La festa del pane

La festa del pane

La festa del pane

La festa del pane torna a Parigi per la sua ventunesima edizione.
Dal 23 al 29 maggio 2016, il sagrato della cattedrale di Notre Dame si trasformerà in un enorme e profumatissimo panificio all’aperto: sette giorni ricchi di eventi e iniziative legate all’universo del pane e della panificazione.
Protagonista indiscussa di questa edizione sarà la mitica, croccante, tenera, inimitabile e gustosissima baguette francese.
Grandi e piccini potranno scoprire i segreti dei più grandi panettieri parigini e degustare le loro specialità.

Ecco i momenti salienti della festa del pane:

– 12° Master della baguette di Parigi
– 1° Master nazionale della baguette della tradizione francese.
– Dimostrazioni culinarie in presenza degi Chefs dell’Ile de France
– Premio del migliore croissant al burro

I più piccoli apprezzeranno particolarmente lo stand di zucchero filato gratuito.

Fête du pain – Festa del pane
Dal 23 al 29 maggio 2016
Sagrato della Cattedrale di Notre Dame

Annunci

Le Troubadour de Paris

Hugues Bouchindomme si definisce il troubadour de Paris (trovatore di Parigi) e condivide con i suoi colleghi medievali l’amore per l’arte, la poesia e soprattutto la musica.
Il suggestivo profilo della cattedrale di Notre Dame è lo scenario prediletto delle sue esibizioni, a due passi dal Pont de l’Archevêché carico dei catenacci lasciati dagli innamorati.
Pizzicando dolcemente le corde della sua chitarra, Hugues canta i grandi classici della canzone francese e infonde un pizzico di poesia nei pensieri dei passanti distratti che gli sfilano davanti.

Le nuove campane di Notre Dame

Le nuove campane di Notre Dame

Le nuove campane di Notre Dame

Nell’ambito delle celebrazioni dell’850esimo anniversario della cattedrale di Notre Dame, un nuovo insieme di campane è stato sistemato nelle torri dell’imponente costruzione gotica.
Nove campane luccicanti sono arrivate giovedì scorso davanti il sagrato di Notre Dame acclamate dalla felicità dei fedeli accorsi per l’evento e dallo sguardo estasiato dei curiosi che si trovavano a passare da quelle parti.
Dopo aver affrontato un lungo viaggio in camion durato circa otto ore, le campane sono arrivate a Parigi sfoggiando fieramente il proprio nome inciso sul metallo: Marie, Gabriel, Anne-Geneviève, Denis, Marcel, Etienne, Benoît Joseph, Maurice e Jean Marie.
Le campane sono state realizzate in una fonderia di Villedieu-les-Poêles (nella regione della Manica) per sostituire le antiche campane della cattedrale che datavano del 1856 ed emettevano un suono di cattiva qualità.
Le nove realizzazioni sono state costruite per durare dai 200 ai 300 anni e sono state benedette solennemente da Monsignor Vingt-trois.
I parigini potranno ascoltare per la prima volta il suono delle nuove campane il prossimo 23 marzo, la vigilia della domenica delle palme.

Le diner en blanc 2012

Le diner en blanc 2012

Il famoso Diner en blanc ha avuto luogo ieri a Place des Vosges e di fronte alla cattedrale di Notre Dame.
Giunto alla sua ventiquattresima edizione, questo singolare evento è stato realizzato per la prima volta nel 1988 da François Pasquier che sognava di mangiare all’aria aperta nei più bei posti di Parigi.
Ogni anno, all’inizio del mese di giugno, migliaia di invitati vestiti interamente di bianco invadono un luogo della capitale francese per consumare una cena fuori dal normale.
Il luogo dell’incontro è tenuto segreto fino all’ultimo minuto e ciascuno porta tutto il necessario per organizzare la cena: piatti, tovaglie, sedie pieghevoli, tavoli, candelabri e pietanze prelibate da degustare in compagnia di perfetti sconosciuti vestiti di bianco.
L’anno scorso ottomila simpatici invitati della cena in bianco hanno invaso il porticato del museo del Louvre e della cattedrale di Notre Dame.
Quest’anno oltre alla famosa cattedrale anche l’elegante Place des Vosges ha fatto da contesto all’insolito flash-mob gastronomico.
La convocazione alla cena segreta avviene attraverso un serrato passaparola che a suon di sms, telefonate e email, trasforma Parigi nel più grande pic-nic del mondo.
I fortunati invitati devono attenersi a poche ma essenziali regole di comportamento: bere solamente vino o champagne (birra e liquori sono vietati) e ripartire dal luogo della cena con i propri rifiuti.

