Xtreme Gravity 2014

Xtreme Gravity 2014

Xtreme Gravity 2014

Domenica 27 aprile si terrà al parc de la Villette di Parigi un evento gratuito e spettacolare: l’Xtreme Gravity 2014.
Si tratta di un originale campionato dedicato all’arte del movimento acrobatico e a discipline come il Parkour e il Freeclimbing.
Per questa seconda edizione, l’evento acquisisce una dimensione internazionale e lo spazio del percorso aumenta e si arricchisce di nuovi ostacoli.
Gli atleti si affronteranno in due discipline: lo speedrunning che punta sulla velocità e sulla tecnica e il freestyle incentrato sull’estetica e l’orginalità.
L’atmosfera sarà riscaldata dalla presenza di vari DJ famosi come Harvey Marshal e varie performance di danza moderna.

Xtreme Gravity 2014
Parc de la Villette
211 Avenue Jean Jaurés
75019 Paris

I parigini sono…

Parisians are...

Parisians are…

I parigini non godono di ottima reputazione per quanto riguarda la simpatia e l’affabilità e vengono spesso dipinti nell’immaginario collettivo come persone scontrose, sgradevoli, maleducate, antipatiche, arroganti, snob, stressate, egoiste e aggressive.
Se non amate i clichés e vi fidate maggiormente di Google, cominciate a scrivere nel campo di ricerca del famoso motore di ricerca online la frase “i parigini sono” e vedrete in che modo Google autocompleterà la vostra frase.
Potete provare l’esperimento anche cambiando lingua…il risultato non cambierà.

Buona Pasqua a tutti!

Buona Pasqua 2014!

Buona Pasqua 2014!

Paris 1900: la ville spectacle

Paris 1900: la ville spectacle

Paris 1900: la ville spectacle

Questa mostra, ospitata dal Petit Palais, fa rivivere il periodo glorioso in cui la capitale francese accolse l’esposizione universale che inaugurò il XX° secolo.
E’ la prima volta che un museo parigino dedica una mostra di tale importanza alla Belle Epoque.
Un epoca grandiosa in cui Gallé, Guimard, Lalique, Majorelle et Mucha creavano meraviglie, Cézanne, Renoir e Monet disegnavano capolavori, Rodin scolpiva sculture sublimi, la moda trionfava e il Moulin Rouge e le Chat Noir erano all’apice del successo.
Grazie allo straordinario sviluppo dei trasporti e alla prosperità economica derivante dal progresso tecnologico, le grandi nazioni competono nella rappresentazione della loro potenza e modernità in occasione delle esposizioni universali.
L’esposizione del 1900, che celebra l’arrivo del nuovo secolo, si tiene a Parigi, capitale della civiltà e della modernità.

Oltre all’evocazione dell’esposizione del 1900, la mostra esplora le nuove manifestazioni della cultura del divertimento e dello svago che invadono le vie di una frizzante Parigi. Uno spazio particolare è dedicato allo spettacolo e a tutto ciò che ha contribuito a forgiare l’immagine di una Parigi lussuosa e spensierata: l’avvento del cinema, la moda, i grandi magazzini, i saloni e le mostre.
L’esposizione presenta oggetti artistici, costumi, manifesti, fotografie antiche, mobili, gioielli, sculture celebri e numerose altre opere realizzate da grandi artisti di quella gloriosa epoca come Toulouse-Lautrec, Degas, Rodin et Mucha que Gervex, Guimard, Méliès, Picasso e i grandi stilisti e decoratori alla moda.

Paris 1900, la ville spectacle
Petit Palais
Fino al 17 agosto 2014
Da martedi a domenica dalle 10h alle 18h
Ingresso : 11€ / 8€
www.petitpalais.paris.fr

Calogero: un talento franco-siciliano

Calogero si esibirà in uno spettacolare concerto il 22 novembre 2014 a Bercy.

E’ verso la fine degli anni 80 che apparve il gruppo Les Charts: due fratelli (Charly alias Calogero e Jacky) e un amico (Francis) compongono il gruppo.
I tre, d’origine siciliana, crescono a Echirolles, vicino Grenobles.
Agli inizi degli anni 90, pubblicano il loro primo album, L’Océan sans Fond, che ottiene un discreto successo e nel 1991 Notre Monde à nous, il secondo album, che è stato due volte disco d’oro. Il pezzo Aime-moi encore si piazza in testa della classifica francese e il gruppo affronta la prima tournée in tutta la Francia.
Nel 1994 è la volta di Hannibal, la loro terza opera. Poi il doppio album dal vivo Act 1 pubblicato nel 1995 e il quinto Changer del 1997.
Il passaggio di millennio spinge Charly a lanciarsi verso una carriera da solista sotto il suo vero nome: Calogero.
Il suo primo album intitolato Au milieu des autres pubblicato nel 2000 presenta come prima traccia Prendre l’air.

