piatti, tovaglie, sedie pieghevoli, tavoli, candelabri e pietanze prelibate da degustare in compagnia di perfetti sconosciuti vestiti di bianco.
L’anno scorso ottomila simpatici invitati della cena in bianco hanno invaso il porticato del museo del Louvre e della cattedrale di Notre Dame.
Quest’anno oltre alla famosa cattedrale anche l’elegante Place des Vosges ha fatto da contesto all’insolito flash-mob gastronomico.
La convocazione alla cena segreta avviene attraverso un serrato passaparola che a suon di sms, telefonate e email, trasforma Parigi nel più grande pic-nic del mondo.
I fortunati invitati devono attenersi a poche ma essenziali regole di comportamento: bere solamente vino o champagne (birra e liquori sono vietati) e ripartire dal luogo della cena con i propri rifiuti.