Les délices de Qingdao, la vera cucina cinese a Parigi

Les délices de Qingdao, la vera cucina cinese a Parigi

Les délices de Qingdao, la vera cucina cinese a Parigi

La città di Qingdao, situata nella provincia di Shandong, è famosa per la produzione della birra Tsingtao esportata in tutto il mondo.
A Parigi questa cittadina cinese è conosciuta per un delizioso ristorantino situato nella rue de Budapest, nel quartiere di Saint Lazare.
Il ristorante è frequentato quasi esclusivamente da cinesi e propone una cucina tradizionale e autentica.
Il metodo migliore per assaporare i deliziosi piatti proposti è quello adottato dalla maggior parte dei clienti del locale: andare al ristorante in quattro o cinque, ordinare vari piatti diversi e metterli al centro della tavola per condividerli.
Sebbene la sala sia piccola e un po’ rumorosa, Les delices de Qingdao è una vera e propria festa per il palato.

Les délices de Qingdao
3 rue de Budapest 75009 Paris
Metro : Saint Lazare o Trinité d’Estienne d’Orves

Annunci

Non è un paese per brutti

Le Georges

Le Georges

Situato sul tetto del Centro Pompidou, al sesto piano del celebre museo d’arte contemporanea progettato dall’architetto italiano Renzo Piano, il ristorante Le Georges è un luogo elegante, futurista, surrealista e fedele allo spirito avanguardista del museo che lo ospita.
Ideato e realizzato da Dominique Jacob e Brendan McFarlane, il Georges richiama una clientela chic e trendy: borghesi parigini e turisti benestanti arrivano da ogni parte della città per degustare prelibate specialità culinarie e sorseggiare un calice di champagne.
Questa volta il prestigioso ristorante che offre una vista mozzafiato sui monumenti e sui tetti di Parigi è balzato agli onori della cronaca per una vicenda poco simpatica.
Il quotidiano Le Parisien e il giornale satirico Le Canard Enchainé hanno recentemente riportato la testimonianza di un’ex impiegata del Georges che ha rilasciato alcune rivelazioni inattese e imbarazzanti.
La donna ha affermato che il personale del ristorante deve rispettare alcune regole particolari riguardo la disposizione in sala della clientela: i clienti di bell’aspetto vengono piazzati nella parte anteriore del locale, accanto alla vetrina, quelli considerati brutti vengono sistemati in fondo alla sala.
Il responsabile del ristorante in persona, Gilbert Costes, avrebbe ripetutamente ribadito ai suoi impiegati l’importanza del rispetto di questa regola “estetica” per consevare ed esaltare la tradizione e i valori del Georges.
L’ex cameriera ha specificato che la “discriminazione estetica” non viene utilizzata nei confronti di personaggi famosi e celebrità che vengono piazzati sistematicamente in bella mostra, accanto alla vetrata.
Se avete un dubbio sul vostro aspetto fisico o se vi sentite belli come un Adone, fate un salto al Georges e lasciate che un cameriere vi accompagni a un tavolo. Otterrete la risposta che cercavate esaltando (o deludendo) il vostro Ego.

La boule Kenzo: il Kong

Il Kong di Kenzo

Situato sul Quai de Seine, all’ultimo piano d’un elegante palazzo della Samaritane, il Kong è nato nell’estate 2003.
La cucina, molto originale e inventiva, è una delicata fusione di culture diverse, mentre la decorazione vi farà tuffare nel mondo dei manga giapponesi.
La vista panoramica vi lascerà senza fiato: questo luogo magico che domina Parigi, decorato da Philippe Starck, vi offrirà un colpo d’occhio indimenticabile che potrete gustare maggiormente al tramonto quando la luce del sole conferisce un fascino particolare alla città.

1, Rue du Pont Neuf
75001 Paris
Metro: Chatelet

L’Absinthe

L’Absinthe

Se cercate un ristorante dove trascorrere un piacevole momento al riparo dallo stress cittadino e lontano dai clacson, l’Absinthe è il luogo che fa per voi.
Il liquore estratto dalla pianta d’assenzio, molto in voga nel XIX secolo, è stato vietato perché considerato tossico e capace di provocare forti allucinazioni.
L’omonimo ristorante situato nell’affascinante place du Marche Saint Honoré è tutt’altro che tossico.
Il ristorante gestito da Caroline Rostang, l’emblema della gastronomia parigina, è un luogo accogliente frequentato da una clientela formata da parigini che lavorano nei dintorni e numerosi turisti che giungono dal vicino museo del Louvre.

Si tratta di una delle più belle terrasse di Parigi dove potrete vivere un’esperienza culinaria unica: ricette d’ieri e idee d’oggi si mescolano divinamente per soddisfare i palati più esigenti.
Il menù cambia ogni tre mesi seguendo le stagioni e utilizzando prodotti sempre freschi, il contesto è originale e curato nei dettagli: un grande orologio d’epoca, divani Thonet e numerose decorazioni sparse in tutto il locale.

L’Absinthe
24 place du Marché Saint-Honoré
75001 Paris