Questa prima opera è realizzata da Pascal Obispo con i testi di Zazie, Christine Lidon, Alana Filippi, Julie d’Aimé, Lionel Florence, Michel Garamon e Didier Golemanas.
Per Calogero la musica è una vera e propria passione e comporre è un bisogno essenziale. Allora, in parallelo alla propria carriera, Calogero scrive per gli altri: Pascal Obispo, Florent Pagny, Châtelet les Halles, Patrick Fiori, “Tout le monde peut parler d’amour”, o ancora Hélène Segara .
Nel 2002 Calogero pubblica il suo secondo album che presenta testi di Lionel Florence, Patrice Guirao e Françoise Hardy; sette delle melodie dell’album vedono la collaborazione di suo fratello Gioacchino.
Durante il diciannovesimo festival Victoires de la Musique, Calogero riceve il premio come miglior interprete dell’anno e l’anno dopo con il pezzo Si seulement je pouvais lui manquer, riceve il premio per la canzone più originale.
Nel 2007, Calogero torna conl’album Pomme C, scritto interamente da Zazie, e nel 2009 ci propone l’album Embellie.

22 novembre 2014
Palais Omnisport de Bercy
8 boulevard de Bercy
75012 Paris
www.bercy.fr

Les Heures heureuses

Les heures heureuses

Un importante evento culinario, dedicato agli amanti della buona cucina, avrà inizio domani: les heures heureuses. Sarà possibile spostarsi tra i tanti ristoranti e brasserie aderenti all’iniziativa e gustare deliziosi piatti a soli 2€.
I piatti proposti dai ristoratori sono principalmente antipasti (bruschette, spiedini, tapas e altro ancora) e, in ogni quartiere di Parigi, sono numerosi i bistrot che partecipano.
Dal 21 al 24 Maggio 2014 avrete la possibilità di allietare le vostre papille gustative a prezzi modici e scoprire nuovi ristoratori vicino casa vostra.
Gli organizzatori dell’iniziativa hanno immaginato delle passeggiate culinarie per quartiere: Ménilmontant, Barbes, Clichy-Batignolles, Faubourg Saint Denis, le Haut Maris o ancora il lungo Senna.
Les heure heureuses è un’ottima idea per fare scoprire ai parigini i locali sotto casa e per socializzare con gli altri partecipanti alla manifestazione.
L’unica nota stonata è la necessità di possedere uno speciale passaporto, distribuito all’hotel de ville, per poter partecipare all’evento e acquistare i piatti a 2€.
Eh si…gli eccessi della burocrazia francese non hanno limiti.
Trovate la lista completa dei partecipanti all’evento sul sito ufficiale delle heures heureuses

Ride Béret Baguette 2014

Ride Béret Baguette 2014

Ride Béret Baguette 2014

Torna a Parigi la mitica Ride Béret Baguette, una pazza passeggiata in bicicletta per ricordare le prime ferie pagate, instaurate nel 1936 dal Fronte Popolare: due settimane di vacanza che hanno cambiato la storia della Francia.
Il 24 e il 25 maggio prossimo avrete l’occasione di rivivere quel periodo di spensieratezza partecipando a un’atipica e colorata sfilata in bicicletta tra le vie di Parigi.
Il percorso si svilupperà per 15 km e avanzerà molto lentamente: più che una corsa di biciclette sarà un corteo tranquillo tra i boulevards e le avenues della ville lumière.
La passeggiata partirà alle 10h30 di domenica 25 maggio da Place de la République e si concluderà con un pic-nic, un concorso di eleganza e una tombola finale.
Chiunque può partecipare all’evento, l’importante é rispettare lo spirito della festa e indossare una tenuta vintage che si ispiri al periodo compreso tra le due guerre mondiali.
Per quanto riguarda le biciclette, avete l’imbarazzo della scelta: mountain bike, tandem, bici pieghevoli, da corsa, monoruota o un modello più stravagante concepito specialmente per l’occasione.

Ride Béret Baguette
Sabato 24 e domenica 25 maggio 2014

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 300 follower