Sant’Antonio: il patrono dei salumieri

Sant’Antonio: il patrono dei salumieri

Se passando all’angolo tra il boulevard saint Denis e la rue du faubourg saint Denis vi chiederete chi sia questo Santo accompagnato da un maialino, troverete la risposta in questo post.
Si tratta di Sant’Antonio Abate, protettore dei salumieri e dei macellai, che domina dall’alto della nicchia in cui la statua è stata piazzata, questa parte del X arrondissement.
La sua presenza in questa zona della città risulta paradossale considerando che la popolazione del quartiere è costituita prevalentemente da arabi.
Questi ultimi, come è noto, considerano il maiale come uno degli animali più sporchi e rifiutano di mangiarne la carne per ragioni religiose.
Un maiale che troneggia su decine di macellerie halal è abbastanza atipico!

Il legame di Sant’Antonio con il fedele suino viene spiegato in vari modi.
Secondo alcuni la relazione tra il Santo e il maiale affonda le sue radici al XI secolo: solamente l’ordine religioso degli Antoniani godeva del privilegio di allevare un numero illimitato di maiali che potevano errare liberamente per le strade a condizione di portare una campanella.
Gli Antoniani allevavano i maiali per nutrire i poveri e per guarire i malati di cancrena (attraverso l’applicazione di lardo capace di alleviare questo tipo di malattia).
Secondo altri sarebbe un altro l’episodio che spiega il legame tra il Santo e l’animale: una scrofa avrebbe deposto un maialino cieco e sofferente ai piedi del Santo e Sant’Antonio, mosso da pietà per il pianto del maialino, gli avrebbe ridato la vista.
Il maialino riconoscente lo avrebbe seguito dappertutto.

Angolo tra il boulevard saint Denis e la rue du faubourg saint Denis
75010 Paris

Annunci

Au pied du cochon

Au pied de cochon

Questo famosa brasserie in stile Belle Epoque rappresenta un’istituzione tra i ristoranti del quartiere delle Halles.
Il ristorante è specializzato nei crostacei e frutti di mare d’ogni tipo, propone una deliziosa zuppa di cipolla e, naturalmente, presenta tantissimi piatti a base di maiale.
Potrete gustare le zampe di maiale più gustose della capitale e i più golosi potranno osare il pezzo forte del locale: la tentazione di Maria Antonietta che comprende zampe, orecchie, muso e coda di maiale.
Il ristorante ha aperto i battenti nel 1947 e si è rapidamente affermato come il regno del maiale per la felicità di chi ha uno stomaco solido e sopporta una cucina molto grassa.
Situato a pochi passi dal Centro Pompidou e aperto tutta la settimana, Au pied du cochon saprà stupirvi per la decorazione raffinata.

6 Rue Coquillière
75001 Paris
Metro : Châtelet-Les Halles