Marrobbio: le vostre vacanze in Sicilia

Il villaggio Marrobbio: le vostre vacanze in Sicilia

L’estate si avvicina e non avete ancora deciso dove trascorrere le vacanze? Siete in cerca di sole, mare, relax e tanto divertimento?
Il villaggio Marrobbio è quello che fa per voi.
Il villaggio vacanze Marrobbio vi accoglie nella sua oasi di sole e relax situata a pochi passi dalle bellissime spiagge di Mazara del Vallo.
Lo staff ospitale e accogliente vi guiderà alla scoperta delle mobil home, della piscina e di tutti i servizi che allieteranno il vostro soggiorno in Sicilia.
Realizzato su un terreno pianeggiante, immerso in una piantagione di ulivi, il camping vi permetterà di trascorrere giornate spensierate e di ripartire con una collezione di ricordi indimenticabili.
Alloggiando in una comoda casetta attrezzata che può ospitare fino a 4 persone, avrete la possibilità di scoprire le bellezze nascoste della Sicilia.
Spiagge di sabbia fina (San Vito, Tonnarella) e di roccia (Quarara), acque cristalline, deliziose pietanze e paesaggi incantevoli contribuiranno a rendere la vostra vacanza unica.
La splendida costa di Mazara vi offre la possibilità di praticare numerosi sport acquatici dal wind-surf al kite o ancora le immersioni sottomarine.
Gli amanti della natura potranno godersi le bellezze mozzafiato della riserva dei Gorghi Tondi, protetta dal WWF.
Potrete raggiungere le splendide spiagge di Mazara e le sue bellezze naturali noleggiando una comoda bicicletta.
Gli amanti delle escursioni avranno l’imbarazzo della scelta per scoprire le città e le isole limitrofe.

Il termine “marrobbio” designa un rapido e inaspettato cambiamento del livello delle acque.
Il fiume Mazaro è particolarmente interessato da questo fenomeno che si verifica soprattutto in primavera e in autunno.
Le ragioni scientifiche che determinano questo repentino fenomeno sono ancora sconosciute (tra le varie ipotesi ci sono i bruschi cambiamenti climatici nel Mediterraneo, gli sbalzi atmosferici o ancora la confluenza di diverse correnti marine).
Il fiume impazzisce per qualche minuto e l’acqua risale la corrente determinando l’immediato innalzamento del livello del fiume.
Gli arabi soprannominarono il Mazaro “il fiume posseduto” proprio in virtù di questo particolarissimo fenomeno che lo interessa sporadicamente.
Il villaggio vacanze nasce dall’iniziativa di un gruppo di giovani che, come il marrobbio, ha deciso di andare controcorrente e di puntare tutto sul rispetto e sul soddisfacimento delle necessità del turista.
Il Marrobbio si pone come obiettivo prioritario il sorriso e la serenità dei visitatori.
L’équipe conosce perfettamente il territorio mazarese e siciliano e saprà rispondere esaurientemente alle vostre domande e alla vostra sete di curiosità.
Escursioni sapientemente studiate per scoprire i sapori e i colori della nostra bella isola, vi permetteranno di spingervi oltre i confini di Mazara del Vallo e di esplorarne i suoi dintorni.
Lo staff del villaggio comprende personale bilingue, inglese e francese, per comunicare con la clientela proveniente da tutto il mondo.

www.marrobbio.com

Annunci

Les Heures heureuses

Les heures heureuses

Un importante evento culinario, dedicato agli amanti della buona cucina, avrà inizio domani: les heures heureuses.
Sarà possibile spostarsi tra i tanti ristoranti e brasserie aderenti all’iniziativa e gustare deliziosi piatti a soli 2€.
I piatti proposti dai ristoratori sono principalmente antipasti (bruschette, spiedini, tapas e altro ancora) e, in ogni quartiere di Parigi, sono numerosi i bistrot che partecipano.
Dal 21 al 24 Maggio 2014 avrete la possibilità di allietare le vostre papille gustative a prezzi modici e scoprire nuovi ristoratori vicino casa vostra.
Gli organizzatori dell’iniziativa hanno immaginato una serie di passeggiate culinarie per quartiere: Ménilmontant, Barbes, Clichy-Batignolles, Faubourg Saint Denis, le Haut Maris o ancora il lungo Senna.
Les heure heureuses è un’ottima idea per fare scoprire ai parigini i locali sotto casa e per socializzare con gli altri partecipanti alla manifestazione.
L’unica nota stonata è la necessità di possedere uno speciale passaporto, distribuito all’Hotel de ville, per poter partecipare all’evento e acquistare i piatti a 2€.
Eh si! Gli eccessi della burocrazia francese non hanno limiti.
Trovate la lista completa dei partecipanti all’evento sul sito ufficiale delle heures heureuses

