Panzani: questo sconosciuto

La pasta Panzani

Mimetizzata tra spaghetti Barilla, fusilli Garofalo e bucatini De Cecco, la pasta Panzani campeggia fieramente in tutti i supermercati francesi.
La Panzani è una delle marche di pasta più consumate in Francia e agli occhi dei francesi rappresenta un simbolo d’italianità e della cucina del Belpaese.
Peccato che in Italia questa pasta non sia mai stata commercializzata e probabilmente non lo sarà mai.
Sebbene le pubblicità insistano sulla sua italianità, la Panzani è prodotta interamente in Francia, nella zona di Lione, e non ha nulla a che vedere con l’Italia.
I pubblicitari della marca, al fine di incrementare le vendite, hanno pensato bene di giocare con la bandiera italiana per decorare le confezioni e concepire spot pubblicitari che abbondano di riferimenti allo Stivale.
L’unico legame con l’Italia è la nazionalità del fondatore della marca Giovanni Ubaldo Panzani che nel 1929 prese la nazionalità francese e si fece chiamare Jean Panzani.

Il giovane Panzani decise di continuare il mestiere del padre e cominciò a produrre pasta artigianale che consegnava in bicicletta.
Il gruppo Panzani, che oltre a vari tipi di pasta produce anche salse e condimenti, ha conosciuto un rapido sviluppo ed è oggi una delle marche preferite dei francesi.
Il problema è che i francesi considerano la Panzani come una pasta italiana e pensano che noi italiani la divoriamo fin da piccoli.
Pur essendo estremamente nazionalisti, sciovinisti e fedeli alla bandiera, i francesi accarezzano il tricolore italiano pur di vendere qualche pacco di pasta in più.
Tutto è concesso nel marketing e la Panzani riuscirà pure a infinocchiare la sua pasta pseudo-italiana ai francesi, gli italiani la snobberanno e continueranno ad acquistare le marche prodotte in Italia.
In ultima analisi voglio comunque sottolineare che anche la qualità delle marche italiane di pasta risulta più scarsa in Francia, probabilmente a causa della qualità di grano utilizzata: essendo destinate a palati meno esigenti di quelli italiani, le marche di pasta prodotta in Italia per l’esportazione prendono il lusso di abbassare la qualità del prodotto (per la gioia di noi italiani all’estero!).

Paisano: sapori d’Italia a Parigi

Paisano: sapori d’Italia a Parigi

Una nuovo delizioso negozio italiano ha da poco aperto nell’XI arrondissement: Paisano!
Paisano, la nuova épicerie italiana di Parigi, vi fa scoprire l’Italia, le sue regioni e i suoi sapori.
Qualità, ottimi prezzi e trasparenza nella scelta dei prodotti fanno di Paisano un vero e proprio angolo d’Italia a Parigi.
La ricerca costante della qualità dei prodotti è la priorità di Paisano che offre alla clientela un’ampia scelta di prodotti italiani: pasta fresca artigianale, lasagne e cannelloni, la zizzona ovvero mozzarella di bufala affumicata all’antica, burrata, formaggi, salumeria, vini, olio d’oliva.
Sapori tradizionali ai quali si mescolano ogni due o tre mesi prodotti a denominazione d’origine controllata provenienti da tutte le regioni dello Stivale.

Paìsano
159, rue Saint Maur
75011 Paris
Lunedì 15h30 – 20h00
Martedì /Sabato 11h00 – 14h00/15h30 – 20h00

La pizza piú buona di Parigi? Da Pietro!

La pizzeria Da Pietro

Dove mangiare la pizza piú buona di Parigi?
La risposta a questa domanda resta difficile e legata ai gusti personali: chi sostiene che tutto dipende dalla pasta, chi punta tutto sul condimento, chi pretende una mozzarella di prima scelta.
Da quando abito a Parigi ho avuto molte delusioni legate alla pizza.
Mi è capitato di entrare in ristoranti che si spacciavano per italiani e rendermi rapidamente conto che la pizza presentata non era nemmeno la brutta copia della buona pizza italiana.
Ognuno ha una sua pizzeria preferita a Parigi in relazione ai propri gusti e alle proprie preferenze.

