La prima centrale fotovoltaica

La prima centrale fotovoltaica

La prima centrale fotovoltaica di Parigi è stata recentemente istallata e messa in servizio sul tetto di un edificio nel XVII arrondissement della capitale francese.
Nel cuore del quartiere Clichy-Batignolles, la centrale è stata realizzata dalla società Solarvip utilizzando lo spazio messo a disposizione da una comproprietà costruita da Nexity.
La centrale occupa una superficie di 600 m² e possiede una capacità di produzione d’elettricità di 96 kilowatt-picco (kwp).
I pannelli della centrale sono stati disposti considerando le specificità del contesto parigino e studiando attentamente l’esposizione e gli eventuali filtri urbani.
All’inizio del 2013 un’altra centrale fotovoltaica dovrebbe vedere la luce nel quartiere di la Chapelle, nel XVIII arrondissement.
Installata sul tetto della hall Pajol, questa nuova centrale sarà dotata di una potenza di 465 kwp.
Parigi si rivela ancora una volta una capitale eco-sostenibile attenta al rispetto dell’ambiente e allo sviluppo di fonti alternative di energia.

L’energia eolica sbarca a Parigi !

La prima istallazione eolica di Parigi

Dal mese di gennaio alcune mini pale eoliche sono state installate lungo il belvedere della Maison de l’air, nel parco di Belleville.
Le piccole torri eoliche misurano appena 1.60 m per 1,60 m e produrranno 15.000 kWh all’anno ovvero l’equivalente fabbisogno energetico di sei famiglie.
Queste piccole installazioni eoliche, discrete e silenziose, si integrano perfettamente con il paesaggio e rappresentano le prime apparizioni dell’energia eolica sui tetti di Parigi.
Le due piccole stazioni eoliche urbane, che inizialmente dovevano essere smontate dopo un anno, rimarranno sul tetto della Maison de l’air e varie altre saranno piazzate in luoghi ventilati come les Buttes Chaumont, la Butte Montmartre o ancora il quartiere della Biblioteca nazionale Francois Mitterand.
L’operazione permetterà di testare l’innovativo modello Elena 15, prodotto da una società di Grenoble, e verificare il livello d’integrazione delle strutture con il paesaggio urbano.
Le due stazioni Elena, dotate di una potenza di 3,6 Kw ciascuna sono protette da una grata che impedisce l’accesso agli uccelli.