Le Petit Pierrot: ostriche low cost

Ostriche a volontà

Sono tanti i posti a Parigi dove poter degustare deliziose ostriche spesso o provenienti dalla Bretagna o dalla Normandia.
Purtroppo la maggior parte dei ristoranti, giocando sulla propria reputazione e la presunta alta qualità del cibo, le propongono a prezzi esorbitanti.
In realtà non è necessario pagare prezzi esagerati per deliziare il palato con questi squisiti molluschi o con crostacei freschi.
Se non siete troppo attaccati alla forma e al decoro del posto in cui state mangiando, vi consiglio di provare le ostriche del Petit Pierrot al 79 rue Crozatier, nel XII arrondissement, all’ingresso del mercato d’Aligre.
Questa animata pescheria propone un vassoio con 6 ostriche e un bicchiere di vino bianco a soli 12€.
Potrete accompagnare il vostro aperitivo ittico con altri crostacei, come gamberi e lumache di mare, che hanno ugualmente prezzi ragionevoli.
Oltre a vendere una grande varietà di pesci (salmoni, tonni, anguille, spigole, orate, granchi, ricci), Le Petit Pierrot dispone di quanche tavolo dove è possibile sedersi e gustare un delizioso aperitivo osservando il viavai di gente che popola il mercato antistante.

Bedycasa: un viaggio chez l’habitant

Bedycasa: un viaggio chez l’habitant

Avete scelto Parigi come destinazione delle prossime vacanze e vi apprestate a scegliere un alloggio?
Vi piacerebbe risparmiare e al tempo stesso vivere un’esperienza unica che vi permetta di immergervi nel cuore della cultura francese?
Bedycasa è quello che fa per voi!
Il portale creato da Magali Boisseau nel 2008 offre ai viaggiatori di tutto il mondo la preziosa possibilità di trovare una sistemazione presso gli abitanti del luogo e di scoprire nuovi posti arricchendosi dal punto di vista personale e culturale.
Il nome BedyCasa nasce dalla fusione dei termini Bed (che si riferisce la Bed & Breakfast) e Casa (che rimanda al concetto di Casa Rural, la versione spagnola e portoghese della chambre d’hôte francese).
Sul sito si trovano offerte di alloggi in casa, famiglie ospitanti, camere indipendenti, bed&breakfast, chambres d’hotes, gites (in Francia), Casas Rurales (in Spagna e Portogallo), Guest House, Homestay, Fattorie, Riad (in Marocco), Minshuku e Ryokan (in Giappone).
L’obiettivo primario di Bedycasa è quello di mettere in relazione viaggiatori e ospitanti creando solidi legami relazionali che molto spesso rimangono anche dopo l’esperienza dell’accoglienza.
I prezzi sono molto più ragionevoli delle cifre esorbitanti richieste dagli hotel parigini e avrete la fortuna di condividere la vostra esperienza all’estero con la persona che vi ospita.
Il vostro ospitante sarà lieto di fornirvi consigli utili e preziose informazioni per scoprire la città e i suoi segreti.
Tanti sono gli annunci che riguardano Parigi, come per esempio questa sistemazione proposta da Brigitte, in zona Place d’Italie, con colazione inclusa, a partire da 31€ a notte.
BedyCasa vi offre un’équipe all’ascolto dei vostri bisogni sette giorni su sette, pagamenti veloci e sicuri on line, i feedback che vengono puntualmente scambiati tra viaggiatore ed ospitante a fine soggiorno, i prezzi 2/3 volte più bassi di una camera di hotel e l’accoglienza calorosa e ospitale di una famiglia che vi apre le porte di casa.

L’équipe di Bedycasa

La fine di un contratto

La fine di un contratto

Nell’ambito di questo blog ho già sviluppato tematiche legate al mondo del lavoro a Parigi: cercare e trovare un lavoro, le varie forme contrattuali o ancora le sfumature culturali.
Gli italiani che si trasferiscono a Parigi per motivi di lavoro possono anche imbattersi in un problema diverso dalla ricerca del lavoro: la perdita dell’impiego.
Se è vero che la ricerca del lavoro è un tassello essenziale nel cammino di un italiano che decide di mollare tutto per inventarsi una nuova vita nella ville lumière, è ugualmente vero che perdere un lavoro rappresenta un momento delicato sia materialmente che psicologicamente.
Per questo motivo è bene informarsi e studiare attentamente i propri diritti per evitare che il datore di lavoro, magari approfittando del fatto che siete italiani e non conoscete bene la legislazione francese, approfitti della situazione per privarvi di ciò che vi spetta.

