I misteri di Parigi: la caccia al tesoro 2015

La caccia al tesoro 2015

La caccia al tesoro 2015

La prossima grande caccia al tesoro di Parigi si svolgerá il 4 luglio 2015 e trasformerá la capitale francese in un grande terreno di gioco.
Questo evento ludico e originale viene organizzato ogni anno dal Comune di Parigi: la partecipazione é gratuita e aperta a tutti.
La caccia al tesoro di Parigi mobilita ogni anno migliaia di più o meno abili risolutori di enigmi che si cimentanto a risolvere appassionanti misteri ed ingegnosi rebus disseminati nella capitale.
Scopo della manifestazione é la riscoperta della città da una prospettiva ludico-creativa stimolando la fantasia e l’ingegno dei partecipanti.
Da soli o in squadre di sei persone vi lancerete in questa avventura misteriosa che vi porterà di scoperta in scoperta, attraverso incontri insoliti e divertenti, alla soluzione finale.
A piedi, in bus, in metro o ancora in bicicletta, tutti i mezzi saranno buoni per lanciarvi alla ricerca degli indizi.

Gli enigmi faranno appello alla vostra perspicacia, al senso dell’osservazione, allo spirito d’avventura e alla capacità di reazione di fronte a situazioni inaspettate.
Prima della partenza dovrete scegliere l’arrondissement nel quale eseguire la vostra ricerca; poi, muniti della mappa dell’arrondissement scelto e della lista degli indizi, potrete tuffarvi alla scoperta della soluzione degli enigmi.
A tal fine, dovrete incontrare commercianti, artigiani e artisti che vi aiuteranno nel vostro cammino, dovrete inoltrarvi in luoghi sconosciuti come giardini nascosti o viuzze e passaggi segreti.
Alla fine del percorso dovrete assemblare gli indizi raccolti per far comparire così un ultimo enigma, la risoluzione del quale darà accesso al sorteggio per la vincita finale.
I vincitori avranno l’imbarazzo della scelta tra i vari premi messi a disposizione dagli sponsor della manifestazione.

Per informazioni e per iscriversi
www.tresorsdeparis.fr

Annunci

Métrofeminin: la métro di Parigi al femminile

Métrofeminin: la métro di Parigi al femminile

Métrofeminin: la métro di Parigi al femminile

Partendo dalla considerazione che la metropolitana parigina conta ben 303 stazioni e solamente 2 (Louise Michel e Pierre et Marie Curie) sono dedicate alle donne, l’artista Silvia Radelli ha immaginato una mappa interamente al femminile.
La mappa é stata intitolata Métrofeminin e sostituisce i vari Etienne Marcel, Charles de Gaulle e Robespierre con Nefertiti, Edith Piaf e Anne Franck.
La Radelli, in collaborazione con il grafico Bruno Chizat ha integrato nella mappa 100 nomi di donne celebri che hanno lasciato un segno nella storia: Frida Khalo, Romy Schneider, Calimity Jane, Lady Di, Eleanor Roosevelt o ancora Simone Weil. Un vero e proprio elogio della donna che riequilibra il predominio maschile nel regno della RATP.
La creazione dei due artisti è stata presentata l’8 marzo 2014, in occasione della festa della donna, e sarà visibile fino al 29 marzo, presso la Galerie de l’Aléatoire, nell’ambito della mostra intitolata Femmes.
Se volete osservare il risultato di questa insolita rivisitazione della metro parigina in chiave femminile, potete cliccare qui e scoprire Métrofeminin.

Se volete osservare l’opera creativa dal vivo, eccovi l’indirizzo:
Galerie l’Aléatoire
29 rue de Bièvre
75005 Paris

I capricci della metro parigina

La mappa della metro parigina

Vi siete mai chiesti perchè le linee della metropolitana parigina non attraversano la città seguendo una linea retta ma si contorcono creando percorsi bizzarri?
A cosa sono dovute le tante deviazioni lungo il cammino di ogni linea?
Non si tratta di capricci nati dalle menti degli ingegneri che hanno progettato la rete metropolitana che collega la città di Parigi.
Le varie deviazioni sono state create per evitare monumenti storici o le vestigie antiche scoperte durante la costruzione.
La linea 1, per esempio, effettua una curva per evitare le fondamenta della Tour de la liberté tra Bastille e Sain Paul mentre la linea 2 evita la rotonda de la Villette tra Stalingrad e Jaurès.
La prossima volta che la metro sulla quale state viaggiando segue un percorso a zig-zag, chiedetevi quale monumento sta evitando.

Indiana Jones della Contrescarpe

Ho abitato per tre anni nel quinto arrondissement, in una viuzza che si affaccia sulla Place della Contrescarpe.
Questa piccola piazzetta, incastonata nel cuore del quartiere latino, rappresenta uno dei luoghi piú incantevoli e magici della capitale francese.
Attraversata dalla rue Mouffetard, la piazza trasuda di spirito parigino.
Quest’oasi di relax e tranquillità, a due passi dalla Sorbonna e dal Pantheon, é animata quotidinamente da musicisti e artisti di strada che allietano con le loro esibizioni i turisti che si fermano per bere un caffé o mangiare un croque-monsieur.

Tra i tanti particolarissimi artisti che popolano la Contrescarpe, ce n’é uno che merita di essere citato: Indiana Jones.
L’indiana Jones della Mouffetard/Contrescarpe arriva ogni giorno con la sua vespa gialla e munito di una mappa e di una tenuta da esploratore coinvolge i passanti e gli spettatori nella sua ricerca avventurosa.
Numerose gag, spesso improvvisate, si susseguono durante il suo spettacolo: la gente assiste divertita alle sue trovate comiche non esitando a partecipare quando viene chiamata in causa.
L’esploratore parigino vi aspetta tutti i giorni nell’incantevole Place della Contrescarpe.