Il mercato dei fiori

Il mercato dei fiori di Parigi

Il mercato dei fiori (marché aux fleurs) si trova sulla Place Louis Lépine, nel cuore dell’Ile de la Cité che ospita anche la cattedrale di Notre Dame.
Questo coloratissimo mercato, aperto tutti i giorni dalle 08h alle 19h, abbonda di piante e fiori di tutte le specie.
La domenica si aggiungono numerosi venditori di animali che contribuiscono a rendere più esotico il simpatico mercatino.
Visitando i numerosi monumenti della ville lumière, potrete fare una pausa rilassante tra le orchidee e i tulipani del mercato dei fiori per poi riprendere la visita della città.
La stazione della metro più vicina è Citè  sulla linea 4.

Place Louis Lépine
75004 Paris

Visita guidata insolita di Parigi in 2cv

Visita guidata insolita di Parigi in 2cv

Per fare il giro di Parigi e scoprire con una guida i segreti della Ville Lumière in modo insolito e ludico, esiste una visita guidata davvero divertente. Benvenuto a bordo della più emblematica delle automobili transalpine, la Citroën Due Cavalli !
Dal tetto decappottabile, ammirerai i più bei monumenti e quartieri parigini: i Campi Elisi, la Torre Eiffel, l’Arco di Trionfo, la piazza della Concorde, l’Opera Garnier, la piramide del Louvre, Notre Dame, Saint Germain, il museo di Orsay, Montmartre, il Moulin Rouge, il Marais…
Di giorno o di notte, Parigi ti offre un panorama suggestivo, fiabesco e romantico!

Informazioni pratiche
Visita in 2cv: Da 43 euro a persona

Quantità di partecipanti per automobile: 2 o 3

Durata della visita:
1, 2 o 3 ore a scelta

Lingue proposte per la visita:
Italiano, inglese, spagnolo, francese

Periodo:
Tutto l’anno

Per maggiori informazioni:
Inviate un email all’indirizzo cecile@atypic-tourism.com

Per prenotare:
Visitate il sito Atypic Tourism

La maledizione di Jacques de Molay

La maledizione di Jacques de Molay

Notre Dame racchiude numerosi segreti che si possono scoprire soltanto penetrando all’interno della cattedrale.
Fu proprio sul sagrato di questa chiesa che Filippo IV il Bello, nella volontà di distruggere l’Ordine dei Templari, fece bruciare al rogo il grande maestro dell’Ordine Jacques de Molay e i 37 cavalieri accusati di eresia.
La pira incendiaria fu eretta sull’ ile aux juifs, nella parte ovest dell’ile de la cité che corrisponde oggi alla parte meridionale dello square du Vert Galant.
Quando il grande Maestro vide il rogo chiese ai suoi giustizieri di essere rivolto verso la cattedrale:
“Vi prego di lasciarmi unire le mani per un’ultima preghiera. Morirò presto e Dio sa che e’ ingiusto. Ma io vi dico che la disgrazia cadrà su coloro che ci condannano ingiustamente.”
E poi rivolgendosi al papa Clemente V e al re Filippo il Bello aggiunse
“Vi affido entrambi al tribunale di Dio, tu Clemente nei prossimi 40 giorni e tu Filippo prima della fine dell’anno”.
La predizione di Jacques de Molay si realizzò poiché papa Clemente V morì un mese dopo e il re Filippo il Bello fu vittima, nello stesso anno, di un incidente di caccia a Fontainebleau.
La maledizione sembra essersi protratta nel corso dei secoli come una vendetta implacabile.
E voi, credete alla maledizion della stirpe dei re di Francia pronunciata, il giorno del rogo, da Jacques de Molay?