Ecco le principali forme di rottura di un contratto a durata indeterminata in Francia.

Dimissioni
La volontà di interrompere un rapporto lavorativo può talvolta provenire dall’impiegato.
Un lavoro troppo stressante, fenomeni di mobbing orizzontale (da parte di uno o più colleghi) o verticale (da parte dei dirigenti) o semplicemente il desiderio di cambiare impiego possono indurre un lavoratore a interrompere spontaneamente la collaborazione con il proprio datore di lavoro.
Il diritto di un salariato di dimissionare rappresenta il corollario del diritto del datore di lavoro di licenziare i suoi impiegati: la differenza principale risiede nel fatto che la dimissione non deve necessariamente essere motivata.
Il metodo più utilizzato per manifestare al proprio capo la volontà di lasciare la propria funzione lavorativa è attraverso una lettre récommandée avec avis de réception (lettera raccomandata con avviso di ricevuta).
La dimissione non ha bisogno nè di essere motivata nè di essere accettata dal datore di lavoro.
La legge francese non prevede l’obbligo di eseguire alcun periodo di preavviso prima di lasciare il proprio lavoro.
Tuttavia il contratto che avete firmato all’assunzione e la convenzione collettiva che regolano la vostra professione stabiliscono sicuramente un periodo di preavviso (solitamente un mese) che potrete negoziare con il vostro capo chiedendo di esserne dispensati.
In seguito alle dimissioni riceverete, nell’ultima busta paga, un’indennità compensatrice per le ferie rimanenti e un’indennità di preavviso (se il datore di lavoro ha accettato di dispensarvene).
Lo svantaggio principale delle dimissioni è il fatto che (a parte pochissimi casi particolari: dimissioni per seguire il coniuge, dimissioni di un giovane per seguire i genitori, dimissioni a causa di molestie sessuali subite sul lavoro) non consente di percepire l’ARE (allocation de retour à l’emploi) ovvero le indennità di disoccupazione.
In buona sostanza, se decidete di dare le dimissioni non avrete diritto allo chomage .

Licenziamento
Secondo la legge del 13 luglio 1973, il licenziamento di un salariato deve essere fondato su un valido motivo relativo al comportamento del lavoratore interessato o su ragioni economiche indipendenti dal salariato.
Un datore di lavoro non può licenziare un suo impiegato senza una giusta causa altrimenti il licenziamento sarà giudicato abusivo e i pregiudizi subiti dal salariato dovranno essere risarciti.
Esistono vari motivi e gradi d’importanza per licenziare un impiegato, il diverso tipo di licenziamento ha importanti conseguenze sulle indennità percepite e sui successivi diritti del lavoratore.
Il licenziamento per motivi personali comprende tre diverse categorie: per giusta causa (cause réelle et sérieuse), errore professionale grave (faute grave), errore professionale gravissimo (faute lourde).

Licenziamento per giusta causa
La giusta causa può essere considerata la forma di licenziamento meno severa che un datore di lavoro possa opporre a un lavoratore.
Questa forma di licenziamento può essere applicata solamente se i fatti rimproverati al lavoratore sono esatti, verificati (materialmente verificabili o giuridicamente provabili), precisi e oggettivi.
Il dirigente dell’azienda può utilizzare come giusta causa anche elementi inerenti alla mansione professionale dell’impiegato: il non raggiungimento degli obiettivi fissati, ritardi reiterati, il rifiuto di accettare una leggera modifica degli orari di lavoro o il rifiuto di partecipare a un progetto aziendale.
Il lavoratore che reputa che la causa sollevata dal datore di lavoro sia ingiusta può fare ricorso al conseil de prud’hommes che riesaminerà il caso.
Se la legge francese stipulerà che il licenziamento è infondato e abusivo, il lavoratore avrà diritto a un rimborso proporzionato al pregiudizio subito.

Licenziamento per errore professionale grave
Il datore di lavoro può licenziare il lavoratore per errore grave se riscontra una chiara violazione degli obblighi legati al contratto di lavoro (assenze ingiustificate senza autorizzazione, comportamento scorretto verso la dirigenza) .
Il salariato viene privato immediatamente del suo impiego e non ha il diritto di effettuare un periodo di preavviso in azienda.
Questa forma di licenziamento priva il salariato delle indennità di preavviso e di licenziamento; solamente le indennità relative ai congedi non utilizzati saranno pagate al lavoratore.

