La Festa della musica 2017

La festa della musica

Il 21 giugno 2017, anche a Parigi, si celebrerà la 36esima Festa della musica.

Il programma prevede concerti gratuiti in tutta la città: tutti i tipi di musica, dalla classica alla techno, passando per il rock e le musiche del mondo, si suoneranno in ogni angolo di strada.
Chiunque sappia strimpellare uno strumento è ufficialmente invitato a esibirsi.
La Festa della Musica che ha luogo in tutto il mondo il 21 giugno fu inizialmente immaginato nel 1976 dal musicista americano Joel Cohen che lavorava allora per Radio France.
Cohen proponeva nella sua emissione dei Saturnales de la Musique per il 21 giugno e il 21 dicembre con lo scopo di far esibire il maggior numero di gruppi musicali.
Dopo le elezioni del 1981 l’idea venne ripresa da Maurice Fleuret e realizzata da Jack Lang che ricopriva la carica di ministro della cultura francese.
La prima edizione ha avuto il 21 giugno 1982 e conobbe un grande successo.
La data del 21 giugno é stata scelta perché coincide spesso con il solstizio d’estate e vuole simboleggiare la sacralità della natura ricollegandosi alle feste pagane di stampo prettamente naturalista dell’antichità (fêtes de la Saint Jean).
Il fine ultimo della festa é quello di promuovere la musica in tutte le sue forme incoraggiando, al grido dello slogan “faites de la musique“, i musicisti principianti e professionisti a esibirsi nelle strade per condividere la loro passione e organizzando numerosi concerti gratuiti di ogni tipo (musica classica, rock, tradizionale, jazz, ecc. ecc.).

Oggi la festa della musica é diventata un fenomeno internazionale celebrato in 110 Paesi in tutto il mondo.
Se la dimensione europea resta quella più visibile, adesso che Berlino, Barcellona, Istanbul, Liverpool, Roma, Napoli, Praga e tanti altri paesi europei hanno firmato una “carta dei partecipanti della festa europea della Musica”, l’evento si é sviluppato anche a San Francisco, a New York, a Manila, in molti paesi africani, in Brazile e in Colombia.
Successo internazionale, fenomeno di società (un francobollo le é stato dedicato nel 1998), la festa é anche foriera di nuove tendenze musicali.
Senza mai essere strumentalizzata, questa festa incentiva la democratizzazione dell’accesso alle pratiche artistiche e culturali.

21 giugno 2017
Per informazioni:
http://fetedelamusique.culture.fr

Annunci

La via più corta di Parigi

La rue des Degrés: la via più corta di Parigi

La rue des Degrés che collega la rue de Clery e la rue Beaugard nel II arrondissement della capitale francese, misura appena 5.75 metri e come indica il suo nome è composta intermente da scalini.
Alla corta viuzza parigina si contrappone la rue Vaugirard che rappresenta, invece, con i suoi 4360 metri, la via più lunga della città.

Rue des Degrés
75002 Paris
Metro: Strasbourg Saint-Denis

Un taxi a Parigi

Un taxi a Parigi

Circa quindicimila taxi sono a vostra disposizione, giorno e notte.
Il proprietario o autista del taxi è titolare di un permesso per sostare in apposite zone della strada in attesa di clientela.
I numerosissimi taxi disponibili, a qualsiasi ora del giorno o della notte, completano la rete dei trasporti pubblici parigini.
Per facilitarne l’uso, la municipalità di Parigi, ha rinnovato e riorganizzato le stazioni e stabilito un numero unico per le prenotazioni: 01 45 30 30 30.
Le stazioni di chiamata (BAT) sono presenti in maniera massiccia nel centro di Parigi.
Quando effettuate una chiamata il BAT s’illumina, l’autista disponibile risponde chiedendovi il luogo in cui vi trovate.
Ogni taxi dispone di una segnaletica luminosa bianca posta sul tetto del veicolo: se la luce é accesa il taxi é disponibile a effettuare una corsa.
Parigi conta circa 16000 taxi che effettuano ogni giorno circa 200000 corse.

Le principali compagnie:
ALPHA TAXIS Taxis:
01 45 85 85 85.

TAXIS BLEUS:
0 891 70 10 10 (0,22 euro/mn).

TAXIS G7:
01.47.39.47.39

Tariffe: Un tragitto dall’aeroporto al centro di Parigi vi costerà 40/50€