Parigi, quanto sei dolce!

I deliziosi macarons di La Durée

I deliziosi macarons di La Durée

Parigi è una delle mie passioni, è una città che amo particolarmente per tantissime ragioni.
Una fra tutte sono i dolci che si possono mangiare in questa città, tantissimi e buonissimi. Magari non siete i tipi che si abbufferebbero sempre di fine crema pasticcera o di bigné o di qualsiasi cosa contenga cioccolata come me, però, se viaggiate a Parigi, non potete non provare i suoi dolci.
Credo, infatti, che i dolci di Parigi debbano essere considerati una delle attrazioni turistiche per eccellenza, come il museo del Louvre o gli Champs-Élysées. Perdersi tra i bar e le boulangerie di Parigi è un’esperienza che tutti i viaggiatori dovrebbero fare; sono infatti i luoghi dove si racchiude lo spirito dei parigini e della capitale francese.
Per questo oggi vi voglio parlare dei miei dolci preferiti e dei migliori posti dove provarli.
Preparate le papille gustative!

I Macaron: il classico
Se vai a Parigi e non provi i macaron è come tornare a casa senza aver visto la torre Eiffel.
Sono un dolce a base di meringhe, due dischi che racchiudono al loro interno uno strato di marmellata o crema. Ce ne sono di sapori e colori diversi, tutti accomunati da un sapore morbido e leggero che si scioglie in bocca.
Se volete provarli Ladurée è il tempio dei macaron (Avenue des Champs-Élysées, 75). Qui non solo potrai trovare una varietà infinita di questi prelibati dolcetti, ma anche accessori come le scatoline fashion per portare i macaron sempre con te.
Pan au chocolate: per una colazione in stile français
Immancabile in ogni mia colazione è il pan au chocolate, un croissant ripieno con pezzi di cioccolata. Una vera goduria, che insieme a un buon caffè, dà la carica giusta per iniziare una giornata di turismo parigino.
Il mio angolo preferito dove degustare questa prelibatezza è la Boulangerie Bechu (118 Av. Victor Hugo). Oltre ai classici della pasticceria francese e alla croccanti baguette la specilità di questa boulagerie è il pan au chocolate all’arancia, una variante davvero appetitosa.

Crepes? Yes please!
Quando non sai cosa mangiare la soluzione è sempre una: le crepes.
Nella loro variante dolce o salata sono un piatto veloce e buonissimo a qualsiasi ora del giorno.
Di tutte le varianti dolci la mia preferita è la crepe Suzette, che abitualmente adoro assaporare passeggiando per le stradine di Montmartre. È ormai un rito dei miei viaggi a Parigi e lo consiglio a tutti.

Sadaharu Aoki: la fusione perfetta
Una pasticceria meno tradizionale ma ugualmente sublime è quella del maestro giapponese Sadaharu Aoki ( 35 Rue de Vaugirard), che unisce la tradizione pasticcera francese con gli ingredienti e lo stile giapponese.
Il risultato? Delle delizie uniche dal sapore esotico. I miei dolci preferiti che consiglio vivamente ai curiosi che andranno a visitare il negozio sono tutti quelli a base di maccha (il tè verde giapponese).
Penso che attraverso i dolci si possa conoscere lo spirito di un luogo, captare le sue sfumature e le sue tradizioni.
Per questo consiglio a tutti di prenotare un appartamento nel centro di Parigi, fare due passi per le sue pasticcerie e godere delle sue prelibatezze.

Non mi resta che augurarvi Buon viaggio e bon appétit!

Petit déjeuner gourmand

Petit déjeuner gourmand

Annunci

Delizia di cioccolato: la crepe alla Nutella

La crepe alla nutella

Ingredienti per 6 persone:
1,5 Kg di farina; 1,5 lt di latte; un pugno di zucchero; poco sale; 4 uova; 1 tazzina di olio.

Procedimento:
Sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere la farina poco per volta al fine di evitare la formazione di grumi. Incorporare il latte e aggiungere sale e olio.
Fare riposare il composto almeno un’ora.
Per la cottura sarebbe ideale una piastra o in alternativa una padella antiaderente a bordo basso.
Girare quando i bordi si staccano.
A cottura ultimata, ripiegare a metà la crêpe e spalmare la nutella.
Richiudere la crêpe a fagottino in modo tale da non permettere alla nutella di fuoriuscire facilmente.