Licenziamento per errore professionale gravissimo
E’ la forma di licenziamento più grave.
Si applica nei casi di evidente intenzionalità da parte del lavoratore di causare danni all’azienda e ai suoi membri: spionaggio industriale, divulgazione di segreti professionali, appropriazione illecita di fondi, aggressione fisica, falsificazione di documenti.
Le conseguenze del licenziamento per errore gravissimo sono le più estreme.
Il lavoratore viene allontanato immediatamente dall’azienda (la cosiddetta mise à pied) e gli vengono negate tutte le indennità legate al contratto di lavoro.

Licenziamento per motivi economici
Il licenziamento per motivi economici viene effettuato per motivi indipendenti dal lavoratore e legati alle difficolta economiche dell’azienda.
Il datore di lavoro può decidere di utilizzare questa forma di licenziamento solo dopo aver proposto al lavoratore un’altra funzione all’interno dell’azienda.
Il lavoratore che subisce un licenziamento economico può beneficiare della convenzione CSP (Contrat Sécurisation Professionnelle) che gli garantisce un periodo di orientamento, di consulenza professionale e soprattutto l’80% del suo salario lordo durante 12 mesi.

Qualunque sia la forma di licenziamento subita (anche per errore grave) il lavoratore licenziato avrà comunque diritto all’ARE, ovvero alle allocazioni di disoccupazione (chomage), che equivale a circa il 60% del salario lordo percepito.
Importante: Per percepire l’ARE bisogna aver lavorato almeno quattro mesi nel corso dei 28 mesi precedenti al licenziamento.

Rupture conventionnelle
La rottura convenzionale (rupture conventionnelle) si piazza a metà tra le dimissioni e il licenziamento.
Il datore di lavoro e il lavoratore decidono di comune accordo di porre fine alla loro collaborazione professionale.
Si tratta di un ottimo compromesso per entrambe le parti: l’azienda pone fine al contratto di lavoro senza utilizzare il licenziamento, il lavoratore beneficia delle indennità di disoccupazione.
Questo tipo di rottura del contratto di lavoro si rivela particolarmente vantaggioso per il lavoratore che può negoziare con l’azienda una somma forfettaria relativa alle sue indennità di rupture conventionnelle sulla base dell’anzianità e del pregiudizio subito.
La negoziazione delle indennità di rottura è un momento cruciale di questo processo che va affrontato con la giusta dose di razionalità e sangue freddo.
Se vi troverete al tavolo della trattativa con l’azienda, non giocate al ribasso.
Mirate a ottenere una cifra elevata e tenete presente che spesso le aziende cedono alle richieste dei lavoratori poiché preferiscono accordare una rottura convenzionale piuttosto che un licenziamento economico (che è più fastidioso e limitante per un’azienda).
Trovato un accordo, le due parti firmano un documento che attesta l’avvenuta rottura del rapporto lavorativo.
La definitiva rottura del contratto sarà effettiva dopo un periodo di omologazione e l’avallo dell’ispettore del lavoro.

A prescindere dal tipo di rottura (dimissioni, licenziamento, rottura convenzionale o altro) del vostro contratto, il datore di lavoro deve in ogni caso consegnarvi alla fine del rapporto di lavoro i seguenti documenti legali:
– un certificato di lavoro
– un documento chiamato solde de tout compte che riassume le somme percepite dal lavoratore
– un’attestazione destinata a Pole Emploi (l’agenzia di collocamento francese).

Alloggi a Parigi: ostelli & hotel

Uno dei tanti hotel di Parigi

Avete preparato il fagotto e siete pronti per iniziare la vostra nuova vita a Parigi?
Se siete fortunati, conoscete qualcuno che vi possa ospitare e aiutare a cominciare l’avventura parigina.
Se non conoscete nessuno, le prime sistemazioni nella ville lumière saranno gli ostelli della gioventù e gli hotel: naturalmente si tratta di soluzioni temporanee che vi lasceranno il tempo di trovare il vostro equilibrio e cercare il primo appartamento.
La capitale francese abbonda di auberges de jeunesse che rappresentano la soluzione ideale per una clientela giovane e disposta a dividere la stanza con altri ragazzi.
Le camere degli ostelli presentano solitamente 4, 6 o 8 posti letto, una cucina equipaggiata accessibile a tutti e bagni/docce in comune.
Naturalmente potete restare in un ostello per un periodo limitato nel tempo ma le tariffe sono veramente interessanti.
Eccovi alcuni indirizzi e siti web (per prenotare direttamente online):

3 Ducks (quartiere Tour Eiffel)
6, place Etienne Pernet
75015 Paris

Cheap Absolute Paris (quartiere Bastille)
1, rue de la Fontaine au Roi
75011 Paris

