Il museo della vita romantica

Le musee de la vie romantique

Un lungo corridoio alberato conduce in un romantico cortile ricco di fascino dove i roseti emanano un profumo inebriante.
Una graziosa casetta d’un solo piano, costruita nel 1820 e conservatasi intatta, fu occupata nel 1830 dal pittore olandese Ary Scheffer.
Quest’ultimo vi abitò trent’anni e riceveva ogni venerdì sera i suoi amici artisti e letterati: Béranger, Delacroix, Liszt, Chopin, Sand, Lamartine: tutta la Parigi del romanticismo ha frequentato questa casa.
La nipote di Scheffer cederà questa dimora allo Stato nel 1956.
Il museo della vita romantica è oggi gestito dal museo del Carnavalet.
In questo spazio miracolosamente preservato dall’agitazione urbana, emozionanti ricordi di George Sand hanno trovato un prezioso scrigno.
Recentemente il museo si è ingrandito presentando l’atelier d’Ary Scheffer ricostituito fedelmente.
Si può apprezzare anche il piccolo e calmo giardino che invita al riposo lontano dalla frenesia cittadina.
Parigi offre ancora luoghi di verde e tranquillità propizi al lavoro e alla meditazione.

Hôtel Scheffer-Renan
16 rue Chaptal
75009 Paris