La Festa della musica 2017

La festa della musica

Il 21 giugno 2017, anche a Parigi, si celebrerà la 36esima Festa della musica.

Il programma prevede concerti gratuiti in tutta la città: tutti i tipi di musica, dalla classica alla techno, passando per il rock e le musiche del mondo, si suoneranno in ogni angolo di strada.
Chiunque sappia strimpellare uno strumento è ufficialmente invitato a esibirsi.
La Festa della Musica che ha luogo in tutto il mondo il 21 giugno fu inizialmente immaginato nel 1976 dal musicista americano Joel Cohen che lavorava allora per Radio France.
Cohen proponeva nella sua emissione dei Saturnales de la Musique per il 21 giugno e il 21 dicembre con lo scopo di far esibire il maggior numero di gruppi musicali.
Dopo le elezioni del 1981 l’idea venne ripresa da Maurice Fleuret e realizzata da Jack Lang che ricopriva la carica di ministro della cultura francese.
La prima edizione ha avuto il 21 giugno 1982 e conobbe un grande successo.
La data del 21 giugno é stata scelta perché coincide spesso con il solstizio d’estate e vuole simboleggiare la sacralità della natura ricollegandosi alle feste pagane di stampo prettamente naturalista dell’antichità (fêtes de la Saint Jean).
Il fine ultimo della festa é quello di promuovere la musica in tutte le sue forme incoraggiando, al grido dello slogan “faites de la musique“, i musicisti principianti e professionisti a esibirsi nelle strade per condividere la loro passione e organizzando numerosi concerti gratuiti di ogni tipo (musica classica, rock, tradizionale, jazz, ecc. ecc.).

Oggi la festa della musica é diventata un fenomeno internazionale celebrato in 110 Paesi in tutto il mondo.
Se la dimensione europea resta quella più visibile, adesso che Berlino, Barcellona, Istanbul, Liverpool, Roma, Napoli, Praga e tanti altri paesi europei hanno firmato una “carta dei partecipanti della festa europea della Musica”, l’evento si é sviluppato anche a San Francisco, a New York, a Manila, in molti paesi africani, in Brazile e in Colombia.
Successo internazionale, fenomeno di società (un francobollo le é stato dedicato nel 1998), la festa é anche foriera di nuove tendenze musicali.
Senza mai essere strumentalizzata, questa festa incentiva la democratizzazione dell’accesso alle pratiche artistiche e culturali.

21 giugno 2017
Per informazioni:
http://fetedelamusique.culture.fr

Annunci

Paolo Conte: un artista dalla voce graffiante

Paolo Conte in concerto

Paolo Conte si esibirà in due concerti eccezionali il 26 e 27 gennaio 2015 al Grand Rex di Parigi.
Paolo Conte incanta il pubblico grazie alla sua voce graffiante da più di venticinque anni.
E’ dal 1974, anno di pubblicazione del suo primo album, che questo autore-compositore e interprete regala le sue melodie dalle tinte blues al mondo intero.
La sua voce intensa é inconfondibile.
Al di là dei pezzi più famosi come Via con me, Un gelato al limone, Sotto le stelle del Jazz o ancora Sparring Partner, questo ex-avvocato ha dato prova di grande originalità nel corso della sua produzione musicale che conta 12 album in studio, 5 album live e 3 compilations.
I particolarissimi testi delle sue canzoni, pieni d’una derisione dolce e violenta al tempo stesso, nostalgici, letterari, poetici, emanano un fascino sensuale e una crescente malinconia.

26 e 27 gennaio 2015
Grand Rex
1 boulevard Poissonnière
75002 Paris

Black Eyed Peas a Bercy: Let’s get it started!

I Black Eyed Peas

I Black Eyed Peas saranno in concerto a Bercy il 4 e il 5 giugno.
Il gruppo di hip hop americano, originario di Los Angeles, si forma nel 1995.
Inizialmente il gruppo era formato da tre componenti, Will I Am, Apl de Ap e Taboo a cui si è successivamente aggiunta la cantante Kim Hill.
Il loro primo album Behind the front esce nel 1998 e conosce un discreto successo ed è seguito rapidamente da Bridging the Gaps, il loro secondo album che ha visto la partecipazione di vari artisti come Macy Gray, Mos Def, De la Soul e Wyclef Jean.
Kim Hill sarà sostituita dalla bella Fergie che parteciperà all’album Elephunk (2003), l’album della consacrazione dei Black Eyed Peas che li vede imporsi sul palcoscenico della musica mondiale grazie a pezzi come Where Is The Love?, Hey Mama e Let’s Get It Started.
L’album, che ha venduto più di 6 milioni di dischi, vede la partecipazione di grandi artisti del calibro di Justin Timberlake e Travis Barker.

Il gruppo si caratterizza per lo stile hip hop fortemente influenzato da ritmi soul, jazz e latini.
Nel giugno 2005, Monkey Business, il quarto album dei Black eyed peas, vede la luce e molti dei pezzi contenuti nell’opera (tra i tanti Pump it e Don’t lie) diventano rapidamente dei tormentoni.
Il gruppo decide, poi, di separarsi per un breve periodo per permettere ad ogni componente di provare la propria carriera solista.
La separazione durerà poco e nel 2007 il gruppo si riunisce per dare vita a uno splendido DVD intitolato Live from Sydney to Vegas.
Nel 2009 i BEP rinnovano il loro successo planetario con l’album The E.N.D.
Il primo single estratto dall’opera, Boom boom pow arriva rapidamente in testa delle classifiche mondiali.
I gotta feeling, il secondo single estratto dall’album, conosce un uguale successo.
Visto che i biglietti per la data del mese di maggio sono rapidamente andati a ruba i BEP hanno voluto fissare un altro appuntamento per il mese di Giugno per soddisfare i loro tanti fans francesi.

20 maggio,  4 & 5 giugno
PALAIS OMNISPORTS DE PARIS BERCY
8 Boulevard de Bercy
75012 Paris