Vintage (quartiere Montmartre)
73, rue de Dunkerque
75009 Paris

Mije Fourcy (quartiere Marais)
6, rue de Fourcy
75004 Paris

Caulaincourt Square (quartiere Pigalle)
2, square Caulaincourt
75018 Paris

Se l’idea di dividere stanza con altra gente non vi tenta e preferite maggiore intimità, potete optare per uno tantissimi hotel sparsi sul territorio parigino.
Il sito che vi consiglio per effettuare le vostre prenotazioni in uno dei tanti hotel parigini è Booking.com, un motore di ricerca e prenotazione di hotel molto intuitivo e facile da utilizzare: vi basterà selezionare le date della vostra permanenza a Parigi e un’ampia selezione di hotel vi sarà presentata.
Potete cercare in base al budget, alla zona, alla vicinanza di un determinato monumento o in base al feedback di chi ha già alloggiato nell’hotel.

Prima di prenotare l’hotel che avete scelto, verificate le condizioni d’annullamento per evitare brutte sorprese o malintesi.
Al momento della prenotazione specificate il tipo di camera richiesta e gli eventuali servizi aggiuntivi.
Le camere sono generalmente disponibili a partire dalle 14h/15h (check-in) e il giorno della partenza devono essere liberate intorno le 11h/12h (check-out).
Tenete presente che si considera bassa stagione (e quindi le tariffe sono meno care) il periodo che va dal 1 novembre al 31 marzo mentre l’alta stagione va dal 1 aprile al 31 ottobre.
Non dimenticate che in occasione dei grandi eventi (Natale, capodanno, 14 luglio) e delle grande fiere e saloni (moda, auto, agricoltura) i prezzi salgono vertiginosamente: se volete recarvi a Parigi in queste occasioni, prenotate con largo anticipo.

Weekend Shopping a Parigi

Weekend Shopping a Parigi

Dedicato alle appassionate di moda e amanti dello shopping, questa formula weekend è l’ideale per regalarti una vacanza parigina con le tue amiche. Un soggiorno originale che ti darà la possibilità di scoprire la capitale francese e un’occasione unica per offrirti un nuovo guardaroba davvero trendy!

La nostra agenzia ha selezionato per te:
– 2 notti in hotel 2 stelle (colazioni incluse)
Abbiamo scelto per te un hotel alla moda, situato nel cuore del quartiere Bastiglia/Marais. A due passi dalle boutique di moda e dai bar animati, questo albergo ti offrirà confort, pulizia e un servizio di qualità.

– Percorso shopping
Scopri i migliori indirizzi e le collezioni private degli artisti parigini più alla moda!
Accompagnata da un’esperta del settore, incontrerai i giovani artisti e visiterai i negozi preferiti dalle parigine e i luoghi imperdibili della capitale francese.
La tua guida preparerà per te un itinerario su misura, in funzione dei tuoi desideri, del tuo budget e della tua voglia di follia!

– 1 ora di crociera Champagne sulla Senna
Questa prestazione, unica nel suo genere a Parigi, ti permetterà di associare piacere dei sensi e visita prestigiosa: alle 18, una chiatta ti attenderà ai piedi della Torre Eiffel, per trasportarti durante un’ora di crociera sulla Senna.
Nel corso dell’escursione, potrai degustare 3 Champagne rinomati, accompagnati dai sapienti commenti di un enologo, mentre ammirerai i lungosenna e i ponti della capitale francese.
Magia indimenticabile per gli occhi e per le papille!

– 1 Pass Trasporti 3 giorni
Pratico e astuto, questo magico Pass ti permetterà di utilizzare senza limiti la metropolitana, i bus e i tram di Parigi città (non valido per il trasporto da/verso gli aeroporti parigini).

Informazioni pratiche
Prezzo del soggiorno: 399 euro a persona

Durata del soggiorno: 3 giorni e 2notti

Incluso nel prezzo: Pernottamento in camera doppia con colazioni incluse, visite e pass indicati nel dettaglio del programma, spese amministrative.

Non incluso nel prezzo: Viaggio andata/ritorno per Parigi, trasporto aeroporto/hotel, pasti non indicati nel dettaglio del programma, eventuali opzioni, assicurazioni, spese personali e acquisti nei negozi.

Periodo: Tutto l’anno

Crea il tuo soggiorno personale! Seleziona delle opzioni supplementari sul nostro sito Internet e prepareremo per te un soggiorno su misura!

Per maggiori informazioni:
Inviate un email all’indirizzo cecile@atypic-tourism.com

Per prenotare:
Visitate il sito Atypic Tourism