L’elefante della Bastille

L’elefante della Bastille

Forse non tutti sanno che, prima di accogliere la colonna di Luglio, la piazza della Bastiglia era decorata da un’enorme fontana a forma di elefante.
Nel 1808, Napoleone desideroso di lasciare un segno della grandezza del suo impero decise di erigere una fontana gigantesca nel luogo in cui un tempo sorgeva la prigione.
La realizzazione dell’opera fu affidata agli architetti Percier e Fontaine che costruirono soltanto le fondamenta della fontana.
Nel 1813 un modello a grandezza naturale, realizzato in gesso, venne sistemato al posto della fontana.
L’enorme pachiderma divenne rapidamente un terreno di gioco per i bambini del quartiere come testimonia un passo dei Miserabili di Victor Hugo che descrive il piccolo Gavroche che si nasconde nella carcassa dell’animale.
La statua fu smontata nel 1846 e dalle rovine dell’animale sbucarono numerosissimi ratti che infestarono il quartiere per svariate settimane.

Annunci