Personalmente una delle pizze piú buone di Parigi è quella della pizzeria Da Pietro.
Si tratta di una simpatica pizzeria situata nella rue Mabillon, nel cuore del quartiere latino, che da 50 anni a questa parte propone una cucina squisitamente italiana.
Ricchi antipasti, paste gustose e soprattutto buonissime pizze realizzate come la tradizione napoletana comanda.
La pizze vengono cotte con il forno a legna e sono letteralmente squisite: pasta cotta al punto giusto, ingredienti di qualitá e mozzarella filante.
Per terminare in dolcezza concedetevi un tiramisù o una panna cotta, entrambi deliziosi e fatti in casa.
L’atmosfera è conviviale e calorosa e i camerieri con il loro buonumore sapranno farvi sentire in Italia.

Da Pietro
12 rue Mabillon
75006 Paris
Metro: Mabillon
Aperto dal martedi alla domenica.

Di che pasta sono fatti i parigini?

Les Pates - La Pasta
Il parigino medio ha un rapporto abbastanza conflittuale con la pasta o meglio ama farne un uso diverso da quello dell’italiano medio.
Osannata e venerata in Italia, piatto emblematico della nostra cucina, la pasta non ha molto successo a Parigi dove viene snobbata e addirittura servita come contorno.
Chi sogna di ritrovare gli stessi sapori della cucina di mamma durante la vacanza parigina rimarrà deluso.
I francesi (e non solo), infatti, hanno rivisitato i piatti e il gusto italiano adattandoli alla loro cucina.

Vado spesso a mangiare da un mio amico che gestisce un ristorante italiano nella zona di Picpus, poco lontano da Nation; la cucina è molto buona e lui affabile e cordiale.
Un giorno, sono rimasto abbastanza sorpreso nel vedere che a un cliente era stata servita una cotoletta di pollo con un piccolo gomitolo di pasta in un angolo del piatto.
Quel batuffolo di pasta rannicchiato in un cantuccio del piatto mi guardava disperato in cerca della dignità perduta.
Eppure mi trovavo in un vero ristorante italiano di Parigi e non in uno dei tanti ristoranti che si spacciano per italiani e che altro non sono che surrogati e brutte copie del gusto e dei sapori della cucina italiana.
Ho posto, dunque, la domanda al mio amico gestore che mi ha spiegato la sua necessità di adattarsi al gusto parigino: “Sono stato obbligato a storpiare tutte le ricette in base al palato dei francesi e a loro piace un tipo di cucina abbastanza pesante. La pasta, qui, la mangiano come contorno”.

Se non come contorno, la pasta che viene mangiata a Parigi non ha niente a che vedere con gli spettacolari e irresistibili piatti del BelPaese.
La pasta viene servita scotta, annegata nella panna (crème fraiche) e nel formaggio groviera.
Si noti poi come quello che per noi è un piatto ricercato e che richiede molta preparazione, è percepito dai francesi come un piatto sbrigativo e di facile fattura.
Nella loro megalomania franco-francese, i nostri cugini d’oltralpe si sono, inoltre, divertiti a spacciare delle sconosciute paste francesi per pseudo marchi italiani.
Basti pensare alla pasta Panzani che secondo i parigini è paragonabile alla Barilla o alla De Cecco in quanto a fama e qualità. Peccato che in Italia non sia mai stata commercializzata e credo non lo sarà mai.

Il Croccante

croccante_

Il Croccante di Massimo

Il Croccante è un’ottimo ristorante siciliano…parola di palermitano.Situato nella via piú lunga di Parigi, la rue Vaugirard, il locale saprà affascinarvi per la bontà e l’originalità dei piatti e per la simpatia e il calore dell’équipe.
Massimo Rizzo, palermitano DOC, intrattiene i clienti in sala grazie alla frizzante parlantina e a battute sempre pronte mentre sua moglie Deborah, in cucina, prepara squisite pietanze che vi proietteranno nell’universo culinario siculo.
Sfiziosi antipasti, caponate, pizze per tutti i gusti, paste dai gusti originali ( ai fiori di zucca, alla bottarga o ai gamberoni e pistacchi), cannoli, cassate, tiramisù, pannacotta e tante altre sfiziose delizie da gustare insieme a un buon vino del Sud Italia.

Croccante
138, rue de Vaugirard 75015
Tel: 01 47 83 37 28
Metro: Falguière