Di che pasta sono fatti i parigini?

Les Pates - La Pasta
Il parigino medio ha un rapporto abbastanza conflittuale con la pasta o meglio ama farne un uso diverso da quello dell’italiano medio.
Osannata e venerata in Italia, piatto emblematico della nostra cucina, la pasta non ha molto successo a Parigi dove viene snobbata e addirittura servita come contorno.
Chi sogna di ritrovare gli stessi sapori della cucina di mamma durante la vacanza parigina rimarrà deluso.
I francesi (e non solo), infatti, hanno rivisitato i piatti e il gusto italiano adattandoli alla loro cucina.

Vado spesso a mangiare da un mio amico che gestisce un ristorante italiano nella zona di Picpus, poco lontano da Nation; la cucina è molto buona e lui affabile e cordiale.
Un giorno, sono rimasto abbastanza sorpreso nel vedere che a un cliente era stata servita una cotoletta di pollo con un piccolo gomitolo di pasta in un angolo del piatto.
Quel batuffolo di pasta rannicchiato in un cantuccio del piatto mi guardava disperato in cerca della dignità perduta.
Eppure mi trovavo in un vero ristorante italiano di Parigi e non in uno dei tanti ristoranti che si spacciano per italiani e che altro non sono che surrogati e brutte copie del gusto e dei sapori della cucina italiana.
Ho posto, dunque, la domanda al mio amico gestore che mi ha spiegato la sua necessità di adattarsi al gusto parigino: “Sono stato obbligato a storpiare tutte le ricette in base al palato dei francesi e a loro piace un tipo di cucina abbastanza pesante. La pasta, qui, la mangiano come contorno”.

Se non come contorno, la pasta che viene mangiata a Parigi non ha niente a che vedere con gli spettacolari e irresistibili piatti del BelPaese.
La pasta viene servita scotta, annegata nella panna (crème fraiche) e nel formaggio groviera.
Si noti poi come quello che per noi è un piatto ricercato e che richiede molta preparazione, è percepito dai francesi come un piatto sbrigativo e di facile fattura.
Nella loro megalomania franco-francese, i nostri cugini d’oltralpe si sono, inoltre, divertiti a spacciare delle sconosciute paste francesi per pseudo marchi italiani.
Basti pensare alla pasta Panzani che secondo i parigini è paragonabile alla Barilla o alla De Cecco in quanto a fama e qualità. Peccato che in Italia non sia mai stata commercializzata e credo non lo sarà mai.